Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

Concorso VIGILI DEL FUOCO, 814 POSTI !!!
118215 messaggi, letto 2866679 volte
 Discussione chiusa, non è possibile inserire altri messaggi

Torna al forum  - 

Attenzione!
Clicca qui per scaricare il software per il concorso a 814 vigili del fuoco!


Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 1180, 1181, 1182, 1183, 1184, 1185, 1186, 1187, 1188, 1189, 1190, ..., 3936, 3937, 3938, 3939, 3940, 3941 - Successiva >>

Da: gia11/12/2009 16.19.38
ma ve lo ricordate se era la selexi per le prove preselettive? mi serve per un altro concorso... grz

Da: tatuaggi...11/12/2009 16.22.04
notizia di merda, se troppe persone passano le fisiche, e gli orali alle visite fanno strage dei tatuati notizia aime fondata, tirata in ballo dal ministero e applicabile poichè ha un precedente.

Da: vvd roma11/12/2009 16.32.44
X gia :Da: ceppo    20/07/2009 9.27.03
se volete qualche informazione basta chiamare la società che ha
organizzato la selezione, cioè la selexi al numero 0258322302
Sembra di si, ma nn ci voleva tanto

X fazio: ne hai sparate 6 7 con un solo post, moderati.
Vuoi farci capire che chi è andato per primo è stato avvantaggiato..... certo, ma fammi il piacere

Ciao Giada

Da: Alecos11/12/2009 16.35.29
quando sono andato io, solo nella mia commissione ne hanno fatti fuori una ventina. Devo dire però che c'erano molte persone non preparate.

Da: vvd roma11/12/2009 16.37.18
Per i tatuaggi è risaputo che nn devono uscire dalla divisa. Chi li ha sul collo e/o sulle braccia é fuori.
Potrebbe andar fuori anche chi nn li ha in questi 2 punti, ma comunque ne ha tanti da essere considerati deturpanti per il corpo

Da: fragolozzo11/12/2009 16.41.02
ciao vvd roma vedo che sei ingamba  potresti dirmi secondo te quante domande fanno al colloquio grazie :)

Da: vvd roma11/12/2009 16.50.06
Ciao fragolozzo, hai detto secondo me
SECONDO ME, faranno sicuramente delle domande di geometria e matematica, probabilmente prese dai quiz. poi 1 o 2 riguardante l'ordinamento
1 o 2 per l'informatica. per la lingua per me ci sarà o una traduzione di un testo o qualche domanda stupida o una presentazione.
Per le restanti materie credo che ne capiti 1o 2 in tutto

Da: peppePA11/12/2009 16.52.19
quindi dici che cmq le domande siano su x giu una decina??

Da: GIADA11/12/2009 16.55.11
x me saranno al max 5 compreso inglese e informatica!!!

ciao vvd roma

Da: vvd roma11/12/2009 16.55.17
Occhio e croce penso di si, nn credo che staremo più di 15  20 minuti

Da: GIADA11/12/2009 16.57.05
concorco con chi affermava, sopra, che il voto dell'orale sarà omologato a quello della prova fisica... credo proprio che sarà così!

Da: vvd roma11/12/2009 16.57.32
Ciao Giada, 10 credo anch'io che già siano tante, spero che abbia ragione it

Da: vvd roma11/12/2009 16.58.32
Ancora continua sta cosa, ma la vuoi far finita di pensare le stesse cose ;)

Da: Huck11/12/2009 17.00.25
omologato con quello della prova fisica...ma cosa vuoi dire Giada?

Da: GIADA11/12/2009 17.00.53
ma dici a me vvd??? e che ci posso fare se va così??? ahahahah :D

Da: peppePA11/12/2009 17.03.22
grazie ragazzi.... mi era giunta voce che potevano essere 3 x ogni candidato, ma mi sembravano troppo poche.... ah un'altra piccola domandina! gira voce che gli orali potrebbero già partire da fine febbraio.... secondo voi è possibile? si procederà di nuovo tramite lettera estratta o in ordine di punteggio?? grazie anticipatamente a tutti!

Da: vvd roma11/12/2009 17.03.24
certo che dico a te, poi qui c'è chi si stranisce, pensala diversamente, ooh ;)

Da: GIADA11/12/2009 17.04.13
Huck omologare nel senso di rendere uguale... cioè si atterranno al voto delle fisiche x determinare il voto del colloquio... se hai preso 45 alle fisiche non avrai un 35 all'orale... la penso così!
anche xchè, altrimenti, smentirebbero e sminuirebbero troppo le prove fisiche!!!

Da: vvd roma11/12/2009 17.04.57
credo che proprio a far presto siano a fine marzo, per il resto nn si sa

Da: Huck11/12/2009 17.06.48
ok Giada, adesso ho capito...mi auguro veramente che sia così...

