>Concorsi
>Forum
>Bandi/G.U.
 
 
 
 
  Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

Concorso MAGISTRATURA 2017
27456 messaggi, letto 1502872 volte
 Discussione ad accesso limitato, solo gli utenti registrati possono scrivere nuovi messaggi

Registrati per aggiungere questa o altre pagine ai tuoi Preferiti su Mininterno.

Torna al forum    


Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, ..., 911, 912, 913, 914, 915, 916 - Successiva >>

Da: Cattivo 19/08/2016 22.22.51
Quindi, per alcuni, l'ignorantia...excusat...

Da: galloritmo19/08/2016 23.04.50
...... per alcuni, certo

Da: galloritmo19/08/2016 23.06.48
VOTA NO

Se il governo con norme mostruose mette a repentaglio ogni certezza del diritto, ogni stabilita` ed ogni ordinata convivenza, per me ha fallito in partenza.

Da: Anonimo salernitano 19/08/2016 23.55.08
@galloritmo, sulla tua professione vorrei azzardare una "ipotesi" - tecnicamente, così si definisce l'inferenza di un ragionamento abduttivo, diversamente dalla "tesi" e dalla "sintesi", conclusioni di ragionamenti, rispettivamente, deduttivi e induttivi.

E la mia ipotesi é la seguente: a mio giudizio, é molto probabile che tu ricopra un ruolo dirigenziale all'interno di un'amministrazione locale o ente assimilato.
Probabilmente, devi essere un segretario comunale o altra figura assimilata.
Ma punto molto sul tuo ruolo di segretario comunale.

Due gli elementi a sostegno di questa mia ipotesi:
1) la tua preparazione sui temi della responsabilità amministrativo/contabile - che raramente interessa avvocati o quanti stiano preparando un concorso in magistratura.
2) L'uso che fai di espressioni come "responsabile del servizio", "parere di regolarità tecnico e/o contabile": troppo rigoroso per pensare che tu ne faccia uso soltanto perché l'abbia letto su un qualche libro di diritto amministrativo e non già perché faccia parte del tuo lavoro quotidiano.

La mia ipotesi ha un qualche fondamento?
Se sì, sappi che su quello scempio che il Governo chiama "riforma della dirigenza pubblica", verosimilmente abbiamo idee comuni: la definitiva lesione del principio costituzionale di imparzialità della p.a., mercé la diretta soggezione all'organo politico delle figure dirigenziali a tutti i livelli - statali, regionali e locali (e se non ricordo male, mi sembra che proprio la figura del segretario comunale/provinciale sia destinata a sparire).

Ennesimo motivo per augurarsi che questo governo non resti in carica nei prossimi mesi

Da: Verso un decreto-legge sulla magistratura 20/08/2016 09.28.29
Al prossimo consiglio dei ministri del 26 agosto il governo emanerà un decreto-legge in tema di magistratura. É certa la proroga del pensionamento dei magistrati, che passerà da 70 a 72 anni. Probabili altre misure in tema di nuovi concorsi e reclutamento di nuovo personale (tra le altrw cose, probabile la riduzione da 18 a 12 mesi del tirocinio per i mot)

Da: Cattivo 20/08/2016 10.06.35
Staremo a vedere. Cmq sul pensionamento dei magistrati hanno fatto un gran casino

E' uscita l'App ufficiale di Mininterno per Android.
Scaricala subito GRATIS!

Da: Verso un decreto-legge sulla magistratura 20/08/2016 10.22.17
verissimo! Prima abbassano tutto d'un colpo l'età da 75 a 70 (2014). Poi si "accorgono" (davvero svegli!!) che questo avrebbe causato un vuoto spaventoso, e allora la riportano temporaneamente a 72 anni, ma solo per alcuni magistrati, nati negli anni 1942-1943 (tra cui Canzio). E questo nel 2015.
Ora si "accorgono" (sempre più svegli!!!!) che comunque dal 1 gennaio 2017 almeno 300 magistrati andranno in pensione e tra questi la metà dei consiglieri di Cassazione, che resterebbe così paralizzata...
Certo che alla guida di questo paese abbiamo proprio della gente incompetente.... Ci voleva Einstein per capire che l'abbassamento dell'età pensionabile di 5 anni in un colpo solo avrebbe causato dei pensionamenti di massa, e quindi messo in crisi ivari uffici giudiziari, già ampiamente sotto organico???
A volte mi viene il sospetto che a governarci ci siano degli idioti e inettitudine totali...

