>Concorsi
>Forum
>Bandi/G.U.
 
 
 
 
  Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

Concorso DIRIGENTI SCOLASTICI 2017
95465 messaggi, letto 4150125 volte
 Discussione chiusa, non è possibile inserire altri messaggi

Registrati per aggiungere questa o altre pagine ai tuoi Preferiti su Mininterno.

Torna al forum    


ATTENZIONE!
Clicca qui per il SIMULATORE D'ESAME GRATUITO, con i 4000 QUIZ UFFICIALI della BANCA DATI, o per scaricare il SOFTWARE di esercitazione e Simulazione d'Esame per Windows!

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, ..., 3178, 3179, 3180, 3181, 3182, 3183 - Successiva >>

Da: Guerini Gabriele XFabio FIlzi17/09/2014 20:32:03
I posti vacanti effettivi sono circa 600, conto fatta da me sommando tutte le reggenze assegnate su sedi normodimensionate nelle varie regioni. Il mio conteggio non include la Campania, perchè quelle reggenze non possono concorrere al totale generale. L'Anief s'allarga sempre e non ho ancora capito perchè mette nel calcolo sempre quelle 475 sedi sottodimensionate che mai più avranno un dirigente scolastico proprio. Non capisco perchè sbandierino questi numeri eclatanti, quasi quasi comincio a pensar male.
Li vuoi i numeri veri?

Da: Scusate17/09/2014 23:56:50
Scusate, ma come sono le video-lezioni del prof. GAUDIO?? Sono valide?? E' materiale aggiornato?? Il prof. Gaudio mi è sembrato, in alcune cose che ho visto, un po'  "moscetto", ma forse mi sbaglio... Vorrei seguire delle video-lezioni per utilizzarle quando mi stanco di leggere, credo che possa essere un metodo decente per cercare di fare qualcosa in più.

Ringrazio in anticipo chi vorrà rispondermi.

Da: x tutti18/09/2014 16:50:08
tutti a studiare ?

Da: Lalletto18/09/2014 16:54:31
Gaudio e' stato bocciato.
I video sono troppo scarni e sintetici, non forniscono una visione di ampio respiro che consenta di superare uno scritto.

Da: Fabio Filzi18/09/2014 17:15:03
Per SCUSATE

Le video-lezioni di Gaudio sono accettabili, sintetiche e, credo, utili. Tuttavia, lo studio su manuale è insostituibile.

Da: @xtutti18/09/2014 18:16:12
Sì, tutti a studiare! Ma che dici? Senza il bando tra le mani niente studio, ho ben altro da fare...

E' disponibile l'App ufficiale di Mininterno per Android.
Scaricala subito GRATIS!

Da: Lalletto18/09/2014 21:07:56
Bravo!

Da: @lallatto18/09/2014 21:15:31
Magari fanno la selezioni per titoli e lo studio me lo faccio a brodo... E poi per 300 posti a livello nazionale non esco neanche di casa, altro che concorso.

Da: @lallatto18/09/2014 21:18:07
Certo se potessi contare su una bella raccomandazione...

Da: @lallatto18/09/2014 21:19:41
oppure studiare 5000 domande x 4 risposte, cioè 20.000 stronzate per cosa? Partecipo solo se mettono nel piatto almeno 1000 posti, se no c'ho altro da fare...

Da: X@lallatto18/09/2014 21:35:55
Ma perché ti arrabbi? Non partecipare, nessuno te l'ha chiesto. Sono scelte personali che ognuno prenderà con cognizione di causa e con coscienza.

Da: Fabio Filzi18/09/2014 22:23:13
1200 posti

Da: @fabio filzi18/09/2014 22:30:16
Non è possibile! Quella cifra 1200 comprendecle sottodimensionate che sono 475. Quella cifra dove l'hai presa?

Da: Fabio Filzi18/09/2014 23:21:41
E' la cifra riportata da più fonti.

Da: Guerini gabriele XFabio19/09/2014 14:01:35
Quei dati sono falsati, perché includono 475 sedi sottodimensionate! Infatti secondo quel sindacato le sedi scolastiche in Italia sarebbero 8450 mentre se guardi il decreto sugli organici ds di luglio la cifra è di 8096 credo. E' vero che anche quelle scuole di fatto sono scoperte ma per legge non avendo diritto  né ad un ds nè ad un dsga propri non possono essere computate. Lo ripeto ancora una volta, ho fatto personalmente la somma delle reggenze assegnate dagli usr in Italia senza considerare la Campania che fa storia a sé, in totale sono poco più di 600 vacanze.