Da: GIADA11/12/2009 17.06.59
...e tu lasciali stranire!

peppe febbraio è troppo presto... almeno fine marzo, devi calcolare i tempi x chi a gennaio presenterà il certificato, (hanno diritto anche loro di "recuperare" in caso di necessità!!!) e poi i tempi tecnici, x l'orale prima di marzo inoltrato lo escluderei!

Da: mario11/12/2009 17.07.09
vvd roma ho sentito discontinui passati alle prove fisiche con tatuaggi a vista. Sarà relativo sicuramente al tipo di tatuaggio ma credo che se scartano per un tattoo a vista dopo che alcuni sono passati, piovono ricorsi- anche perchè di questi giorni ce ne son tanti di tattuati (tra i quali io)

Da: vvd roma11/12/2009 17.07.49
Faranno il punteggio della preselettiva + il punteggio delle fisiche : 3. Poi ci si gioca 2 punti su o giù, ahahahah, magari

Da: vvd roma11/12/2009 17.10.35
mario alle fisiche puoi anche essere pieno da capo a piedi, a loro nn interessa. Poi bisogna vedere alle visite mediche che ne pensano

Da: GIADA11/12/2009 17.11.02
mario, se posso dirti la mia, credo che la storia dei tatuaggi la valuteranno alla fine, cioè alla prova medica, se vorranno falciare li terranno in conto!
alla fisiche erano concentrati su altro...

Da: GIADA11/12/2009 17.11.56
vvd roma... ma insomma!!! mi arrendo... diciamo le stesse cose!!! troppo forte... ;DDDD

Da: vvd roma11/12/2009 17.12.46
Alle fisiche nn sono tenuti, nn ne hanno facoltà.... almeno 1 la diciamo diversa

Da: peppePA11/12/2009 17.13.16
@vvd roma e giada -> GRAZIE MILLE RAGAZZI!

Da: vvd roma11/12/2009 17.14.11
Di nulla peppePa

Da: pompieri civici11/12/2009 17.15.35
Come fare la cacca in un bagno pubblico e sopravvivere per poterlo raccontare

Quattro mura, una tazza, qualcosa di cui sbarazzarsi. Pochi ingredienti per una delle abitudini più diffuse: fare la cacca. Fuori casa.

Nel corso della mia vita non ho mai incontrato nessuno (ma proprio mai) che dicesse di sedersi sulla tazza di un bagno pubblico così come fa su quella di casa sua. A mio avviso le principali spiegazioni sono tre:

Nessuno osa sedersi per paura di beccarsi qualche malattia
Nessuno osa dichiarare pubblicamente che si siede su quella tazza
Nessuno è mai sopravvissuto abbastanza a lungo per poterlo raccontare
Qualcuno potrebbe rimetterci la pelle. Ho il dovere civico di fare un post sullâargomento.

Nota per i bambini fino ai 24 mesi che stanno leggendo: BAMBINI, NON FATE QUELLO CHE LEGGETE IN QUESTO POST: POTRESTE CADERE NEL CESSO!


Ci sono fondamentalmente tre scuole di pensiero sul âsedersiâ e sono le seguenti:


(Sì, mi sono improvvisato vignettista)
Per scendere nei dettagli ci serviremo di alcuni vecchi filmati in bianco e nero. Trattandosi di riprese amatoriali la qualità non è delle migliori.

1) LA SOSPENSIONE:

TELECAMERA NASCOSTA


Eâ una delle tecniche più diffuse. Eâ anche lâunico momento della mia vita in cui faccio un poâ di ginnastica. Come vedete, consiste nel rimanere col fondoschiena sospeso in aria. Difficoltà principali: mantenere lâequilibrio, fare in fretta, centrare la tazza, NON TREMARE.

2) LA RANA:

TELECAMERA NASCOSTA


Consiste nellâusare una tazza normale come se fosse quella di un bagno turco (come se si facesse la cacca a terra). Si sale con entrambi i piedi sui bordi e ci si rannicchia. Solo per veri esperti. Vediamo che lâuomo nel filmato riesce a mantenere un buon equilibrio mettendo le mani sotto il mento. Se avete qualcosa nelle tasche dei pantaloni preparatevi a infilare la mano nella tazza. Anche se sembra figa la sconsiglio vivamente perchè è molto pericolosa. Se il vaso cede o scivolate a causa dei liquami (bleah!) potete farvi male sul serio. E a chi di noi piacerebbe essere soccorso coi pantaloni abbassati nel bagno di un autogrill? Beâ, a pensarci bene forse a meâ

3) LA MUMMIA:

TELECAMERA NASCOSTA



Come vedete, chi usa la tecnica della mummia è sempre molto rilassato. In molti casi aiuta il deflusso leggendo un bel quotidiano. Come riesca a rimanere tranquillo mentre è seduto sulla Beverly Hills dei batteri non ci è dato saperlo. Non metto in dubbio che non siano brave persone, ma se vi offrono la mano non stringetela. Se non si dovesse capire dal filmato, la tecnica consiste nel mummificare con la carta igienica il tarallo del water. La usano le stesse persone che rivendicano la foresta amazzonica (sì, per farne carta igienica però).

