Mininterno.net - Bando di concorso ALMA MASTER STUDIORUM UNIVERSITA' DI BOLOGNA Concorso pubblico, per es...
 
 
 

>Concorsi
>Forum
>Bandi/G.U.
 
 
 
 
  Login |  Registrati 

Bandi di concorso --> Lista bandi --> Dettaglio atto

ALMA MASTER STUDIORUM UNIVERSITA' DI BOLOGNA

Concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di
collaboratore ed esperto linguistico per la lingua giapponese, con
contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato con un monte
ore annuo pari a 750 ore, per le esigenze del Dipartimento di
lingue e letterature straniere moderne. (Disposizione dirigenziale
REP 738 del 28 maggio 2009).

Registrati per aggiungere questa o altre pagine ai tuoi Preferiti su Mininterno.

Fonte:Gazzetta ufficiale n.43 del 9/6/2009
Ente:ALMA MASTER STUDIORUM UNIVERSITA' DI BOLOGNA
Località:-
Codice atto:9E003914
Sezione:Università
Tipologia:Concorso
Numero di posti:1
Scadenza:9/7/2009

Testo piccolo - Testo medio - Testo grande

                     IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO
 
Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168;
Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modifiche e
integrazioni;
Vista la legge 24 dicembre 1993, n. 537, ed in particolare l'art.
5;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n.
487, e successive modifiche e integrazioni, per quanto applicabile
alla luce dell'art. 45, comma 11, del decreto legislativo 31 marzo
1998, n. 80;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000,
n. 445;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive
modifiche e integrazioni;
Visto il decreto legislativo 31 luglio 2003, n. 236;
Vista la legge 5 febbraio 1992, n. 104, e successive modifiche e
integrazioni;
Visto il Regolamento dell'Universita' degli studi di Bologna per i
collaboratori linguistici, emanato con D. R. 2 dicembre 2002, n. 524
pubblicato nel Bollettino ufficiale di Ateneo del 15 dicembre 2002;
Visto il Contratto collettivo di lavoro del personale
tecnico-amministrativo del Comparto Universita', sottoscritto in data
21 maggio 1996, in quanto ancora applicabile al personale
collaboratore ed esperto linguistico, ed in particolare l'art. 51;
Visti i Contratti collettivi di lavoro del personale
tecnico-amministrativo del Comparto Universita', sottoscritti in data
9 agosto 2000, 27 gennaio 2005 e 16 ottobre 2008;
Visto il Regolamento sull'accesso all'impiego presso l'Alma Mater
Studiorum - Universita' di Bologna da parte del personale
tecnico-amministrativo adottato con decreto rettorale n. 190/732 del
17 giugno 2002;
Vista la delibera del Consiglio di amministrazione di questo
Ateneo del 3 marzo 2009 con la quale e' stato approvata l'assunzione
di tre unita' di personale collaboratore esperto linguistico a tempo
indeterminato da destinare principalmente alle lingue extraeuropee;
Visto il Piano strategico di Ateneo per gli anni 2008-2010;
Vista la nota prot. n. 17562 del 7 aprile 2009, indirizzata al
Dipartimento della funzione pubblica, Ufficio personale pubbliche
amministrazioni, con la quale questo Ateneo, ai sensi dell'articolo
34-bis del decreto legislativo n. 165/2001, ha comunicato la
disponibilita' alla copertura del posto sopra specificato;
Considerato che la procedura prevista dall'ad 57 del C.C.N.L
(trasferimenti di personale del comparto) ha dato esito negativo;
Considerato che il posto di cui al presente bando pubblico si
rendera' disponibile solo qualora risulti, totalmente o parzialmente,
inefficace la procedura ex articolo 34-bis del decreto legislativo n.
165/2001;
Dispone:
 
Art. 1.
 
