>Concorsi
>Forum
>Bandi/G.U.
 
 
 
 
  Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

Gli STIPENDI nel PUBBLICO IMPIEGO
5016 messaggi, letto 295536 volte

Registrati per aggiungere questa o altre pagine ai tuoi Preferiti su Mininterno.

Torna al forum  - Rispondi    


Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 158, 159, 160, 161, 162, 163, 164, 165, 166, 167, 168 - Successiva >>

Da: ChengFu74  5  - 02/01/2024 08:18:32
@ticonderoga Guadagni anche molto di più di 120k...un consigliere in bdi senza incarichi dirigenziali di nessun tipo, solo per essere inquadrato in quel grado, verso fine carriera arriva in media a 170-180k + benefits.
Poi considera che sopra consigliere ci sono direttore e direttore centrali, quindi se riesci a salire di grado hai voglia...
Rispondi

Da: buon.. 5  - 02/01/2024 08:47:24
si ma che c...zo c'entrano con il pubblico impiego?
Rispondi

Da: Per sopra 5  - 02/01/2024 09:49:50
Perché, cosa sono? Conoscete il diritto amministrativo?
Rispondi

Da: Dunque 1  4  - 02/01/2024 10:54:25
Quindi se si volesse stilare una classifica degli stipendi?
Rispondi

Da: ChengFu74  1  - 02/01/2024 10:55:07
Ma pensa a studiare e passare i concorsi anziché fare stupide classifiche
Rispondi

Da: Paoletta92 6  - 02/01/2024 12:23:50
In Banca d'Italia le retribuzioni sono più alte di quelle che normalmente riportare qua sopra, e considerate che state parlando solo del tabellare, poi c'è l'accessorio che comprende indennità di funzione, che tutti percepiscono in quanto tutti svolgono una funzione + l'indennità di missione che viene percepita solo nel periodo in cui la missione è svolta (e tutti gli appartenenti alla carriera direttiva svolgono missioni, in italia come all'estero, in quanto Banca è molto proiettata a questo tipo di approcci). Poi dopo ciò arrivano le gratifiche, le diarie, i premi, la 14esima e i benefit.
Per i giuristi invece oltre alla carriera da expert c'è quella per dirigenti avvocati, dove si parte con stipendi almeno di 150-160k e oltre a quanto sopra ci sono anche l'indennità di funzione legale e le propine sul contenzioso effettuato (che può essere altissimo quando si va in giudizio per esempio alla C orte di giustizia europea, alla corte internazionale o all'Icsid).
Rispondi

E' disponibile l'App ufficiale di Mininterno per Android.
Scaricala subito GRATIS!

Da: Dunque 1  4  - 02/01/2024 12:30:33
Allora perché c'è gente che dice che non è pubblico impiego?
Rispondi

Da: Paoletta92 5  - 02/01/2024 12:33:50
Perché formalmente non sei dipendente della pubblica amministrazione ma dell'Eurosistema (che è una PA europea). Infatti giuridicamente parlando il personale di Bankit ha il medesimo inquadramento del personale della Banque de France, della Bundesbank, della BCE ecc... E infatti puoi in ogni momento trasferirti a lavorare in qualsiasi altra banca centrale come se fosse un qualsiasi altro ufficio della stessa struttura, che appunto è l'Eurosistema.
Rispondi

Da: ripeto la domanda 5  - 02/01/2024 13:02:21
ripeto la domanda che c..zo c'entrano con il pubblico impiego?DECRETO LEGISLATIVO 30 marzo 2001, n. 165
Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche.
note: Entrata in vigore del decreto: 24-5-2001 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 16

2. Per amministrazioni pubbliche si intendono tutte le amministrazioni dello Stato, ivi compresi gli istituti e scuole di ogni ordine e grado e le istituzioni educative, le aziende ed amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, le Regioni, le Province, i Comuni, le Comunità montane, e loro consorzi e associazioni, le istituzioni universitarie, gli Istituti autonomi case popolari, le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e loro associazioni, tutti gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali, le amministrazioni, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale l'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN) e le Agenzie di cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300.