Da: Guerini gabriele XFabio19/09/2014 15:06:13
L'articolo a cui si riferiscono i tuoi numeri probabilmente è questo:

Parte un altro anno scolastico con una scuola ogni sette priva di dirigente scolastico: l'assunzione di 630 nuovi presidi non è servita nemmeno a coprire il turn over, visto che i capi d'istituto andati in pensione da due settimane sono stati 764. Delle circa (8.400?) scuole autonome, quasi 1.200 rimangono prive del loro preside. La grave carenza, che porterà anche quest'anno un alto numero di reggenze, con evidenti problemi di gestione che si ripercuoteranno inevitabilmente anche sulla didattica, era stata denunciata alcune settimane dall'Anief ed ora è stata confermata anche da un'altra organizzazione sindacale. In alcune regioni la situazione è davvero critica: in Basilicata manca un preside ogni tre istituti (il 32%), in Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia uno ogni quattro (rispettivamente il 26% e il 24%). Molti 'buchi' nelle direzioni degli istituti scolastici si registrano anche in Piemonte, Lazio e Lombardia.

"Considerando la situazione da vera emergenza e che nella gran parte dei casi le graduatorie dei nuovi presidi candidati all'immissione in ruolo sono esaurite - dichiara Marcello Pacifico, presidente Anief e segretario organizzativo Confedir - il Miur non ha altra scelta: bisogna bandire in fretta un nuovo concorso nazionale per dirigente scolastico".

"Del resto - continua Pacifico - una norma approvata dall'ex Ministro dell'Istruzione, Maria Stella Gelmini, aveva previsto che la selezione per nuovi presidi si sarebbe dovuta attuare ogni anno e dall'ultimo concorso a cattedra, bandito con D.D.G. del 13 luglio 2011, ne sono già passati tre".

La carenza potrebbe diventare da allarme rosso, qualora lo Stato dovesse finalmente dare seguito a quanto stabilito dalla Consulta, con sentenza 147/2012 che ha espresso parere contrario alla sparizione di 2.100 scuole autonome attuata dal 2011 a seguito dell'approvazione della Legge Tremonti-Gelmini 111/2011 che ha fissato l'obbligo di accorpamento in istituti comprensivi di scuole d'infanzia, primaria e medie con meno di mille alunni.

Su questo punto, già diversi Tar e il Consiglio di Stato hanno dato ragione al sindacato che ha impugnato l'illegittima soppressione, con conseguenti danni per l'utenza e per i lavoratori costretti alla mobilità forzata. Inoltre, sulla cancellazione delle autonomie scolastiche pesa non poco il mancato accordo con le Regioni, invece reputato indispensabile dalla Legge 128/13.

Anief, infine, ricorda che non è nemmeno più possibile tamponare la situazione utilizzando i cosiddetti vice-presidi, come accadeva in passato: "una norma contenuta nella spending review prevede, infatti, di non corrispondere più le indennità di reggenza ai vicari, dallo scorso anno scolastico tornati a fare i docenti o relegati a semplici collaboratori. Con il risultato che anche quest'anno - conclude il sindacalista Anief-Confedir - ci saranno dirigenti scolastici a capo di sette sedi, distanti anche decine di chilometri l'una dall'altra".


Leggi questo:

http://1.flcgil.stgy.it/files/pdf/20140702/decreto-ministeriale-524-del-30-giugno-2014-dotazioni-organiche-dirigenti-scolastici-2014-2015.pdf

Come puoi ben vedere le istituzioni scolastiche sono 8513, ma 475 di queste sono sottodimensionate, sottratte le quali rimangono 8038, a queste si aggiungono i 56 CPIA e avremo
8094. Queste sono le sedi da coprire con incarico a t.i. per l'anno scol. 2014/15. E' logico che se quel sindacato parte da 8400 i conti non torneranno mai.
Per concludere i posti sono poco più di 600, diventano 1075 se aggiungiamo i 475 che non potrebbero essere computati. In questo modo  si danno false speranze alla gente, che crede che il concorso sarà per 1200 posti, mentre in realtà sarà per 300/400 max, considerando la quota riservata prevista dalla 58/14. Rimane l'incognita dei posti previsionali in aggiunta ai 300/400 di cui parlavo, ma non vedo in questo governo alcun tipo di lungimiranza politica. Questi sono proiettati verso nuove elezioni, quello ha capito che senza una sua maggioranza non combinerà niente, quindi il prossimo anno si vota. Quando voterete pensateci a cosa fate, il problema è che non esiste alternativa, perché sono uno più buffone dell'altro.

