Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

Preparazione al concorso referendario TAR
24491 messaggi, letto 1046068 volte
 Discussione ad accesso limitato, solo gli utenti registrati possono scrivere nuovi messaggi

Torna al forum    


Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 812, 813, 814, 815, 816, 817

Da: IUREHEREDITATIS  26/08/2016 15.16.42
Il voto di laurea non è un metro oggettivo, perché le università, come già detto, non sono uguali. Questo è un dato oggettivo a tal punto che la selezione su voto di laurea è sconfessata dalla stessa UE.
Ma è tema già discusso.
Non credo ci sarò al prossimo giro. Ho perso abbastanza interesse, almeno economico.
Si vedrà, intanto preparo Cda, dove coi titoli sono paradossalmente già dentro...
In bocca al lupo a voi.

Da: obiettivo-2017 26/08/2016 15.42.55
Passante, cosa intendi quando parli di "concorsi gemelli"? Che si svolgono in contemporanea o uno immediatamente dopo l'altro?

Il DPCM di Febbraio 2016 parla di 78 posti da bandire nel triennio 2016/2018, ma credevo che fossero uno dopo l'altro. Prima d'ora sinceramente non avevo mai sentito parlare di 2 concorsi identici che si svolgono in contemporanea...

E nel caso in cui fosse così, ad esempio, lo stesso candidato potrebbe partecipare ad entrambi i bandi o uno solo? E le prove scritte quando si svolgerebbero?

Un grazie a chiunque abbia notizie in proposito!

Da: Un passante 26/08/2016 17.46.03
Carissimi, un giorno uno studente sedicenne scrisse dei versi in latino, un banale epigramma che mi pare così dicesse:
"Cave sperare homo,
si tu non vis patire"...
Sono passati appena quarant'anni, e nella sostanza quello studente ormai cresciutello la pensa ancora così...
Meglio non farci conto sui temi versati, che non macinano più.
Se poi per errore passiamo, ottimo.
Ma io sinceramente preferisco concentrarmi sui concorsi futuri: mi motivano di più allo studio, e se mai anch'essi mi dovessero deludere, saranno sostituiti dai prossimi ancora, e via così fino alla pensione ed oltre (visto la tipa che da pensionata, come vi ho ormai più volte raccontato, si è iscritta all'albo avvocati espressamente per continuare a concorsare...).
Venendo quindi al per me ben più stimolante tema dei prossimi concorsi, ribadisco che:
1) è già dagli scritti dello scorso concorso che sappiamo che appena finiranno almeno le correzioni ne sarà bandito a ruota un altro. E visto che sul sito della Direkta è scritto nero su bianco che finalmente stanno finendo e ne mancano solo 70, è altamente probabile che ad ottobre ribandiscano per una ventina di posti. E visti i loro tempi, ma questa è una mia illazione, a marzo ci si rivede con la solita compagnia di giro (ahò, ma siamo quasi sempre le stesse facce, ci avete fatto caso?) per il mio ottavo tentativo di rompere il muro della magistratura (due consegne fallite di ordinaria a parte, se no saremmo a dieci tentativi, oltre a credo due o tre andate senza consegna...).
2) l'idea dei concorsi gemelli non è mia ma del dottor Piso, che così mi pare che li abbia chiamati. Non un unico concorso da 70 posti ma due, da bandire insieme o quasi, tipo a 15 giorni, un mese di distanza. una idea, trovo, molto intelligente. In disparte il rischio di ripromuovere le stesse persone...
Ma qua l'ostacolo è legislativo, perchè per evitare i problemi dello scorso concorso vorrebbero oggettivizzare i criteri dei 25 punti, sottraendoli alla commissione e permettendo così un accesso informatizzato in stile Corte conti, che può così perchè i criteri sono stabiliti a monte.
Non posso che essere d'accordo anche su questo, ma, ripeto, il problema è la legge. Quindi qua attendiamo notizie dal Parlamento italiano. Appena passa una norma ad hoc, da sola o inserita in qualche legge emergenziale, l'indomani bandiscono (indomani sempre gennaio, dopo almeno l'esito degli scritti di questo appena finito...).
3) Venendo infine al discorso dei criteri, ed in particolare al voto di laurea, io meglio di ogni altro so quanto i voti siano aleatori. All'Università mi sono laureato in meno di 4 anni, 15 trenta e lode, sette trenta e un ventisette, e lavorando negli ultimi cinque mesi.
Ma quando dico che sono la persona più fortunata che conosca, tra le tante fortune che ho avuto c'è anche quella universitaria, e ci vorrebbe un romanzo intero solo per raccontarvi tutti gli incredibili colpi di fortuna che ho avuto e mi hanno fatto avere questi voti!
Ero un buon studente, sia chiaro, seguivo tutte le lezioni e il pomeriggio non mi staccavo dai libri se non avevo studiato almeno cinque ore facendo almeno 100 pagine.
Ma se avessi avuto tutti 27 e fossi uscito con 105 nessuno, me per primo, avrebbe avuto niente da ridire!
La differenza tra tutti 27 e tutti o quasi 30 l'ha fatta la fortuna, e credetemi se ve lo dico io stesso !
E poi, da professore (anche lì, fortunato, dato che al concorso a cattedre esce come traccia un argomento, il diritto di famiglia, su cui avevo fatto un enorme gruppo di studio pochi anni prima, ed un altro di Finanze, che conoscevo benissimo grazie all'ottimo professore che avevo avuto all'Università), posso dirvi, avendolo studiato (per via di un altro colpo di fortuna, l'incontro con la mia mentore che mi ha reso il passante che conoscete), che la scienza che studia i voti, la docimologia, ritiene i voti delle interrogazioni orali e dei temi generici come prove non oggettive.
E ve ne dà una dimostrazione scientifica, sperimentale ed oggettiva che non vi annoierò ripetendovi.
Quindi ha straragione De Iure a lamentarsi.
Ma, d'altra parte, il povero legislatore cosa può fare ?
Sapete qual è l'unica prova oggettiva, cioè precisa, rigorosa e misurabile che ammette la docimologia? I test a risposta multipla...
Per cui, caro De Jure, due sono le cose: o concorsi affollati da migliaia di potenziali concorrenti, con tempi abnormi di correzione ed implicite ingiustizie, perchè, per ragioni che non consumerò altro vostro tempo a spiegarvi, non sono oggettive anche quanto più durano nel tempo.
O criteri di accesso superrigidi, basati o sui voti universitari o su test preselettivi, con accesso per esempio dei 100 migliori.
E a quel punto vedresti temi istituzionali e correzioni adeguate nei tempi e probabilmente anche negli esiti. Passerebbero davvero i più bravi. Ma sopravvissuti alla strage del voto di laurea o dei test.
Ma se si scegliessero i più democratici e scientificamente corretti test. vedresti giustamente centinaia dei Gigetti rossetti di turno a lamentarsi che è un sistema assurdo e menmonico, e, ovviamente, avrebbero ragione pure loro, perchè si favorisce il disoccupato o chi ha più tempo, o chi ha più memoria e basta...
E dunque, ingiustizia per ingiustizia, probabilmente il legislatore sceglierà l'ingiustizia che costa meno, cioè il voto di laurea e la media voti, dato che anche gestire una buona preselezione a testa per 5.000 candidati costa fior di quattrini.
Sperando che almeno non cancellino l'escamotage dei punti per master e simili come quelli a cui intelligentemente stai ricorrendo tu!
Nei concorsi siamo tra Scilla e Cariddi!
Io per senso di giustizia  sceglierei il Cariddi dei test, (e partecipai addirittura ad un ricorso in tal senso per magistratura ordinaria...) ma non sono io a scegliere.
In ogni caso buono studio e vi ripeto: scoprire e capire cosa avete o non avete sbagliato nella sentenza, visto che non potete comunque cambiarla e la prossima volta sarà differente,  "servirebbe?"
Saluti passanti a chi ha avuto, avuto avuto, a chi ha dato, ha dato ha dato, scurdammucce u' passato, siamo di Napoli p(l)aisà(nt) (anche alla subdola pubblicità subliminale ricorro, che squallore! MA KI TI PACA ?!!1!!!1!) ;-) :-)

