Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

cosa si può insegnare con laurea in scienze politiche?
196 messaggi

Torna al forum  - Rispondi  - 


Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

Da: cat18/04/2014 9.14.03
Cara Lya, come darti torto? Le cose stanno proprio come le hai descritte tu. Ma non abbatterti, ricorda solo che grandi poeti e scrittori di ogni tempo lavoravano in uffici statale e non. Es: Jack London era un cercatore d'oro, Dashiell Hammett andava in cerca di delinquenti per conto dell'agenzia investigativa Pinkerton, T.S. Eliot lavorava in una banca e per ufficio aveva uno scantinato, Céline faceva il medico dei poveri e per studio aveva due stanzette in periferia
Rispondi

Da: LLUUCCAA16/05/2014 17.10.51
Salve a tutti, mi sono laureato in Scienze Politiche(indirizzo scienze della politica),laurea triennale.Grazie alle mie capacità di adattamento,le mie esperienze lavorative sono state (seppur brevi) nei piu' disparati settori(produzione/operaio,magazziniere,stage con azienda operante nel settore gestione rifiuti e bonifiche ambientali,stage e collaborazione con una Onlus in veste di operatore sociale di strada).Attraverso quale corso o ulteriore percorso di studi potrei reinventarmi?sono disorientato!!!Aiutatemi!!
Rispondi

Da: eugmaria16/06/2014 14.53.42
sono laureata in giurisprudenza e insegno  sulla A019 da quasi un millenio e confermo  che
1- dopo l'entrata in vigore della riforma Gelmini che si completerà nel prossimo anno scolastico le cattedre di diritto ed economia sono drasticamente sparite  da quasi tutti gli ordini di studi e dove l'insegnamento è rimasto sono diminuite le ore di cattedra e talvolta assegnate ai laureati di economia A017.Alcuni miei colleghi(uno per la verità sulla a019) dopo aver superato concorsi ecc. sono entrati in ruolo dopo aver superato i 50........
2- I laureati in scienze politiche dopo il 2001 non possono più insegnare!!!fate una sommaria ricerca e troverete dati univoci
Rispondi

Da:  16/06/2014 21.41.00
Rispondi

Da: Non  molliamo17/06/2014 14.51.32
Ragazzi è dura specie in questi tempi di crisi...io ho una LM in Scienze Politiche e ho fatto esperienze professionali a singhiozzo e mal pagate. Adesso sono in procinto di iniziare un'esperienza all'estero ma sempre come stagista. Fa tutto schifo e per noi di SP le difficoltà raddoppiano ma mi rifiuto di credere che una laurea completa e versatile come la nostra prima o poi non ci dia soddisfazioni!
Rispondi

Da: massimiliano197717/09/2014 4.31.14
la mia azienda chiude,ho una laurea in scienze politche, mi devo dare da fare.Ho pensato di fare praticantato da un amico come commercialista,lui dice che posso visto che la mia laurea è datata 2004;mi dice di una legge che negli anni successivi ha però impedito ai nuovi laureati di potere svolgere questa professione.Qui leggo cose diverse....potreste darmi delucidazioni?
grazie!
Rispondi

Da: 453antonio10/10/2014 13.46.50
Volevo sapere un'informazione, con la laurea classe L 16 si può sostenere l'esame di abilitazione alla professione di revisore contabile
Rispondi

Da: 453antonio10/10/2014 13.47.42
Volevo sapere un'informazione, con la laurea classe L 16 si può sostenere l'esame di abilitazione alla professione di revisore contabile
Rispondi

Da: alfredo.diritto@live.it26/10/2014 10.37.06
sono laureato in scienze politiche e abilitato in materie giuridiche ed economiche classe A019 con ottimo punteggio, docente di ruolo
Rispondi