Art. 3
Personale in regime di diritto pubblico
(Art. 2, commi 4 e 5 del d.lgs n. 29 del 1993, come sostituiti dall'art. 2 del d.lgs. n. 546 del 1993 e successivamente modificati dall'art. 2, comma 2 del d.lgs. n. 80 del 1998)
1. In deroga all'articolo 2, commi 2 e 3, rimangono disciplinati dai rispettivi ordinamenti: i magistrati ordinari, amministrativi e contabili, gli avvocati e procuratori dello Stato, il personale militare e delle Forze di polizia di Stato, il personale della carriera diplomatica e della carriera prefettizia nonché i dipendenti degli enti che svolgono la loro attività nelle materie contemplate dall'articolo 1 del decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 17 luglio 1947, n.691, e dalle leggi 4 giugno 1985, n.281, e successive modificazioni ed integrazioni, e 10 ottobre 1990, n.287.
Rispondi

Da: Mah!!! 4  1  - 02/01/2024 13:04:14
Ma "siete del mestiere"?
Rispondi

Da: ripeto la domanda 4  - 02/01/2024 13:04:44
Per sopra    02/01/2024 09:49:50
Perché, cosa sono? Conoscete il diritto amministrativo?

mi sa che non conosci neanche la basi. Sai cos'è il TUPI?

non c'entrano una mazza con il pubblico impiego
Rispondi

Da: Mah!!! 1  3  - 02/01/2024 13:09:03
Sono enti di diritto pubblico ma non pubbliche amministrazioni. Conosci la nozione di pa in senso sostanziale di cui all'art 97 cost?
Rispondi

Da: si va bee 5  - 02/01/2024 13:37:07
enti di diritto pubblico è una cosa PUBBLICO IMPIEGO è un'altra cosa. Ci arrivi o no ?
Qui il forum è gli stipendi del PUBBLICO IMPIEGO ma ti leggi almeno???
: Mah!!!    02/01/2024 13:09:03
Sono enti di diritto pubblico ma non pubbliche amministrazioni. Conosci la nozione di pa in senso sostanziale di cui all'art 97 cost?


e insiste pure e vorresti fare il dirigente?

Il pubblico impiego è regolato dal tupi. Chi non rientra nel tupi non fa parte del pubblico impiego. E' talmente semplice che lo capisce chiunque.

Comunque ti meriti un bel TAPIRO.
Rispondi

Da: Mah!!! 5  - 02/01/2024 13:42:42
Io ho parlato della qualificazione giuridica non del rapporto di lavoro. Studiate di più
Rispondi

Da: Paoletta92 5  - 02/01/2024 13:51:35
Anche le magistrature non soggiacciono alla regolamentazione TUPI ma i magistrati sono comunque "pubblici impiegati" svolgendo appunto un impiego di pubblica funzione.
Non serve il diritto amministrativo, basta anche il dizionario Zanichelli di lingua italiana che spiega i significati di impiego, funzione pubblica ecc.
Rispondi

Da: si va bee 5  - 02/01/2024 13:55:18
ma fammi un favore quindi secondo te anche gli enti privatizzati previdenziali tipo ENPAM, INARCASSA etc.. che immagino non sai neanche cosa sia no, in quanto svolgono una funzione pubblicistica e rientrano nell' elenco ISTAT, che credo conoscerai, rientranonel pubblico impiiego?
Il brutto di questi forum è che quando uno non sa una mazza non ha l'umiltà di informarsi prima.

IL PUBBLICO IMPIEGO E' SOLO QUELLO REGOLATO DAL TUPI d.lgs 165/2001
Il resto non è pubblico impiego
Rispondi

Da: Non vi scaldate02/01/2024 14:00:56
Ha ragione l'utente sopra: è impiego alle dipendenze della pubblica amministrazione.
Rispondi

Da: si va bee 4  - 02/01/2024 14:04:28
https://www.funzionepubblica.gov.it/lavoro-pubblico-e-organizzazione-pa/rapporto-di-lavoro-pubblico
Rapporto di lavoro pubblico
Il rapporto di lavoro pubblico è regolato dalla Costituzione, dalle leggi e dai contratti collettivi nazionali.
In particolare, la disciplina del pubblico impiego è regolata dal decreto legislativo n. 165 del 2001. Tale decreto reca le norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche.
Per amministrazioni pubbliche si intendono
le amministrazioni statali, compresi gli istituti e scuole di ogni ordine e grado e le istituzioni educative;
le aziende ed amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo;
le Regioni;
le città metropolitane e gli altri enti di area vasta;
i Comuni, le Comunità montane, e loro consorzi e associazioni;
le istituzioni universitarie;
gli Istituti autonomi case popolari;
le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e loro associazioni;
tutti gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali;
le amministrazioni, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale;
l'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN);
le Agenzie.
La disciplina del rapporto di lavoro comprende le norme relative
al trattamento economico e giuridico dei dipendenti pubblici;
alla disciplina delle incompatibilità e del cumulo di incarichi;
alla regolamentazione dei doveri, delle responsabilità e delle sanzioni disciplinari.
La stessa disciplina comprende anche le norme inerenti alla cessazione del rapporto di lavoro.
A norma dell'articolo 27 della legge n. 93 del 1983, che istituisce il Dipartimento della funzione pubblica all'interno della Presidenza del Consiglio dei ministri, ad esso compete l'attività di indirizzo e di coordinamento generale in materia di pubblico impiego e, pertanto, di rapporto di lavoro pubblico.