Passiamo adesso a un altro aspetto molto importante e spesso sottovalutato e cioè:

IL BIDET ISTANTANEO

Ha una forte componente educativa: è lì a ricordarti che prima o poi devi fare i conti con le tue azioni. Il BIDET ISTANTANEO è quello schizzo dâacqua (e non solo), detto anche impropriamente rinculo, che ti colpisce il fondoschiena quando lasci cadere nella tazza il pranzo di qualche giorno prima. Con la sospensione e la rana è quasi una sicurezza. Se non lo trovate rinfrescante e volete eliminarlo mettete un pezzo di carta igienica al centro del bersaglio prima di usarlo:



In questo modo avrete anche effetti collaterali interessanti. Ad esempio annullerete il PLOCK! e nei bagni pubblici è una gran cosa visto che spesso sono aperti da tutti i lati (a proposito, stanno esagerando. Tra poco dovremo farla dietro la porta di un saloon del vecchio west). Un altro effetto è quello di eliminare la sgommata ma non credo che in questa circostanza ve ne freghi molto.


Se poi, oltre al PLOCK!, volete eliminare TUTTI i rumori e minimizzare la puzza tirate lo sciacquone DURANTE il fatto. Ci vuole un poâ di allenamento per i tempi ma il risultato è eccezionale. Eâ utile anche quando andate in bagno in appartamenti non vostri e non volete lasciare un brutto ricordo. Io lo faccio anche a casa mia perchè mi dà un maggiore senso di pulito. E vaaai col consumismo!

UNâULTIMA NOTA

Se non vi siete portati un pacchetto di fazzoletti di carta è probabile che vi troviate a combattere con ricevute fiscali o che improvvisiate un bidet nel lavandino. Dio ci liberi da questa immagine. Se invece doveste trovare inspiegabilmente un bel rotolo di carta igienica e avete intenzione di afferrarlo mettendo le dita allâinterno, tanto vale che uscendo diate una leccata alla maniglia. Il rotolino di cartone viene toccato da tutti DOPO aver fatto i propri bisogni e PRIMA di lavarsi le mani. Ha analogie con altri tipi di buco. Dovrete prenderlo dalla parte esterna senza stringerlo troppo e farlo scorrere mentre tirate la carta con lâaltra mano. Così:



Di cose da dire ce ne sarebbero tante altre e mi scuso se ho illustrato troppe banalità ma se anche una sola di queste servirà a qualcuno per uscire dal tunnel dei cessi pubblici il mio post avrà avuto senso.

Un saluto di cuore a tutti. Adesso però andate a cacare.

Leonardo

P.S. Se vuoi puoi condividere questo articolo su Facebook cliccando qui.



{ 3 trackbacks }

Il carlino
30 agosto 2006 alle 04:09
Nuotandonellaria
7 ottobre 2006 alle 16:17
Come fare la cacca in un bagno pubblico :Tootricks Guide tutorials Noi abbiamo la soluzione!
16 settembre 2009 alle 12:11
{ 558 splendidi commentiâ leggili qui sotto oppure aggiungine uno }

â Commenti Precedenti

Francesca 14 dicembre 2008 alle 18:34
Anche a me e la mia amica del cuore capita di dover correre in bagno.Io dovunque sto se mi scappa mi scappa, non posso rinviare di tantoâqualke mese fa poi ho avuto lâinfluenza intestinale, quindi è meglio ke non ti dico..Della serie cosa non ho fattoâIo la faccio sempre morbida o molle, mentre la mia amica (andiamo sempre insieme in bagno) la fa quasi sempre lunga lunga e anche larga, quando la fa con la sospensione sembra che ha la coda!

Replica

giovanni 16 dicembre 2008 alle 21:18
Tutte le tecniche come la sospensione, la rana, la mummia, sono davvero molto utili, ma io rimango sempre dellâidea che fare la cacca in mezzo alla natura sia sempre la cosa più naturale rilassante e bella che ci sia, ti fa tornare alle origini!

Replica

Emanuel 17 dicembre 2008 alle 10:50
E quando dopo una bella cagata vi accorgete che non câè la cartigenica?

Replica

Emanuel 17 dicembre 2008 alle 10:52
Per non parlare di quando câè la merda a spruzzoâlì sono guai sia per gli odori che per i rumoriâPRRRRRRRRR SQUASHHHH CCSCSCSCSCCS PPRRRRRRRRRRRRRâ.

