Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

cosa si può insegnare con laurea in scienze politiche?
180 messaggi

Torna al forum  - Rispondi  - 


Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6

Da: Raf03/05/2013 17.17.47
Prego Sil.
Rispondi

Da: _____wwwww_____03/05/2013 18.40.58
sicuramente puoi insegnare "scuse sul perchè non trovi lavoro"
Rispondi

Da: òòòòòòòòòòòòò03/05/2013 19.52.20
si possono pulire i cessi della scuola
Rispondi

Da: 06/05/2013 17.16.37
Rispondi

Da: ROSAMANN26/05/2013 19.48.11
PERòòòòòòòòòòòòò: ANCHE QUESTO SERVIZIO E' INDISPENSABILE E BISOGNA RISPETTARE CHI LO FA.
Rispondi

Da: Mah31/05/2013 18.18.36
Che c'entra la Laurea in SP e i tributi...addirittura il diritto del lavoro, sociale, pensioni,...mah....
Mangiate garantite dalla prerogativa dell'Albo...
Rispondi

Da: pratCDL01/06/2013 15.05.05
Esiste una minima possibilità di svolgere l'esame di abilitazione per Dr.CDL per chi, come me, per un mese non può iscriversi alla sessione d'esame vista la scadenza "anticipata".
Rispondi

Da: Raf02/06/2013 23.27.40
@pratCDL. Purtroppo, mi dispiace, ma temo proprio di no. 
Rispondi

Da: Già7925/06/2013 17.42.28
Ho raggiunto il diploma di laurea in Scienze del Governo e dell'Amministrazione . Dalle vostre tristi lamentele ho appurato però , che non posso entrare nell'insegnamento anche con la specialistica . Vero ?...  :-(
Rispondi

Da: giu7721/07/2013 9.30.20
Io mi sono laureato in scienze politiche con indirizzo sociale del vecchio ordinamento. Dopo la laurea ho svolto 2 tirocini gratuiti, poi l'ausiliario del traffico e nel frattempo studiavo x vari concorsi di istruttore amministrativo, in uno dei quali sono entrato in graduatoria e per scorrimento sono stato chiamato e assunto a tempo indeterminato. Per esigenze organizzative però mi trovo a fare il contabile: buste paga, contributi, Irpef......è difficile fare quello per cui si ha studiato, ma non bisogna fissarsi sul voler fare a tutti i costi una cosa, come l'insegnante. Certo che anche a me piacerebbe insegnare sociologia piuttosto che fare quello che faccio....
Rispondi

Da: Antonietta 0822/09/2013 14.12.29
Riprendo la domanda iniziale
Si può insegnare con la laurea specialistica in scienze politiche?se si quale é la procedura???
Rispondi

Da: gio''14/10/2013 15.47.31
effettivamente tanti sacrifici per laurearsi e poi nemmeno uscisse un concorso prettamente per laureati v o e con laurea magistrale niente. ora dicono uscirà questo concorso dsga bò ma quando?
Rispondi

Da: rogers 2921/10/2013 14.47.33
Rispondi

Da: rogers 2921/10/2013 14.49.41
La laurea in scienze politiche quindi non permette di poter insegnare nella scuola giusto oppure la si deve integrare con degli esami specifici ????
Rispondi

Da: xcdec20/11/2013 17.29.26
Con le nostre lauree possiamo solo andare a pulire i cessi!!! E' questa la cruda realtà di questo paese di fantocci, dove le posizioni di rilievo e buone sono ricoperte dai figli di gente ricca.
Io dico solo una cosa, conseguite la laurea solamente se di famiglia siete ricchissimi, sennò non ne vale la pena. Vi distruggereste la vita come mi sono distrutta la mia.........
Rispondi

Da: ainoi29/11/2013 10.40.55
ma vai e caga!!!!!!!!!!!!!!!! ignorante!
Rispondi

Da: ainoi29/11/2013 10.44.44
per chi ha detto che sc pol è la serie b di giurischifezza: ma vai e caga!!!!!!!!!!!!!!!! ignorante!
Rispondi

