Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

Magistratura 2015
34867 messaggi, letto 1431525 volte

Registrati per aggiungere questa o altre pagine ai tuoi Preferiti su Mininterno.

Torna al forum  - Rispondi    



Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 628, 629, 630, 631, 632, 633, 634, 635, 636, 637, 638, ..., 1158, 1159, 1160, 1161, 1162, 1163 - Successiva >>

Da: querelle su Bellomo10/09/2015 11.46.04
I geni danno solo prestigio alle istituzioni cui appartengono. E non vedo cosa c'entri un'opera a metà tra la letteratura e la scienza con il Consiglio di Stato. E con le tue osservazioni. Quando trovi qualcuno che usa la logica formale per studiare le relazioni umane dovresti portargli più rispetto. Specie considerando che tu non ti firmi. Lui si.
Rispondi

Da: uffii10/09/2015 11.47.32
signori...mr. B(ean) ha avuto il suo anno exploit nel 2013 quando è toccato a lui indovinare le tracce...l'anno scorso è toccato a caringella...
Restiamo all'attualità però...a chi toccherà quest'anno non possiamo prevederlo perciò nella scelta del corso occorre tenere conto di offre una preparazione più solida....chi sia, ognuno lo sceglie per sè....
ma una cosa è certa....chi l'anno scorso ha seguito mr. B(ean) se l'è presa in quel posto...perché co sti cazzi che fai un tema con quelle 4 minchiate del bard...
Rispondi

Da: TheDarkSide10/09/2015 11.53.54
Uffii genio! Hai proprio ragione!
Rispondi

Da: per querelle su Bellomo10/09/2015 11.54.56

- Messaggio eliminato -

Rispondi

Da: per querelle su Bellomo10/09/2015 11.57.14
Un po' di equilibrio ragazzi ... non prendete e soprattutto non credete alla verità assoluta, che non esiste
Rispondi

Da: per querelle su Bellomo10/09/2015 11.57.50
nel concorso come nella vita
Rispondi

E' uscita l'App ufficiale di Mininterno per Android.
Scaricala subito GRATIS!

Da: concorsista II 10/09/2015 11.59.15
i guru dei corsi privati hanno un'altra marcia solo per una cosa:lucrare sulle vostre aspettative,che poi saranno mal riposte
Rispondi

Da: E poi10/09/2015 11.59.18
uno che applica alle relazioni umane, ANCHE SENTIMENTALI, la logica formale, può andar bene forse per un corso di sociologia dei robot.
L'uomo è fortunatamente oltre il semplice arido raziocinio.
Ovviamente ciascuno, poi, resta libero di provare coi sillogismi a rimorchiare le ragazze.
Si qualificherà per quello che è.
Rispondi

Da: fidel castro 10/09/2015 12.06.00
si qoob sn sempre io
Rispondi

Da: qoob 10/09/2015 12.07.43
questo mi rassicura!
;-)
Rispondi

Da: fidel castro10/09/2015 12.08.42
anche senza telefonino;)
Rispondi

Da: Pater10/09/2015 12.27.37
Ragazzi, secondo voi, limitatamente al diritto amministrativo "sostanziale"(escludendo quindi il processuale), è meglio il casetta o lo scoca(il primo volume, cioè quello scritto da tanti autori)?
Grazie a chi vorrà esprimere la propria opinione.
Rispondi

Da: Fidel Castro10/09/2015 12.45.01
No scrivo piccolo solo dal cell, qoob
Rispondi