Replica

Francesca 18 dicembre 2008 alle 14:18
Io vista la mia âdebolezzaâ intestinale porto sempre dei fazzoletti con me, anche se a volte non mi bastano eâse manca la carta igienica sono dolori, devo uscire dal bagno e chiedere fazzoletti in giro per poi rientrare e continuare lâopera di pulizia del sedereâQuanto alla merda a spruzzo, anche quella a volte mi è capitataâ una sera ho dovuto far fermare la macchina dei miei amici per scendere e andare di corsa in un pub a scaricare eânon puoi immaginare gli spruzzi di diarrea dove sono arrivati. Dovunque, su tutta la tazza, per terra e anche un pò sul muroâPoi mi sono sbrigata ad uscire per andarmi a pulire in un altro bagno meno indecente e lì ho poi scoperto che non funzionava lo sciacquone.Anche lì, water riempito di carta igienica e fazzoletti impregnati di diarrea. Praticamente sono bastata io per mettere fuori uso due bagniâ Lâimportante è ke non mi hanno vista, almeno ho âlimitatoâ i danniâ

Replica

serena cecina 19 dicembre 2008 alle 22:07
ero in albergoâ..sdraiata e nuda.
avevo mangiato troppo gelato e, ad un certo punto, mi è uscita cosìâ.liquida e puzzolente, in quella magnifica stanza dâalbergo.
Cavolo!
ho dovuto lavare tutto, icluso il materasso. Quanti chili di Chanel ci ho versato sopra!
Mai il gelato dopo una certa ora la seraâE il mio compagnoâè stato carinissimo mi ha lavata e ha lavato il materasso.. Lo amo davvero!

Replica

ciao 20 dicembre 2008 alle 00:40
ahahahahahah stò a morì dalle risateâx fortuna nn mi è mai capitato nulla!!! a parte intasare il cesso di casa uhuhuhuh
ciaooo

Replica

Vane 20 dicembre 2008 alle 14:11
Queato post è favoloso. Ma voi avete cambiato completamente argomento parlando delle vostre esperienze caccaliâ Mi avete fatto morire dal ridere .. specialmente 656 â Un mito .. dovresti metterle su un libro o andare a Zelig.. riscuoteresti un enorme successo!!  Ciao a tutti cagoni xD

Replica

makko 20 dicembre 2008 alle 21:04
a me una volta eâ capitata un esperienza terribile !!
HO TRATTENUTO LA DIARREA PER 2 ORE !!!!!
ero in gita scolastica, e sul pullman non câera il bagno; abbiamo fatto sette ore di viaggio, mentre eravamo in autostrada ho iniziato a sentire i crampi e dopo circa due ore, appena siamo arrivati in un autogrill sono subito corso nel bagno a sciordare
non resistevo piu !!!!!

Replica

Elisa 21 dicembre 2008 alle 04:31
Quello che ho detto e continuo ripetere la cosa piu schifosa e non riuscire spesso a trovare un bagno acessibile alle persone sn stato di handicap perche un bagno con una porta stretta non ci si puo passare con la carrozzina tanto di peggio alle volte ci si trova con bagni con la turca, che in nessun modoio noi disabili non riusciamo assolotamente usare il fatto che poi questi bagni siano molto piccoli nella stragrande maggioranza di posto non ci da nemmeno la possiblità che 2 persone amiche o altro possano aiutarti perche sono troppo stretti e non ci stiamo dendro,se poi il bisogno di fare la cacca e urgente come mi capita sempre e logico che son si riesce a trattenere e la si fa addosso e questo ma fa provare molta vergogna e umiliazione.

In questo mio commento non scherzo ragazzi e poi su queste cose non ce nulla da scherzare e non ne ho sicuramente voglia.
unâultima cosa permettetemi di dire vorrei tanto che molti esercizi commerciali ( bar ristoranti ecc)e non solo ma anche uffici di pubblica utilità si metessero a norma con i bagni e li rendessero acessiblie a tutte quelle persone sfortunate come la sottoscritta che per spostarsi deve usare la carrozzina.
scusatemi tanto del mio sfogo
a tutti i miei piu sinceri auguri di un sereno natale e felice nuovo anno

Replica

Elisa 21 dicembre 2008 alle 04:35
nel post che ho appena scritto ho fatto diversi errori grammaticali e me ne scuso tanto purtroppo stasera ho la glicemia (diabete) alto e gli occhi ne soffrono.

Replica

Vane 21 dicembre 2008 alle 12:55
Elisa hai perfettamente ragione.. fanno le turche o bagni striminziti che non ci si puo nemmeno girare â Ma è possibile tutto questo? A volte sono belli grandi anche per quelli su sedia a rotelle o con problemi fisici .. ma a volte fanno davvero pena! Eâ una vergogna â Buone feste anche a te 

Replica

MetalFoxMan 24 dicembre 2008 alle 18:26
vorrei dare un consiglio sulla fobia delle maniglie, per quel piccolo inconveniente câè la soluzione alla Chuck Norris, cioè si lascia la porta socchiusa prima, sperando che nessuno la apra(consigliabile solo nei bagni separati), e quando si deve uscire basta calciarla.