Numero dei posti
 

E' indetto, per le esigenze del Dipartimento di lingue e
letterature straniere moderne dell'Alma Mater Studiorum Universita'
di Bologna, un concorso pubblico, per esami, per la copertura di un
posto di collaboratore ed esperto linguistico per la lingua
giapponese, con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato
con un monte ore annuo pari a 750 ore.
L'Amministrazione garantisce parita' e pari opportunita' tra
uomini e donne per l'accesso al lavoro ed il trattamento nei luoghi
di lavoro.
La sede di servizio per la quale il presente bando viene indetto
e' Bologna.
L'Amministrazione si riserva la possibilita' di utilizzare la
graduatoria di merito anche per soddisfare future ed eventuali
esigenze temporanee non solo presso la sede di Bologna, ma anche
presso quelle di Forli', Cesena, Ravenna e Rimini.

                               Art. 2.
 
Requisiti generali di ammissione
 

Per l'ammissione al concorso e' richiesto il possesso dei seguenti
requisiti:
1) essere di lingua madre corrispondente al posto per il quale si
concorre, vale a dire cittadini italiani o stranieri che per
derivazione familiare o vissuto linguistico abbiano la capacita' di
esprimersi con naturalezza nella lingua di appartenenza, ed in
possesso di idonea qualificazione e competenza;
2) titolo di studio: diploma di laurea del vecchio ordinamento
degli studi o laurea specialistica/magistrale del nuovo ordinamento
degli studi (decreto ministeriale n. 509/1999; decreto ministeriale
n. 270/2004) o titolo di studio universitario straniero adeguato alle
funzioni da svolgere;
3) eta' non inferiore agli anni 18;
4) idoneita' fisica all'impiego;
5) essere in posizione regolare in relazione agli obblighi di
leva (solo per i cittadini italiani di sesso maschile);
6) godere dei diritti politici nel Paese di origine;
7) avere adeguata conoscenza della lingua italiana.
Tutti i requisiti prescritti devono essere posseduti dai candidati
alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle
domande di ammissione al concorso.

                               Art. 3.
 