Da: Set Beker  26/08/2016 18.02.27
Passà, sei sempre il mejo! Tu non hai mai cadute di stile ;-)

Iure crepi il lupo, grazie!

Da: Mari7 27/08/2016 12.13.42
Passante, non vorrei distoglierti dallo studio per CdC e per gli eventuali, futuri concorsi "gemelli", ma se dovessi scoprire a mezzo telegramma, o telefono, 20 giorni prima degli orali di aver passato gli scritti, che faresti? Mi permetto sfrontatamente di dirti che forse è meglio dare uno sguardo a penale, lavoro, economia.....No? Non credo che tu possa davvero essere certo di non passare, né che gli orali siano una mera formalità.

Da: Un passante 27/08/2016 13.27.04
Cara Mari,ti ringrazio per la domanda a cui rispondo facendo un implicito omaggio al mio gioco preferito, che però ho abbandonato da decenni per incapacità manifesta... (i più bravi capiranno in sole otto mosse...)

a) sono assolutamente certo di non essere passato a Corte conti, e ho la quasi certezza di non essere passato al TAR...

b) le percentuali di bocciatura agli orali è bassissima, devi andare proprio ma proprio male... Anche perchè è nel loro stesso interesse far passare tutti per riempire i posti e non far risultare fallimentare il concorso. In fondo ti hanno selezionato loro alla cieca, quindi bocciarti significa anche implicitamente smentire il proprio stesso giudizio, nè c'è una tradizione in merito di bocciature come ad ordinaria...

c) non sono personalmente mai stato bocciato all'orale di nessuna cosa (ma c'è sempre una prima volta, no? ;-)) perchè di solito so gestire le mie emozioni in questi momenti e do una erronea impressione di bravo ragazzo serio e preparato (ragazzo che va per i sessanta, ma si fa per dire...) turlupinando bassamente il mio interlocutore...