Replica

MetalFoxMan 24 dicembre 2008 alle 18:30
PS: io ho scoperto il sito facendo una prova di connessione con la parola cacca su google, ho letto la didascalia sotto e mi sono incuriosito

Replica

Vane 26 dicembre 2008 alle 10:38
Metal .. pure io ho fatto la stessa cosa e ho trovato questo sito

Replica

jack 31 dicembre 2008 alle 17:54
bleha

Replica

fabio 31 dicembre 2008 alle 19:34
Con la posizione n2 ho rischiato la vita e fatto una figuraccia terribile. Dopo aver effettuato il download,scendendo dalla tazza, questa si è staccata da terra e si è rotta in molti pezzi. Il contenuto si è riversato sul pavimento passando oltre la porta e le bidelle (stavo montando una porta tagliafuoco in una scuola) sono accorse per il gran rumore.Zitto zitto ho provato ad uscire dalla finestra ma non passavo,e nemmeno potevo sparire attraverso il tubo.mi sarei mangiato tutto se avessi potuto. alla fine mi sono arreso e ho aperto la porta senza riuscire a spiegare alle poverette lâaccaduto. OCCHIO RAGA. La rana è OK ma da allora controllo bene prima la stabilità del tutto. Eâ anche pericoloso i cocci tagliano.

Replica

timida 1 gennaio 2009 alle 18:39
Per piacere, un appello a tutti gli inibiti che muoiono piuttosto di andare in bagno qunndo in casa o nei paraggi câè qualcun altro â ditemi TUTTI i possibili espedienti per evitare che si SENTA, DALLâAPRIRE I RUBINETTI (CI SONO BAGNI SENZA LAVABO)allo sciacquone contemporaneo,radiolina accesa, insomma aiutatemi! E anche come minimizzare lâespulsione di aria in società â E quello schifo di bagni delle navi nordiche, tutti in fila e aperti dal pavimento fino a 40 cm di altezza su tutti i lati? spaventoso, da blocco intestinale. Grazie,felice anno a chi vorrò collaborare!

Replica

Martina 2 gennaio 2009 alle 09:30
Ciao. Per queste feste ho mangiato tantissime lenticchie.
La notte dopo la festa, sono andata a letto.
Passati dieci minuti, ho cominciato a sentire come delle bolle dâaria che scorrevano nel mio ventre.
Era una sensazione strana, scorrevano prima in superficie, tanto che potevo aiutarle a scorrere massaggiandomi la pancia, poi sparivano in profondità e si andavano a sistemare dietro il buco, dove spingevano.
Mi sono divertita a allargare un poâ il buco con due dita per soffiarle fuori senza rumore. Questi soffi puzzolenti sono durati anche 15 sec. Mi piaceva molto perchè ad ogni soffio mi sentivo più leggera.
la mattina sono andata in bagno e ho espulso una puzzolentissima montagnetta multicolore. che buffo!
Tanti auguri!

Replica

Vane 2 gennaio 2009 alle 15:34
MAMMA MIA CHE ESPERIENZE MA 656 DOVE è FINITO? RIVOGLIO LE SUE PERLE DI SAGGEZZA CHE MI FACEVAN TANTO RIDERE!

Replica

Antonio 8 gennaio 2009 alle 21:49
Bravissimo!
Se oltre a quanto descritto aspettate che qualcuno apra la porta principale dei cessi pubblici e vi ci infilate prima che si richiuda per evitare di toccare la maniglia e quando tirate lo sciacquone lo fate con un pezzetto di carta igenica allora avete raggiunto la perfezione ovvero come entrare ed uscire da un cesso pubblico senza diventare portatori sani(mmmmmâ) di milioni di batteri.
Comunque sei un grande.
Ciao.

Replica

Alessia 8 gennaio 2009 alle 23:11
Che merdata oggi che abbiamo fatto! io e una mia amica facciamo a gara a chi ne fa di più, riusciamo spesso a stupirci di quanta cacca produciamo! La nostra coinquilina è disperata, la facciamo spesso aspettare per poi lasciargli anche qualche bella sorpresaâche non va giù!!!!!!!!!!!!

Replica

Elisa 13 gennaio 2009 alle 01:58
Ieri mentre mi trovavo in centro della mia città per sbrigare delle pratiche ho avuto un improvviso bisogno di fare la cacca, sono entrata in un bar ma purtroppo nel bagno non sono riuscita ad antrare in quanto la carrozzina non passava dalla porta, ne sono uscita e in fretta sono entrata in un altro bar poco lontano e anche in questo caso la carrozzina non e passata e quindi non mi e stato possibile entrare nel bagno ed e proprio quì che e sucesso lâirreparabile me la sono fatta tutta addosso, mi sono vergognata da morire perchè credo anzi ne sono sicura che i presenti se ne sono certamente accorti, a questo punto non mi è rimasto altro che raggiungere il parcheggio dove avevo lasciata la macchina, salirci far salire la carrozzina e tornarmene a casa abbattuta, amareggiata, sconsolata tanto da farmi piangeredurante la strada.