Domanda e termine di presentazione. Dichiarazioni da formulare nella
domanda
 

La domanda di ammissione al concorso, redatta in carta semplice,
utilizzando il modulo contenuto nell'allegato 1), sottoscritta e
indirizzata al Dirigente ADOC dell'Alma Mater Studiorum - Universita'
di Bologna, Area dei servizi al personale docente e ricercatore,
Settore personale docente, Ufficio collaboratori linguistici e
professori a contratto, piazza Verdi n. 3 - 40126 Bologna, deve
essere presentata direttamente o a mezzo raccomandata con avviso di
ricevimento, o tramite posta celere con avviso di ricevimento, ad
esclusione di qualsiasi altro mezzo.
La domanda deve pervenire a questa Amministrazione
inderogabilmente entro e non oltre il termine perentorio di trenta
giorni che decorre dal giorno successivo a quello di pubblicazione
del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica.
Saranno percio' escluse le domande consegnate o pervenute a questa
Amministrazione oltre tale data, anche se spedite antecedentemente e,
pertanto, non fara' fede il timbro a data dell'ufficio postale di
spedizione, ma la data di ricezione della domanda presso l'Ateneo.
La presentazione diretta puo' essere effettuata all'Alma Mater
Studiorum - Universita' di Bologna -Area dei servizi al personale
docente e ricercatore, piazza Verdi n. 3 - Bologna, nei seguenti
giorni ed orari:
- lunedi', martedi' mercoledi' e venerdi': dalle ore 9,00 alle
11,15;
- martedi' e giovedi' dalle ore 14,30 alle 15,30.
La data di acquisizione delle istanze e' stabilita e comprovata:
- nel caso di presentazione diretta: dalla data indicata nella
ricevuta sottoscritta e rilasciata dal personale di questa
Amministrazione addetto al ricevimento;
- nel caso di spedizione: dalla data di ricezione all'Ateneo
apposta nella ricevuta di ritorno dal personale addetto al
ricevimento.
L'Amministrazione non assume alcuna responsabilita' per il mancato
recapito di comunicazioni che non sia causato da fatti dei proprio
dipendenti.
Nella domanda i candidati dovranno dichiarare sotto la propria
responsabilita':
1) cognome e nome;
2) la data ed il luogo di nascita;
3) la cittadinanza e la lingua madre di origine;
4) (se cittadini italiani) il comune nelle cui liste elettorali
sono iscritti, ovvero i motivi della mancata iscrizione o della
cancellazione dalle liste medesime;
5) di non aver mai riportato condanne penali e di non aver
procedimenti penali in corso; in caso contrario indicare le condanne
riportate e la data della sentenza dell'autorita' giudiziaria che ha
irrogato le stesse (indicare anche se sia stata concessa amnistia,
condono, indulto, perdono giudiziale o non menzione, ecc.) ed i
procedimenti penali pendenti;
6) il possesso del titolo di studio richiesto dall'art. 2 del
presente bando e la votazione riportata;
7) di essere idoneo al servizio continuativo ed incondizionato
all'impiego al quale il concorso si riferisce;
8) gli eventuali servizi prestati presso pubbliche
amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di
pubblico impiego;
9) di non essere stato licenziato per motivi disciplinari,
destituito o dispensato dall'impiego presso una pubblica
amministrazione per persistente insufficiente rendimento e di non
essere stato dichiarato decaduto da altro impiego statale ai sensi
dell'art. 127, lettera d), del testo unico approvato con decreto del
Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, per aver
conseguito l'impiego mediante la produzione di documenti falsi o
viziati da invalidita' insanabile;
10) il possesso di eventuali titoli di preferenza, a parita' di
valutazione, previsti dal decreto del Presidente della Repubblica n.
487/1994, e successive modificazioni ed integrazioni, cosi' come
indicati nel successivo art. 6 del presente bando. Tali titoli devono
essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la
presentazione delle domande di ammissione al concorso;
11) la propria disponibilita' in caso di assunzione a raggiungere
qualsiasi sede di servizio gli venga assegnata;
12) il recapito eletto in Italia ai fini della partecipazione al
concorso;
13) di allegare un proprio curriculum vitae datato e firmato,
nonche' copia fotostatica di un proprio documento di riconoscimento.
I cittadini italiani devono inoltre indicare:
â? l'intero percorso di studi effettuato (per l'accertamento del
possesso del requisito della madrelingua);
â? il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i
motivi della mancata iscrizione;
â? la posizione nei riguardi degli obblighi militari.
I cittadini stranieri debbono dichiarare altresi' di avere
adeguata conoscenza della lingua italiana e di godere dei diritti
civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza
ovvero i motivi del mancato godimento.
In calce alla domanda va apposta la firma, la quale non richiede
l'autenticazione ai sensi dell'art. 38 del decreto del Presidente
della Repubblica n. 445 del 2000.
I candidati portatori di handicap, ai sensi dell'art. 3 della
legge 5 febbraio 1992, n. 104, potranno richiedere nella domanda di
partecipazione al concorso i benefici previsti dall'art. 20 della
medesima legge, allegando - in originale o in copia autenticata -
certificazione relativa allo specifico handicap rilasciata dalla
Commissione medica competente per territorio. Al fine di semplificare
l'azione amministrativa, l'interessato potra' segnalare anche tramite
Fax al n. 051/2098980, in aggiunta a quanto gia' dichiarato nella
domanda stessa, la propria situazione di handicap, entro e non oltre
dieci giorni dalla data di scadenza del termine utile per la
presentazione delle domande di ammissione al concorso.
La partecipazione al concorso comporta il versamento di un
contributo, non rimborsabile, pari a 20 Euro, a copertura forfettaria
delle spese concorsuali.
Il pagamento dovra' avvenire in una delle seguenti modalita':
1) per contanti presso qualsiasi agenzia UniCredit Banca presente
sul territorio italiano - Codice Ente 307100;
2) tramite bonifico bancario a favore di Alma Mater Studiorum -
Universita' di Bologna - Istituto cassiere: UniCredit Banca S.p.A. -
Tesoreria enti - piazza Aldrovandi n. 12/A - Bologna - Codice IBAN:
IT 57 U 02008 02457 000002968737;
3) in via residuale, sul conto corrente postale n. 23852403
intestato all'Alma Mater Studiorum - Universita' di Bologna.
A prescindere dalla forma di pagamento utilizzata e' obbligatorio
indicare la seguente causale. «Contributo partecipazione concorsi».
La ricevuta del versamento deve essere allegata (in originale)
alla domanda di partecipazione, pena l'esclusione dal concorso.
In caso di utilizzo di bonifico on line occorrera' allegare la
ricevuta di conferma dell'operazione e non il semplice ordine di
bonifico.