Da: LYA30/11/2013 3.08.13
Io sono laureata in sc. internazionali e diplomatiche ed entrare in questa facoltà è stata la più grossa fesseria che potessi mai fare!
E' una laurea per rampolli ricchi e cosmopoliti, ovvero per i figli di coloro che già lavorano nei circuiti delle più importanti ong
e dei vari organismi internazionali, soprattutto agenzie Onu.
Queste persone, oltre ad avere un background che li pone in pole-position rispetto agli altri (avendo vissuto sempre in posti diversi sin da piccoli e quindi conoscendo bene più di una lingua), possono permettersi le migliori università all'estero ed esperienze varie di formazione e stage che i comuni mortali figli di nessuno possono solo sognare!
L'ho vissuto, purtroppo, sulla mia pelle: avevo una coinquilina i cui genitori erano impiegati in 2 grandi organizzazioni internazionali e indovinate ora cosa fa a distanza di un anno dalla laurea? Lavora anche lei in una grande organizzazione internazionale come assistente personale del segretario generale di detta organizzazione -_-
Quelli come me che hanno questa laurea o sono disoccupati o fanno qualcosa che non ha nulla a che vedere con questi studi.
E' vero poi che ormai la crisi è in tutti i settori e che i privilegiati sono ovunque, ma secondo me se si è persone con pochi mezzi è meglio buttarsi in qualcosa in cui è più facile competere ad armi pari, come un corso tecnico/scientifico.
Oppure, se proprio non si vuole rinunciare alla passione per questo tipo di studi, ci si metta l'anima in pace sul dopo e ci si prepari a fare tutt'altro!
Rispondi

Da: Inoltre a che30/11/2013 15.24.43
serve l'abilitazione allora?
Rispondi

Da: universitario30/11/2013 15.49.00
ragazzi l'anno prossimo vorrei prendere una triennale in amministrazione e organizzazione, potrebbe garantirmi qualche posticino o rischio di finire come molti a lavorare (spero a questo punto) in qualche call center?
Rispondi

Da: fili7602/12/2013 12.21.12
anch i0 laureato in s.p. vecchio ordinamentoa  indirizzo storico politico,la laurea non mi è servita a niente ,solo per per un  fine culturale personale.Il problema è che in Italia la politica non la fa chi ha studiato e conosce il rispetto delle istituzione e del governmant,ma la fa chi è del tutto ignorante e delinque ai principi dell etica politica e delle leggi
Rispondi

Da: LYA02/12/2013 17.21.06
Fili, la maggior parte di quelli iscritti a sc. politiche non lo fa per fare il politico. Il sogno di chi si iscrive a questa facoltà, diciamolo, è quello di lavorare nelle istituzioni europee, nei vari organismi internazionali come l'Onu o di entrare in qualche ong, a maggior ragione per il fatto che "scienze politiche" come corso di laurea non esiste più da almeno un decennio! Quando oggi diciamo "sc. politiche" ci riferiamo in realtà ai corsi di laurea in Relazioni Internazionali (l-36) e simili. Ormai la dicitura "sc. politiche" è rimasta solo per i dipartimenti (ex-facoltà), ma di fatto un corso di laurea in Scienze Politiche così com'era inteso anni fa non esiste più da parecchio. Attualmente, il corso più vicino alla vecchia scienze politiche è Scienze dell'Amministrazione, ma anche chi è iscritto a questo corso, molto meno conosciuto e diffuso rispetto a quelli afferenti alla classe l-36, generalmente non la fa con la prospettiva di diventare politico. Chi vuole intraprendere la carriera politica lo fa con ben altri mezzi e modalità, e, a parer mio, una laurea in scienze politiche non la vedo così indispensabile a tal fine.
Rispondi

Da: greenarrow 15/01/2014 0.52.58
Per tutti coloro che, giustamente, protestano per la mancata possibilità di accedere all'insegnamento, sappiate che a Bolzano un giudice del lavoro ha dato ragione a una ricorrente che era stata esclusa dalle graduatorie di terza fascia. Inoltre ci sono diversi altri ricorsi e iniziative in corso, interrogazioni parlamentari ed altro: trovate tutto nel gruppo facebook "comitato in difesa dei diritti dei laureati in scienze politiche".

A chi invece è un cattivo maestro e scoraggia i ragazzi che stanno studiando per qualcosa che gli piace dico "ma voi non sapevate che studiando scienze politiche non avreste potuto fare nè i medici nè gli ingegneri"? Se non lo sapevate e vi lamentate dei pochi sbocchi di scienze politiche siete dei mentecatti.