Ma dico siamo nel 2009 e parlano tanto di disabilità ma e mai possibile che non riescano a far mettere a norma i bagni nei bar o altri locali? e mai possibile che nel 2009 che una persona disabile se la deve fare addosso per lâinnacessibilità dei bagni?
scusate il mio sfogo.
un saluto a tutti

Replica

Elisa 16 gennaio 2009 alle 16:23
Non scrive piu nessuno quì? ho forse offeso qualcuno?
spero di no

un saluto a tutti

Replica

paolo89 18 gennaio 2009 alle 02:19
ciao a tutti..quaiche giorno fa percorrevo con un amico la superstrada TA-BR e adâun certo punto vediamo una cosa che, a nostro avviso, aveva dellâincredibile..in una aiuola di sosta notiamo un macchina dietro la quale vi era un tizio che stava cacando nn immaginate le risate che ci sono venute spontanee..magari potrà tornare utile a qualcuno nel caso dovesse scappargli in prossimità di una piazzola di sosta una grande cacataâin pratica ci si piega sulle gambe e per mantenere lâequilibrio ci si attacca alle portiere della propria automobilev

Replica

Vane 18 gennaio 2009 alle 12:50
Ciao Elisa no affatto non hai offeso nessuno,anzi hai messo in evidenza i problemi di ogni giorno! 

Replica

Claudjio 20 gennaio 2009 alle 15:29
Bellissimo sto blog, lâho letto e non riuscivo a trattenermi dal ridere, peccato che sono in ufficio!!!
Tanto per stare in argomentoâma qualcuno sa spiegarmi nei paesi âcivilizzatiâ (Francia, Inghilterra e tanti altri) come fanno a lavarsi il sedere âDOPOâ, visto né a casa né altrove hanno il bidé?

Replica

grrr 29 novembre 2009 alle 23:58
non se lo fanno! fanno la doccia una volta al giornoâ e poi carta igienicaâ

Replica

pallino 20 gennaio 2009 alle 23:52
Vorrei fare un osservazione riguardo al bidet istantaneo: nel caso in cui la cacca scenda a pezzi e non in un unico blocco, il primo pezzo trascina con se la carta nellâacqua e i pezzi successivi producono ugualmente il bidet istantaneo. Si rende necessario aumentare gli strati di carta o sedersi più in avanti in modo che la cacca non cada nellâacqua.

Si può anche tirare lo sciaquone un po prima dello sgancio in modo da evitare sia il bidet istantaneo che il âplofâ udibile allâesterno del bagno, producendo imbarazzanti situazioni allâ uscita. (:

Replica

gigi 24 gennaio 2009 alle 16:37
mitico, sarcastico e vero cio che scrivi ma purtroppo ce chi ci combatte tutti i dì con questa operazione diâ..igiene, allora evviva popolo italiano carta igenica alla mano.
Io sonoo militare da 13 anni combatto questa guerra da sempre la turca pubblica è sempre dietro lâangolo con le sue porte stile saloon e aperte sotto per vedere se sei ancora vivo dentro.
la postura da usare qui e quella tipica rannicchiata e combattere solo con lo skizzo di rinculo.
Câe qualcuno che si e organizzato prendendo una normale sedia e praticando un buco sulla seduta si è costruito vaso richiudibile e personale.
10 km di corsa sai stimola lâintestino andare sulla turca non e facile e ti puoi procurare delle contratture muscolari o dei tendini cosi il gabinetto personale ti da una mano

Replica

Serena 28 gennaio 2009 alle 00:21
Bel sito, anche se ormai sono abituata a fare un certo genere di coseâ

Raccconto la mia va!
La più critica è stata quando sono andata a trovare i miei cuginetti in Nevada, siamo andati sullâottovolante, che già amo poco, che la mia pancia già brontolava che dovevo andare in bagno da ore, ma ovviamente in giro non mi azzardavo.

Bhè, quel coso sembrava costruito per una sola cosa: farsela addosso!
Câera un sedile col buco, stile ciambella, ancora nn capisco perchè, la cintura che mi premeva contro la pancia, e soprattutto faceva paurissima, ogni tanto si bloccava e faceva rumori strani stile di rottura (erano finti mi han detto DOPO), câera una discesa infinita, e una curva cieca che sembrava finissimo fuoriâinsomma, non potendo nemmeno tenermi con la mano la frittata era assicurata 

Provare così tanta paura è terribile, era come se la mia mente vedesse il mio corpo dallâesterno, avevo i muscoli lì in basso che spingevano in più possibile x fare uscire tutto.