                               Art. 4.
 
Adempimenti obbligatori dei candidati a pena di esclusione
 

In caso di mancanza di talune delle dichiarazioni di cui
all'articolo precedente, questa Amministrazione provvedera', ove
possibile, alla loro regolarizzazione con esclusione delle seguenti
tipologie di irregolarita', che determineranno l'esclusione
automatica dalla procedura selettiva:
1) mancanza di firma autografa del candidato;
2) mancato rispetto dei termini e delle modalita' di invio
dell'istanza di partecipazione;
3) mancato versamento del contributo di partecipazione al
concorso;
4) mancanza del requisito previsto nell'art. 2 del presente bando
(titolo di studio).
I candidati sono ammessi ai concorso con riserva.
L'Amministrazione puo' disporre in qualsiasi momento, con proprio
provvedimento motivato, anche successivamente allo svolgimento delle
prove d'esame, l'esclusione dal concorso stesso. L'esclusione verra'
comunicata all'interessato.

                               Art. 5.
 
Commissione giudicatrice
 

La Commissione esaminatrice del concorso sara' nominata con
provvedimento di questa Amministrazione ai sensi dell'art. 5 del
Regolamento sull'accesso all'impiego presso l'Alma Mater Studiorum -
Universita' di Bologna da parte del personale tecnico-amministrativo,
sara' formata da tre componenti e composta: da un Presidente e da due
esperti nelle materie oggetto del concorso o nella selezione del
personale.
Le funzioni di segretario saranno svolte da un impiegato
appartenente alla categoria non inferiore alla C.
Alla suddetta Commissione possono essere aggregati membri aggiunti
per materie speciali o esperti in possesso di competenze specifiche
relative alla selezione del personale.

                               Art. 6.
 