Io credo che la nostra laurea sia la più bella di tutte, io la scelsi perchè mi piaceva. E se avessi scelto qualcosa che non mi piaceva non mi sarei mai laureato. Ragazzi: studiate quello che vi piace! Senza la passione non raggiungerete nulla e vivrete di rimpianti!

Sugli sbocchi professionali: se il vostro obiettivo sono i concorsi pubblici, con una laurea in scienze politiche potrete accedere praticamente a tutti (e questo vale solo per la laurea in scienze politiche). Mentre nel privato comunque si difende bene e non è da meno della stragrande maggioranza di altre lauree. Non sto dicendo che l'ingresso nel mondo del lavoro sarà facile, ma che se fate qualcosa che vi piace, presto o tardi ce la farete. Certo se siete di quelli che o fanno la carriera diplomatica o muoiono di fame, probabilmente morirete di fame.

Io oggi, rifarei la stessa scelta. Magari però studiando meglio l'inglese. Io ho trovato lavoro in una pubblica amministrazione un anno dopo la laurea. E' vero, non è quello che volevo fare ma ho un contratto a tempo indeterminato. E' anche vero che di concorsi ne ho fatti decine e decine, prima di vincerne uno (facevo concorsi anche mentre ero studente), ma ora sto facendo anche un dottorato di ricerca retribuito - iniziato 7 anni dopo la laurea - e questo grazie all'eterogeneità della formazione universitaria che ti consente di accedere a molti campi e con una preparazione adeguata. E la vita continua....
Rispondi

Da: Roberta1974malise 03/02/2014 9.19.26
Gli istituti di ricerca di mercato sono pieni di statistici e laureati in scienze politiche. La capacità di interconnessione tra economia, storia e sociologia permette di leggere i fenomeni.
Rispondi

Da: Roberta1974malise 03/02/2014 9.22.35
Inoltre per diventare dirigente scolastico si fa iter come personale Ata e con la laurea magistrale di scienze politiche entri e poi tramite concordi interni puoi diventare dirigente scolastico. Forza su mi sembrate un po' ripiegati su voi stessi!
Rispondi

Da: antonio06/02/2014 23.51.18
ciao anche io sono vecchio ordinamento scienze politiche indirizzo sociale vorrei qualche info in piu
Rispondi

Da: pinger09/02/2014 21.32.46
ciao io mi sto laureando in sc. internazionali e diplomatiche (arabo e inglese) ma dalla miriade di commenti letti  sto seriamente pensando di abbandonare, magari cambiare laurea.....cosa mi consigliate? soprattutto quelli con esperienze post -laurea ,vi prego sarebbe di aiuto
Rispondi

Da: triplaxxx11/02/2014 18.20.36
ciao, sono laureato scienze politiche v.o. e ho trovato su internet una sentenza di un giudice del lavoro di Bolzano che ha disposto a favore di una laureata in scienze politiche l'immissione nelle graduatorie di istituto di III fascia. Vorrei sapere se c'è stato qualche altro caso o se riuscissimo a recuperare almeno gli estremi di quella sentenza per poter presentare domanda di supplenza al prossimo rinnovo. Grazie per l'aiuto
Rispondi

Da: greenarrow bis28/02/2014 2.00.41
Pinger ottima scelta, è una buona laurea ed anche la scelta di studiare l'arabo e l'inglese è buona. Il consiglio che ti posso dare è di iniziare già da ora a fare esperienza all'estero sfruttando i progetti Erasmus, il Servizio Civile Internazionale, gli stage nelle ong e nelle istituzioni internazionali e, dopo la laurea, il progetto Leonardo Da Vinci. Quello che invece ti sconsiglio è di concentrarti unicamente sul concorso per la carriera diplomatica, se vuoi cimentarti fallo, ma metti in conto che è una professione che si tramanda, di fatto, tra "famiglie" che ne fanno già parte.
Rispondi

Da: jj20/03/2014 18.56.19
"...gli stage nelle ong e nelle istituzioni internazionali..."
Certo come no, facilissimo. Ma quando mai???
Rispondi

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6


Aggiungi la tua risposta alla discussione!

Il tuo nome
Testo della risposta
Aggiungi risposta
 
Avvisami per e-mail quando qualcuno scrive altri messaggi
  (funzionalità disponibile solo per gli utenti registrati)