Da: Ti sbagli 20/08/2016 10.31.35
il tuo non é un semplice sospetto, ma la constatazione della realtà

Da: Cattivo 20/08/2016 11.56.02
Gente incompetente...cioe'...non addetta ai lavori...ed il cerchio, come suol dirsi...

Da: x Cattivo20/08/2016 13.36.26
meno male che ci sei tu ad intervenire su questo forum!!!

Da: per Anonimo salernitano20/08/2016 15.49.25
i segretari comunali di fascia alta (la fascia A, cui appartiene chi scrive, e la B; quelli di C dovranno accontentarsi di fare i funzionari) confluiranno all'interno del ruolo unico della dirigenza locale e potranno essere nominati sia dirigenti comunali che, come probabilmente accadra' ove lo schifo di riforma dovesse andare a regime, dirigenti apicali, questi ultimi svolgenti le medesime funzioni oggi assegnate ai segretari comunali. Insomma l'obiettivo del "non addetto ai lavori" era di eliminare la figura dei segretari comunali (che tanto fastidio gli aveva dato allorche' fu amministratore locale) lasciando in vita le funzioni, che verranno esercitate dai dirigenti apicali ossia dagli ex segretari comunali.
Un rimescolamento di carte insomma, utile a raccontare alla gente che non e' in grado di entrare nel dettaglio, che si sta rivoluzionando, ma in realta' nulla di tutto cio'.

Da: Per decreto legge magistrati 20/08/2016 16.07.08
Cosa intendi per nuove misure di reclutamento?
Nel 2004 furono emanati due bando che prevedevano solo due prove scritte...
È  probabile che si ripeta per snellire i tempi delle procedure concorsuali? ?

Grazie

Da: Cattivo 20/08/2016 16.47.48
@ x Cattivo

Grazie, sei troppo buono

Da: Domanda21/08/2016 02.31.53
l'avv G. Bongiorno ha detto che non difenderebbe uno stalker o un violento con le donne perché sarebbe incoerente con le sue attività associative: ma sollecito non era accusato di aver ucciso una giovane donna? che ne pensate?

Da: Risposta 21/08/2016 08.19.03
l'avv. Bongiorno é una gran paracula... abilissima a farsi pubblicità in tv.... e con onorari stratosferici

Da: Anonimo salernitano 21/08/2016 10.12.48
@ x Anonimo salernitano,

allora la mia ipotesi era fondata: sei un segretario comunale, quindi.

Un momento, però: ma te sei  "galloritmo", giusto?

Da: @ per decreto legge magistrati21/08/2016 10.54.44
Il Governo intende adottare il provvedimento che recepisce la riforma Vietti sull'accesso in magistratura.
Requisito minimo di laurea e media esami caratterizzanti per l'accesso diretto.

Da: Lorella w21/08/2016 11.44.16
Ma cosa dici@per decreto legge .. cosa ci sarebbe di urgente nella bozza??

Da: @ per decreto legge magistrati21/08/2016 11.49.51
la bozza contiene altre misure urgenti.
Si chiedeva cosa conterrà di nuovo circa le procedure concorsuali, e la novità è quella anzidetta.

Da: .... stronzate.... madornali e gigantesche 21/08/2016 11.59.18
la corte costituzionale ha stabilito che misure di riforma dell'ordinamento giudiziario non possono essere introdotte tramite decreto legge. Solo misure temporanee, transitorie ed urgenti possono riguardare l'ordinamento giudiziario ed essere introdotte con decreto legge.
In concreto, già circola la bozza del prossimo decreto legge del 26 agosto, e in questa bozza c'é un solo articolo che dispone la proroga delle disposizioni di altro decreto legge del 2015 in tema di quiescienza del personale di magistratura ordinaria, amministrativa e contabile.
Le cazzate, perciò, valle a raccontare da un'altra parte!
Imbecille!

Da: Cattivo 21/08/2016 12.58.41
Scusa potresti essere più preciso sulla bozza del decreto legge?

Da: @ stronzate madornali ecc21/08/2016 13.00.36
Grazie!!! Non se ne può più di questi idioti!!! Interventi come i tuoi andrebbero postati a valanghe!!!