Da: X Querelle su Bellomo 10/09/2015 12.53.45
Che non sia possibile applicare la logica al diritto è conclusione cui la scienza giuridica italiana e internazionale è giunta a metà degli anni Sessanta del secolo scorso.
Una celebre scuola italiana di giuristi, fondata da Norberto Bobbio agli inizi degli anni Cinquanta, si era riproposta di applicare la logica al diritto.
Nei 15 anni successivi vennero sfornati libri su libri in proposito - una quantità di opere che persino il vostro consigliere Bellomo impiegherebbe 1 vita per studiare - e gli allievi di Bobbio si spinsero fino a sofisticati tentativi di riduzione del diritto alla logica del primo ordine. Nel 1965 ad una celebre tavola rotonda promossa da Bobbio fu decretato il fallimento dell'impresa: Bobbio abbandonò la facoltà di giurisprudenza di Milano e l'insegnamento giuridico e fondò   la prima facoltà di scienze politiche in Italia, dove insegnò per 40 anni filosofia politica. I suoi allievi si sparsero tra le facoltà di giurisprudenza di Pavia, Milano, Genova, Camerino e Palermo. Il sogno fu abbandonato per un'insanabile contraddizione tra lingua naturale (in cui sono scritti i testi normativi) e lingua formale (in cui opera la logica), che dava adito al noto fenomeno della discrezionalità interpretativa che tutti i giuristi conoscono e che nessun logico riesce ad affermare. Solo uno degli allievi di Bobbio, nella metà degli anni Sessanta magistrato e fondatore della corrente Magistratura democratica, dopo 40 anni di studi e lavoro è riuscito nell'impresa, sfornando un'opera di mille pagine scritta interamente in formule logiche. Ma avvertendo il lettore che resta tassativamente esclusa la possibilità di usare la logica nell'attività di interpretazione giudiziaria, ma solo e unicamente nella strutturazione di un sistema giuridico.
A Bellomo perciò consiglierei di andare a darsi una letta a qualche opera di cinquant'anni fa e a non proseguire nella pessima figura che fa e continua a fare proponendo l'uso della logica nel diritto.
Se poi insiste nel suo atteggiamento narcisistico, misogino e fuori dal mondo (naturale e anche scientifico) il motivo è che trova terreno fertile nelle speranze, nei sogni e nei desideri di una moltitudine di aspiranti magistrati che vedono in lui e nel suo metodo qualcosa di nuovo che li farà uscire vincitori.
Mentre è roba superata da mezzo secolo.
Imparate, gente.... imparate!

Rispondi

Da: Alexia8810/09/2015 12.54.12
Come ho detto, anch'io non sono convinta che la matematica posso applicarsi ai sentimenti, ma mi pare un pò eccessivo ciò che scrivete su Bellomo. A tutto concedere, nessuno vi obbliga a leggere la rivista o a frequentare il corso. Dove, peraltro, fa delle dimostrazioni degli istituti giuridici che, a mio avviso, sfuggono alle possibilità di chiunque.
Rispondi

Da: BOOM!10/09/2015 12.57.15
Chiunque!
BOOM BOOM!
Chi è troppo enfiato di sè, rischia anche questo, ditelo al vostro Bellomo, heheh
Rispondi

Da: Goose88  10/09/2015 12.59.20
Si peró dicono faccia un'ottima lezione sulla tecnica di redazione e che i temi li corregga davvero lui in tempi brevi e con giudiZi dettagliati... Potete confermare questo dato?
Rispondi

Da: querelle su Bellomo10/09/2015 13.09.13
Avrei qualche dubbio che una persona con il q.i. di 188 e quei risultati in carriera dica cose superate da 50 anni. Mi pare più probabile che anticipi cose che si diranno tra 100. Ad ogni modo ha ragione Alexia. Se non vi piace, baste starne lontani.
Rispondi

Da: Alexander198510/09/2015 13.12.33
@X Querelle su Bellomo

ho studiato a Genova e ho capito di chi stai parlando. Guastini lo citava spesso. Pure lui (e ancor prima il suo maestro, Giovanni Tarello) è uno dei delusi dall'uso della logica nel diritto.
Comunque, ho letto l'articolo sulla rivista e l'ho trovato a dir poco squallido, intriso di venature maschiliste e francamente non giuridico.
E' alquanto vergognoso che un membro del Consiglio di Stato della Repubblica italiana possa scrivere ed affermare certe cose
Rispondi