Prove d'esame - Comunicazioni ai candidati
 

Le prove d'esame, finalizzate all'accertamento delle conoscenze e
capacita' professionali per lo svolgimento dei compiti di cui
all'art. 3 del Regolamento di Ateneo per i collaboratori ed esperti
linguistici, consisteranno in una prova scritta ed in una prova
orale.
La prova scritta consistera' nella stesura di un elaborato in
lingua giapponese, della durata di 2 ore, su temi inerenti alla
didattica del giapponese come lingua straniera.
La prova orale consistera' nella presentazione di una
esercitazione linguistica vertente principalmente sulle materie
oggetto della prova scritta, della durata di venti minuti, avente ad
oggetto un argomento sorteggiato almeno ventiquattro ore prima da
ciascun candidato ammesso all'orale.
La prova scritta si svolgera' il giorno 16 luglio 2009 alle ore
10,00 presso l'aula L del complesso delle Aule Belmeloro, via
Belmeloro n. 14 - Bologna.
Tale avviso ha valore di notifica per tutti i candidati
partecipanti alla selezione.
Per la prova scritta i concorrenti non potranno portare con se'
libri, periodici, giornali quotidiani ed altre pubblicazioni di alcun
tipo ne' potranno portare borse o simili, capaci di contenere
pubblicazioni del genere, che dovranno in ogni caso essere consegnate
prima dell'inizio delle prove al personale di vigilanza, il quale
provvedera' a restituirle al termine delle stesse, senza peraltro
assumere alcuna responsabilita' circa il loro contenuto.
Durante lo svolgimento della prova scritta i candidati non
potranno comunicare fra di loro in alcun modo pena l'immediata
esclusione dal concorso.
Saranno ammessi alla prova orale i candidati che avranno riportato
nella prova scritta la votazione di almeno 21/30.
La Commissione rendera' noto in sede d'esame l'orario e il luogo
in cui saranno disponibili i risultati della correzione della prova
scritta. Tale comunicazione individuera' i candidati ammessi alla
prova orale, che dovranno presentarsi, senza bisogno di altro
preavviso, il giorno 27 luglio 2009 alle ore 10,00 presso la sala
riunioni dell'Area dei servizi al personale docente e ricercatore,
piazza Verdi n. 3, 1° piano - Bologna, per effettuare il sorteggio
dell'argomento da presentare alla prova orale.
La prova orale si terra' il giorno 29 luglio 2009 alle ore 10,00
presso l'aula D del piano rialzato della Facolta' lingue e
letterature straniere, via Filippo Re n. 8 - Bologna.
Tale avviso ha valore di notifica per tutti i candidati
partecipanti alla selezione.
Il colloquio si svolgera' in un'aula aperta al pubblico, di
capienza idonea ad assicurare la massima partecipazione.
La prova orale si intendera' superata se il candidato avra'
raggiunto la votazione di almeno 21/30.
Il punteggio finale complessivo (max 60 punti) sara' determinato
dalla somma di:
â? votazione conseguita nella prova scritta;
â? votazione conseguita nel colloquio.
Al termine della prova orale la Commissione formera' l'elenco dei
candidati esaminati, con l'indicazione del voto riportato nella prova
orale da ciascuno di essi, e provvedera' ad affiggerlo nella sede di
esame.
Il punteggio finale sara' dato dalla somma del voto conseguito
nelle prova scritta e dalla votazione conseguita nel colloquio.
Per essere ammessi a sostenere sia la prova scritta che quella
orale i candidati dovranno presentarsi nella sede di esame muniti di
un documento di riconoscimento in corso di validita'.
I cittadini dell'Unione europea dovranno presentare il passaporto
oppure un documento di identita' rilasciato dal Paese di origine.
I soggetti non appartenenti all'Unione europea dovranno presentare
il solo passaporto.
Ogni eventuale ulteriore e/o diversa indicazione circa le date
delle prove sara' pubblicata sul sito web dell'Ateneo
http://www.unibo.it/Portale/Personale/Concorsi/default.htm dal giorno
10 luglio 2009.

                               Art. 7.
 
Preferenze a parita' di valutazione
 

I candidati che abbiano superato la prova orale dovranno inviare
al Dirigente dell'Area dei servizi al personale docente e ricercatore
dell'Alma Mater Studiorum - Universita' di Bologna, piazza Verdi n. 3
- 40126 Bologna, i documenti in carta semplice - in originale o in
copia autenticata - attestanti il possesso dei titoli di preferenza,
a parita' di valutazione, gia' indicati nella domanda. In
alternativa, ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica n.
445 del 28 dicembre 2000, per tutti i documenti sotto elencati, sara'
possibile produrre dichiarazione sostitutiva di certificazione. Resta
salva, in quest'ultimo caso la possibilita' per l'Amministrazione di
procedere ad idonei controlli sulla veridicita' delle dichiarazioni
sostitutive.
Si fa presente altresi' che le dichiarazioni mendaci o false sono
punibili ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia
e nei casi piu' gravi possono comportare l'interdizione temporanea
dai pubblici uffici, ferma restando la decadenza dai benefici
eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della
dichiarazione non veritiera.
Da tali documenti, o dalla dichiarazione sostitutiva di
certificazione, dovra' risultare inoltre che il requisito era
posseduto alla data di scadenza del termine utile per la
presentazione della domanda di ammissione al concorso.
I documenti in questione, o le corrispondenti dichiarazioni
sostitutive di certificazione, dovranno pervenire all'Amministrazione
entro il termine perentorio di quindici giorni a decorrere dal giorno
successivo a quello in cui e' stato sostenuto il colloquio.
A parita' di merito i titoli di preferenza sono:
1) gli insigniti di medaglia al valor militare;
2) i mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti;
3) i mutilati ed invalidi per fatto di guerra;
4) i mutilati ed invalidi per servizio nel settore pubblico e
privato;
5) gli orfani di guerra;
6) gli orfani dei caduti per fatto di guerra;
7) gli orfani dei caduti per servizio nel settore pubblico e
privato;
8) i feriti in combattimento;
9) gli insigniti di croce di guerra o di altra attestazione
speciale di merito di guerra, nonche' i capi di famiglia numerosa;
10) i figli dei mutilati e degli invalidi di guerra ex
combattenti;
11) i figli dei mutilati e degli invalidi per fatto di guerra;
12) i figli dei mutilati e degli invalidi per servizio nel
settore pubblico e privato;
13) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le
sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti di guerra;
14) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le
sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per fatto di
guerra;
15) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le
sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per servizio
nel settore pubblico o privato;
16) coloro che abbiano prestato servizio militare come
combattenti;
17) coloro che abbiano prestato lodevole servizio a qualunque
titolo, per non meno di un anno nell'amministrazione che ha indetto
il concorso;
18) i coniugati e i non coniugati con riguardo al numero dei
figli a carico;
19) gli invalidi ed i mutilati civili;
20) i militari volontari delle Forze armate congedati senza
demerito al termine della ferma o rafferma.
A parita' di merito e di titoli la preferenza e' determinata:
a) dal numero dei figli a carico, indipendentemente dal fatto che
il candidato sia coniugato o meno;
b) dall'aver prestato lodevole servizio nelle amministrazioni
pubbliche;
c) dalla minore eta' anagrafica.