Da: @ stronzate madornali ecc21/08/2016 13.00.36
Grazie!!! Non se ne può più di questi idioti!!! Interventi come i tuoi andrebbero postati a valanghe!!!

Da: .... stronzate.... madornali e gigantesche 21/08/2016 13.23.37
é pubblicata su astrid, ma la bozza può esser letta soltanto da chi é abbonato. Comunque vi confermo, per ora si tratta di un decret-legge ad articolo unico che proroga al 31 dicembre 2017 i termini di cui all'art. 18 del decreto-legge 83/2015.
In sostanza, é una norma sostitutiva, con scritto:
"le parole 31 dicembre 2016 sono sostituite con le seguenti: 31 dicembre 2017"
Banalmente, quei magistrati che hanno beneficiato di una proroga per il trattenimento in servizio, anche se ultrasettantenni ma infrasettantaduenni al 31 dicembre 2016, potranno restare ancora in servizio fino al 31 dicembre 2017, se comunicheranno questa loro volontà al CSM entro il 30 novembre 2016.
Tutto qua, per il momento nella bozza di decreto legge non c'é altro.
Poi, chiaro che questa é una bozza e bisognerà vedere come esce dal consiglio dei ministri di venerdì prossimo.
Ma niente stronzate sul reclutamento o su altri aspetti dell'ordinamento giudiziario. quelle non esistono proprio.
Capisco che qui c'é gente che passa il tempo a diffondere panico e si diverte a farlo. Per fortuna però c'é anche gente informata, che presto o tardi questi simpaticoni perditempo li sputtana pubblicamente.

Da: TUTTI I NO alla RIFORMA21/08/2016 13.27.29
Lettera di Alessandro Pace a "La Repubblica"

TUTTI I NO ALLA RIFORMA
CARO direttore, la riforma costituzionale Boschi non merita di essere confermata dal voto popolare. Non lo merita perché risente del vizio di origine, di essere stata il frutto di un'iniziativa governativa, e non parlamentare, come sarebbe stato corretto; di essere stata oggetto di un dibattito parlamentare fortemente condizionato dal governo come se si fosse trattato di una legge d'indirizzo politico di maggioranza; di essere stata approvata da un Parlamento delegittimato dalla Corte costituzionale a seguito della dichiarazione d'incostituzionalità del Porcellum, in base al quale era stato eletto. Il risultato della seconda deliberazione della Camera, indecoroso per una legge di revisione costituzionale, è stato il seguente: 361 voti favorevoli alla maggioranza, 7 contrari e 2 astenuti (su 630 deputati).
La riforma Boschi non merita di essere confermata dal popolo anche con riferimento ai suoi contenuti. Ne evidenzio alcuni.

1. Il Senato, oltre a cinque senatori nominati dal presidente della Repubblica, verrebbe eletto dai consigli regionali, nella persona di 74 consiglieri regionali e di 21 sindaci di comuni capoluogo, non quindi direttamente dai cittadini, come invece previsto dalla Costituzione, secondo la quale «La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione » (articolo 1). Con il che si è dimenticato dai riformatori che il voto dei cittadini costituisce «il principale strumento di manifestazione della sovranità popolare » (così la Corte costituzionale nella sentenza n. 1 del 2014): voto "diretto" quindi, e non "indiretto" per il tramite dei consigli regionali, perché la riforma Boschi né li qualifica né li disciplina come "grandi elettori", come avviene in Francia con i 150mila cittadini eletti dal popolo perché a loro volta eleggano i 348 senatori.

2. Pur non essendo eletto dai cittadini, il Senato parteciperebbe alla funzione legislativa e di revisione costituzionale. Il che se da un lato sarebbe incostituzionale perché è essenziale che un organo legislativo sia direttamente legittimato dal popolo; dall'altro è inopportuno che siano i consigli regionali a eleggere i senatori, essendo noti i continui scandali della politica locale italiana.

3. Irrazionale è anche la differenza numerica dei deputati (630) rispetto ai senatori (100), che rende irrilevante la presenza del Senato â" nelle riunioni del Parlamento in seduta comune per l'elezione del presidente della Repubblica e dei componenti laici del Csm â" a fronte della soverchiante rappresentanza della Camera. Parimenti irrazionale è il potere attribuito al Senato di eleggere due giudici costituzionali, mentre la Camera dei deputati ne eleggerebbe solo tre.