Da: Alexia8810/09/2015 13.19.16
Credo che stiate davvero esagerando. Non so se per interesse - qui si fa molto pubblicità contro uno per un altro - o invidia. Ma certe affermazioni sconclusionate sono intollerabili. Con lo stesso criterio io potrei dire che siete - o sei - dei pusillanimi. Chi insulta, deve avere almeno la decenza di firmarsi. Perchè non scrivi al diretto interessato i tuoi commenti? Sono convinta che, invece di querelarti, li pubblica e li demolisce. Con la logica. Che è quella che un giudice deve usare.
Rispondi

Da: .................10/09/2015 13.27.03
Ancora con la storia del QI?
Guardate che l'idea che l'intelligenza sia unica e misurabile con un unico indice, il cosiddetto "quoziente intellettivo" o QI, è roba vecchia di cent'anni, che tutta la scienza moderna ha ormai abbandonato da tempo.
Esistono varie ricerche secondo cui la misurazione dell'intelligenza attraverso un test è fuorviante. Secondo alcuni risultati di queste ricerche (pubblicati sulla prestigiosa rivista internazionale Neuron nel 2012) è emerso che le differenze osservate nelle funzioni cognitive possono essere spiegate attraverso almeno 3 distinte componenti: memoria a breve termine, capacità di ragionamento, abilità di parola. Sintetizzare tutto in un unico componente è impossibile. Quindi un dato come il QI non ha alcun senso dal punto di vista scientifico.
La teoria del Q.I. del resto ha presentato problemi da subito.
Dopo l'invenzione del QI, infatti, ci si rese presto conto che un alto quoziente non corrisponde automaticamente al successo personale e professionale.
A determinare quest'ultimo entrano in gioco altri fattori - come la capacità di comunicare, di perseverare, di pianificare.
Negli anni '70 lo psicologo americano Howard Gardner elaborò perciò la teoria delle intelligenze multiple: l'intelligenza è un insieme di capacità diverse.
Negli anni '90, poi, si affermò la teoria dell'intelligenza emotiva. Secondo Daniel Goleman, psicologo cognitivista dell'università di Harvard, le capacità di gestire e trasmettere le emozioni, di modulare i propri stati d'animo, di motivare se stessi, di controllare i propri impulsi rimandando la gratificazione, di essere empatici (cioè di far risuonare dentro di sé i sentimenti degli altri come fossero propri) sono fondamentali per cavarsela nel mondo, eppure non sono mai state considerate nei classici test di intelligenza.
La vera intelligenza sarebbe cioè un misto di cognizione ed emozione.
Quanto all'emozione di Bellomo, non mi sembra vi siano risultati eccellenti, perlomeno da quel che emerge dalla rivista.
In breve, il vostro Bellomo, oltre ad essere insensibile, continua ad essere attaccato a teoria vecchie e abbandonate da tutti nel mondo della scienza.
Altro che diritto e scienza, dunque!
Rispondi

Da: X Alexia8810/09/2015 13.39.07
Di' al tuo venerato B. di andarsi a leggere questi:

- G. Kalinowski, Introduzione alla logica giuridica, Giuffrè, Milano, 1971
- G. H. von Wright, Is there a Logic of Norm?, "Ratio iuris", 1991
- N. Amato, Logica simbolica e diritto, 1969.

Magari, prima di difenderlo a spada tratta e acriticamente - ignorando totalmente ciò di cui stai parlando - vatteli a leggere pure tu questi testi!
Rispondi

Da: avete rotto le scatole10/09/2015 13.42.13
Questo è il forum del concorso. Che cazzo ce ne frega se Bellomo su una rivista privata scrive delle sue storie? Allo stesso modo in cui Caringella pubblica romanzi e va in tv a commentare casi di cronaca nera. Almeno loro hanno qualcosa da raccontare. Voi siete una massa di invertebrati, che succhiano soldi ai genitori.
Rispondi