Da: Guerini gabriele XFabio19/09/2014 15:17:56
Fonti ufficiale miur:

Reggenze 2014/15         1168

di queste 470 su sedi sottodimensionate
              698 su sedi normodimensionate

Considerà però che un centinaio di queste 698 reggenze sono a t.d., cioè si tratta di sostituzione temporanea di ds assenti per vari motivi: salute, distacchi politico-sindacali, aspettative di vario tipo, etc...



Da: Guerini Gabriele19/09/2014 15:20:56
Quindi è vero quello che dice quel sindacato quando dice che nell'anno scolastico 1200 scuole saranno senza preside, nel senso che avranno un reggente (per loro evidentemente equivale a essere senza preside!), ma non scambiamo le 1200 sedi senza preside per altrettanti posti per il concorso!

Da: Fabio Filzi19/09/2014 16:01:04
All'uscita del bando, leggeremo la quota posti.
Grazie di tutti i tuoi calcoli...
Sembri me, quando ero giovane: calcolavo tutto.
Oggi, a 50 anni, non calcolo più, vivo con altro "respiro"...
Tuttavia, grazie e auguri.

Da: Guerini gabriele XFabio19/09/2014 16:31:10
La verità è che non vorrei partecipare al concorso, quindi spero che i posti siano veramente pochi, così da poter rinunciare senza rimpianti o rimorsi. Hai ragione tu, meglio aspettare il bando per vedere quanti posti ci saranno. Io sarei più propenso a partecipare l'anno successivo, per tanti motivi. uno fra questi è che non mi sento abbastanza preparato e motivato per farlo subito. Però se metteranno a bando anche i posti del 2016 non avrò scelta, dovrò partecipare per forza, altrimenti dovrei aspettare altri tre anni per farlo e non posso permettermelo perché ho la tua stessa età. Certi tipi di concorso dopo una certa età sarebbe meglio non affrontarli, infatti se guardi le date di nascita dei vincitori 2011 ti renderai conto che è tutta gente giovane di età tra i 35 e i 45, con qualche eccezione verso il basso o verso l'alto, ma difficilmente sopra i 55 anni. Invece i vincitori del 2004 erano prevalentemente di età tra i 50 e i 55. Molti di loro sono già in pensione! Con queste nuove procedure concorsuali bisogna essere molto svegli mentalmente, non solo nel senso dello studio. Durante gli scritti a cui ho partecipato molti hanno copiato, riuscendo a superare le prove. In effetti se non si ha una preparazione a bomba è difficile elaborare cose interessanti. Credo che al prossimo corso-concorso certe scorciatoie non saranno consentite. In bocca al lupo a te!

Da: Attenzione!19/09/2014 17:25:56
Attenzione, bisogna abituarsi al fatto che, con i nuovi meccanismi concorsuali (corso-concorso bandito annualmente) i posti saranno, in generale, sempre pochi: non ci sarà più l' "accumulo" di posti avuto in passato, anche se dovessero saltare il concorso annuale qualche volta.

Quindi, abituiamoci alle nuove regole ed ai nuovi numeri!

Da: Guerini Gabriele19/09/2014 17:53:35
Hai perfettamente ragione, il primo concorso con la storia della quota di riserva ne avrà veramente pochissimi... Meglio l'anno dopo, almeno per me, nel frattempo mi preparo a dovere, buona fortuna a tutti!

Da: Guerini Gabriele19/09/2014 17:54:55
Hai perfettamente ragione, però il primo concorso con la storia della quota di riserva  di posti ne avrà veramente pochissimi... Meglio l'anno dopo, almeno per me, nel frattempo mi preparo a dovere, magari mi cerco un onorevole coi fiocchi, buona fortuna a tutti!