                               Art. 8.
 
Formazione ed approvazione della graduatoria
 

Al termine della prova d'esame la commissione forma la graduatoria
secondo l'ordine decrescente del punteggio complessivo.
La graduatoria di merito dei candidati e' formata secondo l'ordine
dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato,
con l'osservanza, della riserva prevista dall'art. 1 del presente
bando, e a parita' di punti, delle preferenze previste nel precedente
articolo 7.
La graduatoria di merito e' approvata con provvedimento
dell'Amministrazione ed e' immediatamente efficace; ha la durata di
anni tre dall'approvazione. Detto provvedimento sara' pubblicato nel
Bollettino Ufficiale dell'Alma Mater Studiorum - Universita' di
Bologna.
Di tale pubblicazione sara' data notizia mediante avviso nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica. Dalla data di pubblicazione di
detto avviso decorre il termine per eventuali impugnative, laddove il
provvedimento non sia stato portato altrimenti a conoscenza.

                               Art. 9.
 
Assunzione in servizio
 

Il candidato dichiarato vincitore sara' invitato a stipulare, un
contratto individuale finalizzato all'instaurazione di un rapporto di
lavoro subordinato a tempo indeterminato con un monte ore annuo pari
a 750 ore.
Costituiscono compiti e responsabilita' del collaboratore
linguistico:
a) collaborazione all'insegnamento delle lingue;
b) svolgimento di esercitazioni in aula ed in laboratorio;
c) elaborazione e somministrazione delle prove di accertamento
linguistico;
d) verifiche didattiche relative all'apprendimento delle lingue;
e) preparazione ed elaborazione di materiale didattico;
f) attivita' di assistenza a studenti mediante correzione di
elaborati scritti, assistenza tesi, ricevimento e consulenza;
g) partecipazione a progetti volti alla diversificazione e
modernizzazione dell'offerta didattica;
h) partecipazione a riunioni di programmazione didattica;
i) attivita' di formazione attinente all'attivita' da svolgere.
Il rapporto di lavoro e' regolato dal contratto individuale, dai
contratti collettivi di comparto, dalle disposizioni di legge e dalle
normative comunitarie.
Il contratto individuale specifica che il rapporto di lavoro e'
disciplinato dai contratti collettivi nel tempo vigenti anche per le
cause di risoluzione e per i termini di preavviso. E' in ogni modo
condizione risolutiva del contratto, senza obbligo di preavviso,
l'annullamento della procedura di reclutamento che ne costituisce il
presupposto.
Al nuovo assunto sara' corrisposto il trattamento economico
iniziale spettante alla categoria dei collaboratori linguistici.
Il periodo di prova ha la durata di tre mesi. Decorso tale periodo
senza che il rapporto di lavoro sia stato risolto da una delle parti,
il dipendente si intende confermato in servizio e gli viene
riconosciuta l'anzianita' dal giorno dell'assunzione a tutti gli
effetti.
L'Amministrazione si riserva la facolta' di utilizzare la
graduatoria di merito al fine di procedere alla copertura di
ulteriori posti vacanti a tempo indeterminato, con articolazione
dell'orario a tempo pieno o parziale, nel rispetto dell'equilibrio
finanziario e di bilancio. Si riserva altresi' la possibilita' di
procedere ad assunzioni a tempo determinato, senza pregiudizio
rispetto all'esercizio della facolta' precedente, nel rispetto
dell'equilibrio finanziario e di bilancio. L'esercizio delle
riservate facolta' avviene senza pregiudizio alla posizione in
graduatoria, con prevalenza dell'assunzione a tempo indeterminato
rispetto a quella a tempo determinato e, in subordine,
dell'assunzione a tempo pieno rispetto a quella a tempo parziale.