Da: Concordo 10/09/2015 13.46.37
Avrete davvero sfracellato la minchia con tutte ste stronzate!
Se proprio non c'avete nulla da fare, insultate un po' Zaffiro7, che di recente sembra essere l'attività più di moda su questo forum.
Però mo basta co tutta sta roba! Non ne possiamo più!
Rispondi

Da: ---10/09/2015 13.57.59
Salve a tutti,
vendo:
- Temi svolti 2013, Serafino Ruscica, Dike giuridica
- Le tracce dell'anno 2015 civile, Marco Fratini, Nel diritto editore
- Le tracce dell'anno 2015 penale, Roberto Garofoli, Nel diritto editore
- Le tracce dell'anno 2015 amministrativo, Roberto Garofoli, Nel diritto editore
- Pandora, Le ultimissime tracce civile, penale, amministrativo 2014, Roberto Garofoli, Nel diritto editore
- Manuale di diritto penale parte speciale III edizione, 2013, Caringella - De Palma, Dike giuridica
- Lezioni e sentenze 2013 (civile, penale, amministrativo)
- Memo manuali 2013 (civile, penale, amministrativo), Nel diritto editore
- Nuovo sistema del diritto penale, Francesco Bellomo, volume 1, Diritto e scienza
- Nuovo sistema del diritto amministrativo, Francesco Bellomo, volume 1, Diritto e scienza
- Istituzioni di diritto romano, Mario Talamanca, Giuffrè
- Manuale di diritto civile, Fratini - Chinè - Zoppini, quinta edizione, 2014, Nel diritto editore
- Manuale di diritto amministrativo, Garofoli, settima edizione, 2014, Nel diritto editore
- Lezioni di procedura penale, Lozzi, 2012, Giappichelli

Per contatti: rorschach123@libero.it
Rispondi

Da: gulp!10/09/2015 14.01.44
Cioè, tu avresti studiato tutta sta roba? Toglimi una curiosità. Hai deciso di darti al motociclismo o hai vinto il concorso?
Rispondi

Da: Cattivo10/09/2015 14.09.27
Quando B. smetterà (spero il più tardi possibile) di pubblicare queste storielle tragicomiche lo rimpiangerete. Quanto alla tipa in questione, e' fantastica la sua padronanza del frasario da romanzi rosa. Dunque complimentI a lei (che insiste a mandare SMS sapendo che verranno letti coram populo). Le suggerisco - data la pubblicita' della vicenda - di affrontare l'argomento direttamente su questo sito...oppure di scrivere alla trasmissione "C'e' post@ per te"!
Rispondi

Da: Buono10/09/2015 14.22.44
C'è da dire, però, che scrive bene. Scommetto che sarà pure gnocca, visti gli standard delle borsiste bellomiane. Il cons. è uno sprecone. Io una così me la sarei tenuta stretta.
Rispondi

Da: X Buono 10/09/2015 14.27.47
Io ho seguito il corso l'anno passato. E come chiunque l'abbia seguito, so chi è la tipa di cui si narrano le email da romanzo rosa.
Ebbene, devo dire che non c'è male, anche se di carnagione decisamente troppi cara (tra di noi era soprannominata "mozzarella"; non so se rendo l'idea).
Gli occhi poi avevano un che di particolate; non aggiungo altro, ma quanti erano presenti avranno certamente capito a cosa mi stia riferendo.
Ahahahah
Rispondi

Da: qwetet10/09/2015 14.33.07
più che altro: mi sembra di capire che una sua precedente fidanzata ha avuto la borsa del suo corso?

... tutto ciò è folle, io non capisco come ci si possa minimamente affidare a un corso del genere
Rispondi

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 628, 629, 630, 631, 632, 633, 634, 635, 636, 637, 638, ..., 1158, 1159, 1160, 1161, 1162, 1163 - Successiva >>


Aggiungi la tua risposta alla discussione!

Il tuo nome
Testo della risposta
Aggiungi risposta
 
Avvisami per e-mail quando qualcuno scrive altri messaggi
  (funzionalità disponibile solo per gli utenti registrati)