4. Ancorché le attribuzioni del Senato siano diminuite, esse sono ancora molte e gravose. Basterebbe ricordare, oltre alle competenze legislative ordinarie e costituzionali, la valutazione delle politiche pubbliche e dell'attività delle pubbliche amministrazioni nonché la verifica dell'impatto delle politiche dell'Unione europea sui territori. Ne segue che i 100 senatori non avrebbero tempo sufficiente per adempiere alle loro funzioni, dovendo svolgere le funzioni di consigliere regionale o di sindaco. Se poi tali funzioni venissero esercitate dai senatori eletti negli stessi giorni, i soli a essere presenti sarebbe i cinque senatori "presidenziali", mentre se si assentassero a giorni alterni, la media dei senatori presenti si aggirerebbe intorno a 50! Infine, ancorché non eletti dal popolo, godrebbero dell'insindacabilità e dell'immunità parlamentare, col rischio che il Senato divenga il refugium peccatorum.

5. Il costituzionalismo moderno ha sempre ritenuto essenziale la presenza di contropoteri. Mentre il Senato non costituirebbe più un contropotere "esterno" nei confronti della Camera, non sono stati previsti dei contropoteri "interni" alla Camera, quale, ad esempio, il potere d'inchiesta da parte della minoranza, come in Germania. Per la stessa ragione è criticabile che la disciplina dello "statuto delle opposizioni" venga demandata a un regolamento della Camera. Il quale, essendo approvato dalla maggioranza assoluta dei componenti, si risolverebbe in un ulteriore privilegio per la maggioranza.

6. Il governo godrebbe dell'esclusiva fiducia della Camera dei deputati; eserciterebbe la funzione legislativa col Senato in un limitato, ma non scarso, numero di materie, mentre nelle restanti l'intervento del Senato sarebbe o eventuale o paritario rafforzato o non paritario o non paritario con esame obbligatorio, con potenziali conflitti tra le Camere. Dai due procedimenti legislativi esistenti si passerebbe agli otto o più procedimenti. Il che non costituisce una semplificazione.

7. Grazie all'Italicum che garantirebbe alla maggioranza 340 seggi alla Camera, e grazie al fatto che il presidente del Consiglio cumula la carica di segretario nazionale del Pd, il nostro ordinamento si orienterebbe verso un "premierato assoluto", che condizionerebbe in negativo i poteri del presidente della Repubblica. Il governo avrebbe a disposizione i tradizionali poteri di decretazione d'urgenza e delegata, nonché la possibilità del voto a data certa. Al governo è stato garantito che i disegni di legge «ritenuti essenziali per l'attuazione del programma di governo», vengano approvati dalla Camera entro settanta giorni. Il che è condivisibile, ma suscita il timore che il governo finisca per restringere ulteriormente lo spazio per le iniziative parlamentari, già limitate a meno del 20 per cento del tempo. Il che significherebbe la fine del Parlamento.

ALESSANDRO PACE

Da: Cattivo 21/08/2016 13.31.51
Grazie mille...sai com'e'...con un governo che fa riforme per il mero gusto di poter dire di aver fatto delle riforme non si sa mai...

Da: .... stronzate.... madornali e gigantesche 21/08/2016 13.47.46
@cattivo sì certo, capisco bene, siamo davvero in brutte mani. Però qui l'intervento é solo tecnico, diciamo così. Soltanto per evitare la paralisi della cassazione e che tanti dirigenti di uffici giudiziari manchino, lasciando Tribunali, Procure e Corti d'appello in mano ai vicari-facenti funzioni, che non dispongono degli stessi poteri organizzativi dei titolari.
Insomma, sta accadendo un po' quello che é successo con la riforma Fornero delle pensioni. Prima si alza l'età pensionabile, poi ci spunta fuori il problema esodati.
Qui é accaduta una cosa simile, anche se inversa. Prima si abbassa l'età pensionabile, poi ci si accorge dei vuoti d'organico che così si producono

Da: Cattivo 21/08/2016 17.47.47
Assurdo

Da: ma22/08/2016 10.00.39
Quello che spaventa è che gli autori di queste norme mostruose rimarranno inchiodati al loro posto di comando per altri due anni, anche se dovessero essere sonoramente bastonati dall'esito referendario.

Da: Cattivo 22/08/2016 10.16.29
Eh no! Hanno detto che se perdono si dimettono

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, ..., 911, 912, 913, 914, 915, 916 - Successiva >>


Torna al forum