Da: LuxOscura24/11/2014 18.24.25
Salve compagni di sventura,
anche io sono una laureata magistrale in Relazioni Internazionali con master bi-nazionale e corso di perfezionamento, oltre a due stage all'estero. Ho studiato complessivamente in cinque Università, di cui due straniere, e non ho mai trovato alcun lavoro! A questo si somma l'infelice idea di aver voluto conseguire la Triennale e la Magistrale nella mia città, nel sud Italia, e, pertanto, per il mercato del lavoro temo che il mio 110 e lode non valga neppure un 80 conseguito a Bologna. Difatti, anche se i programmi sono pressoché identici e molti Prof. che insegnano al sud si spostano anche al centro o al nord, vi è la diffusa consuetudine a considerare le lauree conseguite al sud come di livello inferiore. Spesso nei Ranking internazionali per il posizionamento di una Università si tiene conto di quanti laureati trovano effettivamente lavoro ed è inutile dire come questo incida negativamente sulle Università del Sud, dove è quasi un'utopia trovare lavoro nelle imprese, dal momento che queste o sono assenti o hanno una gestione clientelare ed i pochi posti disponibili sono riservati a giovani raccomandati, spesso anche poco qualificati. Scrivo per avvertire i giovani diplomati meridionali di tenere in degna considerazione questo aspetto e, se realmente intenzionati a riversarsi su S.P. o-comunque- altre Facoltà non scientifiche, di prendere in considerazione una Università dell'Italia settentrionale. L'ideale sarebbe studiare a Trento o Trieste. Ho analizzato praticamente tutte le Facoltà di Scienze Politiche italiane e credo che solo queste due città consentano di fare molta esperienza in altre Uni estere e di conseguire un livello di inglese più alto. Inoltre, la prossimità ai confini austriaco e sloveno abituano l'individuo a vivere in un'ambiente multietnico e facilitano molto chi studia il tedesco. Non dico che Scienze Politiche sia una Facoltà inutile ma diffidate da chi vi dirà che apre molte porte, poiché è vero che studierete molte materie e avrete modo di farvi un bagaglio culturale multidisciplinare, ma se non vi specializzerete in nulla credo che il destino che vi attende sia quello di diventare clochard.
Con simpatia, una futura clochard
Rispondi

Da: Incercadiaiuto14/12/2014 16.48.37
Ciao!Non so a quando risale questa discussione(il mio Nokia non mi lascia vedere le date),ma mi farebbe molto piacere un vostro parere.Quest'anno ho la maturità e sono nella più totale confusione:il mio sogno è quello di frequentare scienze politiche e relazioni internazionali,ma sono profondamente scoraggiata dalla miriade di commenti negativi relativi a questo corso.L'altra opzione è mediazione linguistica ma,sinceramente,non me la sento di rinunciare a sp per questo corso.Moltissimi consigliano lauree scientifiche,ma molto onestamente,il mio liceo(linguistico)non ha nemmeno un professore di materie scientifiche che meriti questo titolo!Vorrei tanto frequentare il corso di sp all'orientale perché in questo modo potrei studiare cinese come seconda lingua.Roma 3 è l'altra opzione ma non mi convince il fatto che ci sia l'ampia scelta linguistica proposta dall'orientale.Io sono di un paesino dell'alta irpinia e sono pienamente consapevole che dovrò lasciare la mia terra,ma ciò non mi crea grandi problemi,anzi!Detto ciò,siete davvero così tanto sicuri che la laurea in scienze politiche e relazioni internazionali sia inutile?
Rispondi

Da: econih14/12/2014 16.57.40
Laurea inutile una perdita di tempo come economua
Rispondi

Da: wqwqww15/12/2014 14.38.00
la laurea in sc politiche non è abilitante........non si puo' fare nulla
Rispondi

Da: scienze politiche? 15/12/2014 20.04.09
e lo chiamate corso di laurea, ma siate seri. X quei posti c è già gente che ha la mentalità x ricoprirli, una trentina di esami nn fanno di certo una mentalità. Scienze infiermierist, tecnico radiologo, informatico questi sono i avori offerti per giunta nn nei paesetti dell irpinia...
Rispondi

Da: Nik 15/12/2014 22.46.46
si, una laurea inutile :-(
Rispondi

Da: Nik 15/12/2014 22.47.37
si, una laurea inutile :-(
Rispondi

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7


Aggiungi la tua risposta alla discussione!

Il tuo nome
Testo della risposta
Aggiungi risposta
 
Avvisami per e-mail quando qualcuno scrive altri messaggi
  (funzionalità disponibile solo per gli utenti registrati)