Da: @Attenzione19/09/2014 19:48:48
i posti non sono pochini perché il concorso è annuale, ma perché Tremonti-Gelmini col dimensionamento illegittimo della L 111/11 si sono mangiati in soli due anni più di duemila scuole autonome e nonostante la Consulta abbia dichiarato incostituzionale la legge, delle vecchie scuole non c'è più traccia né mai ce ne sarà, pouf!

Da: Such a shame19/09/2014 21:54:21
Caltanissetta, è record: una terza liceo con 42 alunni di cui 4 disabili!

E' una vera vergogna che accadano cose simili, altro che buona scuola, qua a forza di tagli stiamo diventando il peggio del peggio, senza offesa altro che Zambia.

Da: Tagli tagli tagli20/09/2014 07:40:02
Nel mio istituto professionale la classe prima è' composta da 34 alunni di cui 3  disabili e un Dsa.......alla faccia della qualità del processo di insegnamento-apprendimento.purtroppo anche questo governo non investe fondi e risorse nella scuola

Da: Peline 20/09/2014 13:22:38
Secondo voi è affidabile l'informazione fornita da un famoso ente di formazione , secondo cui il bando sarà emanato nel mese di ottobre ?

Da: Ve lo dicevo20/09/2014 13:52:11
x  Tagli tagli tagli e  x tutti

Ve lo dicevo, in tempi passati, su questo forum,  che renzino  e certa sinistra plutocratica erano come il nano, ma venivo accusato, qui ed a scuola, di essere un nanista (!!!!!!!!!!).

Ora invece molti si stanno accorgendo, a loro spese, che in effetti avevo torto... ma nel senso che renzino il plutocratico è... PEGGIORE del nano.

Il nano almeno ci diceva in faccia quello che pensava di noi, cioè che siamo fannulloni, ecc. ecc., invece renzino il plutocratico ci prende doppiamente per il cul.: a parole dice che serviamo, che bisogna investire miliardi nella scuola, ecc. ecc., nei fatti si sta comportando come e peggio del nano, nelle scuole spesso non c'è neanche la carta per il cesso!!!!!!

Ma non vi lamentate, verranno giorni peggiori... Poi vedrete chi ha ragione...

Per tornare al concorso, credo che comunque, entro massimo 4 mesi (circa), il concorso ci sarà (anche perché ce lo pagheremo noi, e magari lo stato ci guadagnerà pure -!!!!!-, come stiamo pagando i megastipendi a tanti magnaccia di stato): e poi pian piano (per sfruttare al meglio le tante reggenze) immetteranno in ruolo i nuovi vincitori...

Raglia, popolo italiano, raglia!!!!!!

Da: @Peline e @ve lo dicevo20/09/2014 14:58:10
Se è per questo già a gennaio un altro famoso ente di formazione invitava ad iscriversi al suo corso di formazione data l'imminenza del bando, infatti siamo quasi a ottobre ed è tutto in alto mare. Certo l'ente tutti i torti non ce li aveva, visto che il Dl 104/13 diceva che il bando doveva essere emanato entro 4 mesi dalla conversione in legge del decreto. In effetti la 104/13 era stata convertita a novembre, per cui l'ente coerentemente si era attivato, solo che si era dimenticato che siamo in Italia.
Se Peline ci dicesse qual è l'ente che afferma ciò, magari potremmo dare un giudizio più concreto.