Servizio competente: Servizio per la gestione del personale pubblico
Data di pubblicazione: 28 dicembre 2015


https://www.diritto.it/il-rapporto-di-pubblico-impiego/

Rispondi

Da: si va bee 5  - 02/01/2024 14:07:08
infatti non la banca d'Itali o autorità etc--
Sapete almeno leggere?
Rispondi

Da: si va bee 4  - 02/01/2024 14:10:46
Non vi scaldate    02/01/2024 14:00:56
Ha ragione l'utente sopra: è impiego alle dipendenze della pubblica amministrazione.ù


infatti  devi rientrare fra queste. FINE. Ripeto se no anche l'ENPAM (ente di previdenza dei medici ad esempio) rientra nel pubblico impiego.

Per amministrazioni pubbliche si intendono
le amministrazioni statali, compresi gli istituti e scuole di ogni ordine e grado e le istituzioni educative;
le aziende ed amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo;
le Regioni;
le città metropolitane e gli altri enti di area vasta;
i Comuni, le Comunità montane, e loro consorzi e associazioni;
le istituzioni universitarie;
gli Istituti autonomi case popolari;
le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e loro associazioni;
tutti gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali;
le amministrazioni, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale;
l'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN);
le Agenzie.
Rispondi

Da: mamma mia.. 4  1  - 03/01/2024 11:22:37
Mamma mia ma vi leggete? Articolo 3 TUPI i magistrati rientrano nel pubblico impiego in regime pubblicistico.
Sono le basi

Paoletta92    02/01/2024 13:51:35
Anche le magistrature non soggiacciono alla regolamentazione TUPI ma i magistrati sono comunque "pubblici impiegati" svolgendo appunto un impiego di pubblica funzione.
Non serve il diritto amministrativo, basta anche il dizionario Zanichelli di lingua italiana che spiega i significati di impiego, funzione pubblica ecc.



Art. 3. Personale in regime dì diritto pubblico
1. In deroga all'articolo 2, commi 2 e 3, rimangono disciplinati dai rispettivi ordinamenti: i magistrati ordinari, amministrativi e contabili, gli avvocati e procuratori dello Stato, il personale militare e delle Forze di polizia di Stato, il personale della carriera diplomatica e della carriera prefettizia nonché i dipendenti degli enti che svolgono la loro attività nelle materie contemplate dall'articolo 1 del decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 17 luglio 1947, n. 691, e dalle leggi 4 giugno 1985, n. 281, e successive modificazioni ed integrazioni, e 10 ottobre 1990, n. 287.
1-bis. In deroga all'articolo 2, commi 2 e 3, il rapporto di impiego del personale, anche di livello dirigenziale, del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, esclusi il personale volontario previsto dal regolamento di cui al d.P.R. 2 novembre 2000, n. 362, e il personale volontario di leva, è disciplinato in regime di diritto pubblico secondo autonome disposizioni ordinamentali.
1-ter. In deroga all'articolo 2, commi 2 e 3, il personale della carriera dirigenziale penitenziaria è disciplinato dal rispettivo ordinamento.
2. Il rapporto di impiego dei professori e dei ricercatori universitari, a tempo indeterminato o determinato, resta disciplinato dalle disposizioni rispettivamente vigenti, in attesa della specifica disciplina che la regoli in modo organico ed in conformità ai principi della autonomia universitaria di cui all'articolo 33 della Costituzione ed agli articoli 6 e seguenti della legge 9 maggio 1989, n. 168, e successive modificazioni ed integrazioni, tenuto conto dei principi di cui all'articolo 2, comma 1, della legge 23 ottobre 1992, n. 421.

Rispondi

Da: La verità 2  1  - 03/01/2024 13:48:35
Riprendiamo un tema molto spinoso:
Si parlava di differenziali stipendiali... evotiamo di nascondere la magagna promossa dai sindacati ai danni dei giovani e dei neoassunti in generale?
Un anziano in 10 anni si beccherà 3 aumenti sullo stipendio grazie alla sua anzianità di servizio. Un giovane o neoassunto con molta probabilità nessun aumento. Prima con il vecchio meccanismo delle progressioni orizzontali f1-f5 una quota parte degli aumenti era destinata alle fasce più giovani.