                              Art. 10.
 
Presentazione dei documenti per la costituzione del rapporto di
lavoro.
 

Il vincitore, ai fini dell'accertamento dei requisiti per
l'assunzione, sara' invitato a presentare a pena di decadenza ed
entro trenta giorni dalla stipulazione del contratto individuale di
lavoro, i documenti di rito.
Agli atti e documenti redatti in lingua straniera deve essere
allegata una traduzione in lingua italiana, certificata conforme al
testo straniero, redatta dalla competente Rappresentanza diplomatica
o consolare, ovvero da un traduttore ufficiale.

                              Art. 11.
 
Norme di salvaguardia
 

Per quanto non previsto dal presente bando e dal citato
Regolamento sull'accesso all'impiego presso l'Alma Mater Studiorum -
Universita' di Bologna da parte del personale tecnico-amministrativo,
approvato con decreto rettorale n. 190 del 17 giugno 2002, si fa
rimando alle disposizioni vigenti sullo svolgimento dei concorsi, in
quanto compatibili.
I dati personali trasmessi dai candidati con la domanda di
partecipazione al concorso, ai sensi del decreto legislativo n.
196/2003, saranno trattati per le finalita' di gestione della
procedura concorsuale e dell'eventuale procedimento di assunzione in
servizio.
Il responsabile del procedimento concorsuale e' la dott.ssa
Giuseppina Caliendo - Ufficio collaboratori linguistici e professori
a contratto, piazza Verdi n. 3 - 40126 Bologna.
Il presente bando sara' inoltrato al Ministero della giustizia per
la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale - 4ª serie speciale
«Concorsi ed esami» e sara', inoltre disponibile sul seguente sito
internet: http://www.unibo.it/Portale/Personale/Concorsi/default. htm
Per eventuali ulteriori informazioni rivolgersi all'Ufficio
collaboratori linguistici e professori a contratto dell'Alma Mater
Studiorum - Universita' di Bologna, piazza Verdi n. 3 - Tel.
051/2098950-2098972-2098973, Fax 051/2098980; e-mail:
profacontratto@unibo.it
Bologna, 28 maggio 2009
Il direttore amministrativo: Fabbro

Clicca qui per leggere gli ALLEGATI


 

Ti stai preparando per un concorso?

Scarica l'app ufficiale di Mininterno per Android e potrai:

 Esercitarti con oltre 1.000.000 di quiz per tutti i concorsi
 Avere tutte le banche dati ufficiali tempestivamente aggiornate
 Centinaia di materie e di batterie di quiz con cui studiare
 Conoscere tutti i nuovi bandi di concorso a cui puoi partecipare

Scaricala subito GRATIS!

 

Non hai uno smartphone Android? Esercitati online!