Una vergogna immensa, avevo pure gli shorts bianchi, insomma un disastro, davanti ai cuginetti americani per giunta! 

Replica

angelo41 30 gennaio 2009 alle 23:07
A completamento delle tre posizioni elencate, ve ne descrivo una quarta, da
me usata durante gli anni di servizio al Ministero della Difesa. Intanto la
posizione della âMummiaâ è sconsigliabile in quanto lâorlo del cesso è sempre bagnato di piscio e ci vorrebbero fogli di plastica per isolarsi completamente. La quarta posizione da me usata è mutuata dal vaso alla turca, inspiegabilmente soppresso da tutti gli edifici pubblici. Condizione indispensabile è che nel box ci sia spazio sufficiente e questo sistema va bene anche nei cessi dellâautogrill, dei grandi magazzini e vari. Dunque si prende un foglio di quotidiano, si piega in due e poi si piegano i 4 angoli. Si mette per terra e ci si acquatta sopra con le gambe ben divaricate. Si caca bene alla maniera turca e ci si sporca poco
perchè scende a piombo. Ci si pulisce con comodo, poi si prende lâincartata
per i 4 angoli e si butta nel cesso.
Ho usato questo sistema per anni ed è andata bene anche perchè gli ambienti
erano abbastanza spaziosi. In mancanza di salviette umidi consiglio di prendere un pezzo di carta da rotoloni,
bagnarlo bene, strizzare poco e poi pulirsi, finendo con carta ben asciutta.

Replica

nico 4 febbraio 2009 alle 13:02
grazie regazzi. grazie veramente. in quei momenti siamo tutti uguali.. ho scorso tutte le vostre lettere, sono morta dal ridere, xkè oggi sono più scema del solito, e so già che presto troverò molto utile il consiglio di angelo41. fino ad ora ho sempre usato il metodo detto âdella sospensioneâ xò è tremendo bisogna essere molto allenati e dipende dalla consistenza. una volta col suddetto metodo ho fatto un disastro in un bagno durante una prova scritta dâesame. fuori era pieno di gente e allora ho usato il metodo della faccia schifata allâuscita. ma non ha funzionatoâcerto le emergenze sono sempre difficili da gestire ma voglio attrezzarmi. so già che in quel momento non sarò solaâ

Replica

tommaso 10 febbraio 2009 alle 17:18
Ciao molto interessante il tuo blog e divertente! complimenti nn c sono altre posizioni disponibili? nn puoi scrivere un libro come il kamasutra????? scherzo comunque le cose che hai scritto le sapevo e sono giuste ciao

Replica

DANIELA 13 febbraio 2009 alle 03:39
Salve a tutti,complimenti per il sitoââè straordinario. Vi racconto la mia odissea e dopo averla letta vi domanderete come ho fatto ad uscirne salva. Ero ad una festa di compleanno insieme ad una mia âamicaâ, essa purtroppo ha una malattia allo stomaco che la condanna ad andare in bagno spesso. Tutto procedeva a meraviglia fino a quando non mi chiese di accompagnarla in bagnoâ.Entrammo e la stanza era molto piccola a malappena riuscivamo a muoverci, ed il wc come quasi tutti i bagni pubblici era intasato e sporco.Ritornando alla mia amica che si stava cacando addosso,si posizionò velocemente sul wc lasciandosi andare alla grande con spruzzi di diarrea ovunque, immaginate il fetore che ho dovuto obbligatoriamente annusare.Dopo essersi pulita e rivestita và per tirare lo sciacquone e non usciâ una sola goccia di acqua,pensammo quindi di prenderla dal lavandino con un piccolo secchio che trovammo liâ, aprimmo il rubinetto e anche quiâl'acqua non usciâ.Ad un certo punto notai una bottiglia di plastica riempita più della metà sul davanzale di una piccola finestra in alto, ma il colore del contenuto licquido era giallastro e pensammo che fosse pipiâ.Quindi collegammo la pipiâ con il fetore,e la visuale si presentava con il wc pieno di merda ed i relativi spruzzi ovunqueâe non ci vollero più di due secondi che fummo pervase da un inevitabile bisogno di vomitare. Prese entrambe dal panico non sapevamo dove vomitareâalla fine la mia amica cedette e optò per il wc, agli schizzi di merda si aggiunsero anche quelli del vomito composto di pasta con pezzetti di pomodoro ectâIo da quello schifo non riuscii neanche a vomitare,trattenni il vomito inghiottendolo. Da quel bagno uscimmo molto provate,mi ci volle un bel pò per riprendermi.Da questa esperienza ho imparato ad andarci da sola in bagnoâperchè proprio me che non avevo lâesigenza di andarci ho dovuto patire le pene dellâinferno!!!!Comunque adesso io e la mia amica quando ripensiamo a quegli attimi passati insieme ci cachiamo dal ridere.. di più lei per la cronaca.

