Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

Banca d`italia 76 expert 2018
5706 messaggi, letto 355605 volte

Registrati per aggiungere questa o altre pagine ai tuoi Preferiti su Mininterno.

Torna al forum  - Rispondi    


Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 186, 187, 188, 189, 190, 191

Da: @aggiornamento07/05/2019 19.01.43
Ciao

dovrebbe essere così. Falbi ad aprile ha scritto:

Profilo A: dal 1/5 assunzione 15 idonei
Profilo C: dal 1/5 assunzione 1 idoneo

Per quanto attiene al voto di laurea, sono d'accordo con chi sostiene l'inutilità dello stesso. Oltre al prestigio dell'Università (vi ricordo che oltre a Bocconi, Luiss, Statale, Pisa ci sono anche le università telematiche e queste contano tanto quanto le prime) non vengono considerati l'indirizzo specifico della facoltà (alcuni corsi sono ampiamente a scelta), i tempi di laurea (magari in 10 anni riesci a prendere pure 110 e lode) e neppure le esperienze lavorative che, a mio avviso, valgono più di qualsiasi voto di laurea. Fare screening sui candidati è importante ma credo che al mondo ci sono un sacco di ragazzi con 100 volenterosi e bravi. Attenersi al mero 105 rischia di inserire nelle autorità più importanti del Paese solo le persone che hanno studiato tanto, magari proprio con l'unico obiettivo di vincere un concorso (ne basta uno a caso) e senza alcuna esperienza pratica e di tagliare fuori chi invece ha davvero voglia di fare un'esperienza in Banca d'Italia.
ps. il mio voto di laurea è superiore a 105, quindi esprimo un giudizio meramente personale

Ciao!
Rispondi

Da: @aggiornamento07/05/2019 19.01.48
Ciao

dovrebbe essere così. Falbi ad aprile ha scritto:

Profilo A: dal 1/5 assunzione 15 idonei
Profilo C: dal 1/5 assunzione 1 idoneo

Per quanto attiene al voto di laurea, sono d'accordo con chi sostiene l'inutilità dello stesso. Oltre al prestigio dell'Università (vi ricordo che oltre a Bocconi, Luiss, Statale, Pisa ci sono anche le università telematiche e queste contano tanto quanto le prime) non vengono considerati l'indirizzo specifico della facoltà (alcuni corsi sono ampiamente a scelta), i tempi di laurea (magari in 10 anni riesci a prendere pure 110 e lode) e neppure le esperienze lavorative che, a mio avviso, valgono più di qualsiasi voto di laurea. Fare screening sui candidati è importante ma credo che al mondo ci sono un sacco di ragazzi con 100 volenterosi e bravi. Attenersi al mero 105 rischia di inserire nelle autorità più importanti del Paese solo le persone che hanno studiato tanto, magari proprio con l'unico obiettivo di vincere un concorso (ne basta uno a caso) e senza alcuna esperienza pratica e di tagliare fuori chi invece ha davvero voglia di fare un'esperienza in Banca d'Italia.
ps. il mio voto di laurea è superiore a 105, quindi esprimo un giudizio meramente personale

Ciao!
Rispondi

Da: caprette07/05/2019 19.32.17
Finalmente qualcuno che ragiona, ci sono determinate lauree in certe università dove prendere anche 105 vuol dire partite da una media di 28. Tralasciando ovviamente che molte lauree sono ormai in inglese quindi è ancora più difficile prendere voti alti negli scritti, e non tutte danno lo stesso punteggio alla tesi o usano gaussiane per fare lievitare i voti...
Rispondi

Da: add2316/05/2019 12.41.17
scusate ma gli expert idonei del profilo C sono stati chiamati?
Rispondi

Da: add2316/05/2019 12.41.22
scusate ma gli expert idonei del profilo C sono stati chiamati?
Rispondi

Da: !! 17/05/2019 08.09.33
Ancora no
Rispondi

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 186, 187, 188, 189, 190, 191


Aggiungi la tua risposta alla discussione!

Il tuo nome
Testo della risposta
Aggiungi risposta
 
Avvisami per e-mail quando qualcuno scrive altri messaggi
  (funzionalità disponibile solo per gli utenti registrati)