@ve lo dicevo
La cosa più scandalosa dei tagli non è la cosa in sé, che potrebbe avere senso se questi potevano contribuire al rafforzamento delle finanze pubbliche. Ma quanto lo stato paga di soli interessi sul debito pubblico quasi 90 miliardi di euro l'anno, non vedo a cosa possa servire non investire per esempio sui dirigenti scolastici, lasciando in atto le reggenze.
Non assumendo nuovi ds e mantenendo i reggenti il risparmio tra il 2014 e il 2015 sarà di circa 15 milioni di euro, cosa volete che siano rispetto ai 100 miliardi di euro per interessi? Inoltre l'Italia per mantenere in piedi quel baraccone inutile che chiamasi UE sborsa ogni anno un altro 100 miliardi di euro, che fra l'altro fanno aumentare il debito, di per sé mostruoso e contribuiscono ad alzare quella famosa soglia del 3 per cento del rapporto fra deficit e pil, togliendo risorse al sistema paese. A queste condizioni è chiaro che la politica dei tagli  in sé  è inutile, una goccia nell'oceano. Lo stato ha risparmiato tramite i tagli alla PA 5 miliardi di euro l'anno, che ripeto, rispetto al bilancio statale sono una cifra ininfluente per cambiare la situazione drammatica in cui versiamo. Questi tagli però, seppur inutili in sé, producono, in chi ne subisce gli effetti, delle conseguenze enormi, perché cala notevolmente il potere d'acquisto dei dipendenti pubblici, che non sono più in grado di far tenere il sistema economico come un tempo, perché spendono per quel che possono, cioè poco o niente. Ciò che guadagniamo se ne va  soprattutto in decine di balzelli che vanno dalla spazzatura, all'imu, dalla tasi all'assicurazione, dal bollo auto al canone rai, dall'acqua al gas, dalla luce al carburante, insomma non ce la facciamo più. Sui giornali si legge che siamo in deflazione, ma io constato mensilmente che i prezzi aumentano eccome e anche costantemente. L'inflazione c'è, però il sistema di potere finge che non ci sia. Relativamente a Renzi la luna di miele è finita, il 42 per cento di maggio ormai è storia e alle prossime elezioni quei numeri il PD se li può sognare.
Chi è Renzi s'è capito chiaro: a Letta diceva "sta sereno", infatti gli ha tolto la poltrona senza chiedere nemmeno scusa. In questi mesi ha sempre fatto l'esatto contrario di ciò che diceva. Furbo lo è, come lo sono in genere i fiorentini, ma la luna di miele, lo ripeto, è finita. Anche gli statali a maggio avevano votato a larga maggioranza il PD, nella speranza che la politica dei tagli finisse, almeno era questo che lasciava capire il lui. Magari non tutto quello che sta succedendo era voluto da Renzi, magari il sistema è più forte di lui, così come le resistente fortissime all'interno dell'apparato di potere dello stato. Tu parlavi di nano e facevi bene, perché la responsabilità per il fallimento della soluzione del problema dei quota 96 dipende proprio da lui. Ricordo come se fosse ora che due giorni dopo la decisione di mandare in pensione i quota 96, il nostro piccolo amico fece una levata di scudi, dicendo che se ciò fosse avvenuto, Forza Italia avrebbe ridimensionato la sua collaborazione con Renzi. In pratica stanno governando ancora  la stella e il brunetta, anche se noi non ce n'eravamo accorti. In fondo i tecnici dentro al Miur a al Ministero PA sono gli stessi che c'erano ai tempi di Berlusconi. Se Renzi non sarà fatto cadere nei prossimi mesi è solo perché i parlamentari sarebbero disposti a vendere la democrazia anche a saldo, pur di non perdere la poltrona su cui stanno seduti così comodamente. Una volta era più facile sciogliere il parlamento perché esisteva la democrazia, così che ci si poteva ripresentare alle elezioni e magari essere rieletti. Oggi i parlamentari sono sotto ricatto, perché sono i partiti che scelgono chi salirà, non è più il popolo con le preferenze personali. Ci sarebbe da scrivere un intero "cahier de doleances", ma per non annoiarvi chiudo qui.

Da: @Peline20/09/2014 15:11:24
Stavo pensando tra me e me che l'ente di cui parla peline potrebbe avere ragione, perché solo cominciando le prove entro dicembre si potrebbe completare l'iter del corso-concorso prima del 1/9/2015. Però pensavo anche che c'è un altro problema: manca il DPCM attuativo dell'art. 17 comma 1 del DL104/13. L'emanazione del decreto attuativo del concorso sarà il segnale di start, quindi più che aspettare il bando chi vuol partecipare si tenga informato su questa cosa. Sinceramente considerato che siamo in Italia dubito che entro un mese possano fare l'una cosa (DPCM) e l'altra (bando), quindi realisticamente dico che il bando a ottobre è poco probabile. Ma poi con tutti questi bei ds pronti a farsi le reggenze (alcuni hanno fatto richiesta, ottenendola, anche per più di una reggenza) che gliene potrebbe fregare del concorso al governo?

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, ..., 3178, 3179, 3180, 3181, 3182, 3183 - Successiva >>


Torna al forum