d) tutti saranno nelle mie stesse condizioni, o peggiori, perchè voglio vedere qui ed ora chi sta studiando penale per gli orali (al massimo per ordinaria...): bocciano tutti ?

e) sto comunque studiando già le materie più importanti che debbo dimostrare di sapere davvero bene, Contabilità per i prossimi scritti e Civile ed Amministrativo tramite Plaisant, e continuerò a farlo, prendendo dunque due piccioncini con un solo tomo...

f) ho già superato un orale con 15 materie preparate in meno di tre mesi, molte delle quali non facevo dall'Università e alcune mai studiate in vita mia, orale che per altro non fu una formalità dato che bocciarono tre candidati su diciassette oralisti, quindi mi sento abbastanza sereno in merito...

g) in ogni caso mi porrò il problema se e quando si verificasse tale denegata ipotesi. O forse tu esci di casa ogni mattina con una treccia d'aglio nella borsa nell'ipotesi di restare fuori dopo il tramonto ed essere aggredita da una torma di famelici vampirloni?

h) nè, d'altra parte, vorrei mai privare la Commissione della possibilità di porre rimedio ad un suo evidente grave errore...

Saluti passanti ai futuri distopici di certo non pensanti...

Da: Mari7 27/08/2016 17.38.38
Caro Passante, alla treccia d'aglio non avevo ancora pensato (ho riso molto, moltissimo)! Probabilmente ho proiettato su di te la mia costante tendenza alla svalutazione e ho detto a te ciò che vorrei dire a me stessa per convincermi ad acquistare il Padovani (o qualcosa del genere). Da quello che scrivi, e da come scrivi, mi viene da pensare che tu abbia prodotto buoni compiti, così pure altri qui nel forum; comprendo e condivido tutti i ragionamenti sull'importanza della sentenza ma non sono convinta che tu l'abbia risolta in modo catastrofico. Alcuni docenti di un corso che ho seguito, oggi brillanti Giudici, hanno confessato di aver consegnato sentenze errate ma temi di diritto di civile notevoli, tali da garantire un risultato positivo.  Anche a me è capitato di preparare un orale in un mese e venti giorni, sei o sette materie, ma in questo caso stiamo parlando di 20 giorni e 11 materie, 7 delle quali probabilmente sepolte da tempo, le restanti 4 da rivedere in maniera diversa per gli orali. E se da Passante ti trasformassi in Passato? Dài dài dài!

Da: Un passante  27/08/2016 18.02.58
Cara Mari, non avrò 20 alla sentenza.
Ma 30 sì,  e il 35 richiederebbe una serie di circostanze fortunate superiori alla.mia pur immensa fortuna!
E  se per assurdo accadesse, beh, a quel punto passare anche agli orali sarebbe il minimo sindacale di fortuna, quindi diciamo che a quel punto ci conto...
C'è molta gente più in gamba di me tra i 550, e basta leggere questo forum, di cui fa parte solo una sparita rappresenterà,  per accorgersene.
Il mio sarà il prossimo, o mal che vada quello dopo per forza, viari che sarà in ogni caso l'ultimo, non volendo mi presentare agli orali con bastone, badante e cornetto acustico. ..
Aggiungo infine che darmi per spacciato mi aiuta ad accettare la sconfitta e non mi impedisce di fare un eventuale.buon orale. Aprire Penale per un orale che non verrà mai quello sì  che,  all'apparir del vero mi getterebbe nella disperazione, e con la mano la fredda scrivania del mio ufficio ed una stanza spoglia da funzionario mostrerebbe di lontano...
Saluti passanti la realtà sempre contemplanti

Da: -555-  27/08/2016 18.16.28
Gli orali della CdC sono 20 materie + 1 lingua straniera + trasferta a Roma da organizzare e gestire + organizzazione delle ferie per lo studio: il tutto probabilmente in 20 giorni...

Da: tar2016 27/08/2016 18.38.50
Passante il Plaisant che tu consigli di studiare va bene comprarlo adesso o conviene aspettare la prossima edizione?. Sul codice processo ammnistrativo commentato quale consigli? Grazie se vorrai rispondermi.

Da: Un passante  27/08/2016 19.02.22
Nel mio caso due lingue straniere, per l'esattezza...
Se.qualcuno di voi pensa che sia il momento di iniziare.a studiare, si accomodi..
Volete metterci il ferro dietro la porta in modo intelligente?  Fate civile, amministrativo e contabilità.
Saranno quelle tre materie a decidere una vostra eventuale bocciatura all'orale.
Voi facendole vi preparate ai prossimi scritti ed anche agli orali eventuali...
Circa il Plaisant non so se ci sarà una nuova edizione.
Perché non scrivete alla casa editrice?
Forum s.r.l.
Saluti passanti consigli spero giusti danti. ..

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 812, 813, 814, 815, 816, 817


Torna al forum