Invito tutti quelli in procinto di passare in pa a leggere i precedenti messaggi in questo forum. Giovani evitate la PA se potete.
Rispondi

Da: si torniamo al tema 1  3  - 03/01/2024 14:10:27
posto un brece articolo di Zangrillo.
Penso che per introdurre tali modifiche sia necessario intervenire sui contratti nazionali. Quindi non da subito. Inoltre se ho capito bene si supererebbe l'attuale sistema delle progressioni. Che ne pensate?

nche la pubblica amministrazione imbocca la rotta delle aziende
private. Il ministro della Pubblica
amministrazione, Paolo Zangrillo, intervistato da 11 Messaggero svela la
"rivoluzione" in arrivo per gli statali.
La novità, forse la più appariscente
ma non l'unica, è che gli «scatti» di
carriera nella Pubblica Amministrazione saranno «decisi dai dirigenti»
che «potranno promuovere come
nel privato».
I concorsi? Sono «previsti dalla Costituzione per l'assunzione non per
Paolo Zangrillo (LaPresse)
fare carriera. I nuovi tipi di contratti
partiranno dal comparto della sanità», forse quello più in sofferenza per
turni, organico e ritmi di sostituzione del personale.
La riforma prevederà oltre agli
scatti autorizzati direttamente dalla
dirigenza - senza quindi il vincolo
dell'accordo sindacale - anche un
giudizio da parte del personale inferiore (dipendenti e quadri), che potranno dire la loro (in segreto e nel
più completo anonimato) sull'effic iena del proprio settore e dei rispettivi manager. E i cittadini? L'intenzione è di coinvolgere anche gli utenti
finali della macchina pubblica -
quindi pure i contribuenti - che potranno esprimere elettronicamente
un giudizio sul "servizio" richiesto. A
fine anno si terrà conto - per qualsiasi categoria di travet - del giudizio
incrociato pure per distribuire i premi di produzione che non verranno
più sparati a pioggia non tenendo
conto di chi fatica e chi svicola.
Tanto più che nei prossimi 3 anni
- anche grazie ai fondi e alle riforme
previste dal Pnrr - la macchina statale dovrà rimpinguare l'organico. Oggi, stando all'Istat, conta tre milioni e
238mi1a unità e negli ultimi 10 anni è
diminuito di circa 37rnila unità.
L'età media nella pubblica amministrazione è anche piuttosto elevata:
negli ultimi 20 anni - dal 2001 al 2021
- è lievitata da un'età media di 43,5 a
49,8 anni. Soprattutto il comparto sanitario soffre a causa degli scaglioni
di
Rispondi

Da: purtroppo non ho 105 3  - 03/01/2024 15:27:30
Questi non hanno una lira bucata per valorizzare i funzionari. Che pateticità
Rispondi

Da: La verità 2  2  - 03/01/2024 20:22:22
Nel privato mai e poi mai si sognano di mettere in competizione neoassunti o entry level con superanziani
L' ignoranza di Zangrillo sul tema è utile ai sindacati per fare i loro interessi, ovvero utilizzare un criterio fuori da ogni logica per autopremiarsi e premiare i loro tesserati amici di vecchia data.
Un anziano grazie ad un punteggio determinato al 40% di anzianità partirà con un vantaggio incolmabile per un neoassunto con poca anzianità di servizio in PA. Ogni 3 anni si becca l' aumento sulle spalle dei neoassunti che restano al palo fino al pensionamento degli anziani.
Meccanismo perverso, da denunciare alle autorità o portare in tribunale.
Costruiscono slogan e propaganda completamente lontani dalla realtà. Fattore determinante per i differenziali è ancor di più l'anzianità di servizio a scapito di giovani o neoassunti meritevoli.

Giovani evitate la PA se potete
Rispondi

Da: ma vah 1  2  - 03/01/2024 20:44:15
40 anzianità il resto merito e titoli. Non riesci ad agire su merito e titoli? Allora non meriti!
Rispondi

Da: Mobbasta 1  2  - 04/01/2024 00:09:46
Va beh ma a parte tutte queste pappardelle sugli stipendi, chissenefrega. L'importante è entrare e attaccare il cappello in qualsiasi pubblica amministrazione
Rispondi

Da: Mobbasta 1  2  - 04/01/2024 00:10:02
Va beh ma a parte tutte queste pappardelle sugli stipendi, chissenefrega. L'importante è entrare e attaccare il cappello in qualsiasi pubblica amministrazione
Rispondi

Da: Aupp 2  1  - 04/01/2024 16:22:41
I funzionari non sono valorizzati. Bisognerebbe fare il dirigente ma a diventarlo
Rispondi

Da: aupp04/01/2024 16:51:15
Cmq buone le pappardelle
Rispondi

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 158, 159, 160, 161, 162, 163, 164, 165, 166, 167, 168 - Successiva >>


Aggiungi la tua risposta alla discussione!

Il tuo nome

Testo della risposta

Aggiungi risposta
 
Avvisami per e-mail quando qualcuno scrive altri messaggi
  (funzionalità disponibile solo per gli utenti registrati)