Replica

DANIELA 13 febbraio 2009 alle 03:51
io uso sia la sospensione che la mummia

Replica

Franca 16 febbraio 2009 alle 18:16
A me è capitato di trovarmi in una pessima situazioneâavevo lâinfuenza intestinale, dovevo assolutamente raggiungere un bagno entro pochi minuti e stavo aspettando che mio figlio uscisse da basketâ

Lâidea di cercare un bagno lì mi era saltata in mente, ma come una scema preferisco il mio comodo bagno casalingoâ
E ce lâavrei fatta tranquillamente, se un vecchietto non ci avesse tamponato ad un semaforo!

Ero lì al gelo a compilare il CID con la tremarella, e x il nervoso lâurgenza si è fatta più grave!
Stavo scrivendo con una mano sulla pancia quando ho sentito il terribile segnale premonitore di nefasta âeruzioneâ, se non la tappavo con la mano succedeva il disastro!

Peccato che tornando a casa la pressione del sedile non è bastata, allâennesima puzzetta â" mio figlio ormai aveva capito che qualcosa non andava â" sentivo di essere arrivata al limite, e la frenata ad un semaforo ha fatto il resto: proprio non lâho più retta, tutta addosso, una frittata colossaleâsono avvampata per la vergognaâal verde ero ancora lì immobile, non potevo guidare senza sedermi, e non potevo sedermi senzaâbhèâspetasciare il già umiliante incidente.
Il clacson di quella dietro mi obbligò al disgustoso splashâ

Bhè sono rincasata a gambe larghe con mio figlio imbarazzato quanto me, un odore tremendo e una sporgenza inequivocabile sulla gonna, fortunatamente grigia e non chiara.
Ah, e le orrende righine marroni sui collant -.-

Unâora a pulire tutto, unâaltra per areare, una figuraccia di mxxxa che peggio non si puòâche vergogna!

Replica

Elisa 17 febbraio 2009 alle 15:37
Franca non so se hai letto un po più su io sono disabile motoria e per questo ho ancora più difficoltà a trovare un bagno quando mi serve veloce veloce e quindi eheh mi succede spesso di farmela tutta addosso purtroppo
Che mi salva si ho il pannolone certo ma non e piacevole lo stesso

Replica

Elisa 21 febbraio 2009 alle 08:16
Ero nel gabbiotto del negozio che stavo cercando di risolvere le pratiche e, al tempo stesso, dovevo rispondere al telefono.
Ad un certo punto arriva un venditore con un ordine da protocollare.
Mentre stavo facendo lo scontrino, avverto come un liquido rumoroso che scorreva nel ventre. Era il sintomo premonitore.
Sentii un âbotto sordoâ tra le natiche e lâufficietto si rimpinzò di un odoraccio molto pesante. Quando il venditore se ne andò ( sorridendo) chiusi lâufficio e corsi nel bagno dove depositai( per metà sul pavimento) una maleodorante poltiglietta colorata.
Ciao

Replica

pallino 21 febbraio 2009 alle 12:38
Ho gia lasciato precedentemente un commento e ora aggiungo:
Nei posti che so essere puliti tipo nella mia officina e nella palestra dove vado uso senza problemi la soluzione della mummia; perfortuna non mi muovo tanto fuori citta quindi non mi trovo spesso nelle condizioni di usare il cesso pubblico. Nel caso in cui mi scappa quando sono in giro preferisco tenere per qualche tempo in piu e farla in condizioni decorose *_*
ciao a tutti

Replica

nico 25 febbraio 2009 alle 13:06
Idea per utilizzare in piena tranquillità il bagno nel posto di lavoro che si condivide con i colleghi, quindi relativamente meno rischioso, ma che richiede comunque la tecnica della sospensione (difficoltosa e impegnativa x le donne in determinati giorni del mese). Eâ utile lasciare nel bagno quelle salviette multiuso detergenti tipo lisoformio etc.. per igienizzare almeno la tavoletta xkè la tranquillità in quei momenti è preziosa. che ne dite? câavevate già pensato?

Replica

pallino 26 febbraio 2009 alle 18:36
se fai la sospensione io credo che non serve igienizzare un cazzo. nel caso in cui i colleghi sono pochi e sai essere decentemente educati, allora si che conviene passare la salvietta per poi appoggiare il culo sulla tavoletta.

Replica

angelo41 27 febbraio 2009 alle 20:58
Continuo a non capire come si fa a cacare con la posizione della mummia; trovo sempre gli orli bagnati e non basta un foglio di carta per isolarsi, boh. Ora vi racconto un episodio, accadutomi una ventina di anni fa durante una vacanza in Svizzera. Percorrevo in auto la strada per Saint Moritz, quando improvvisamente ho sentito una âmossaâ nel ventre. Consapevole, per esperienza passate, di come va a finire; mi sono guardato intorno alla ricerca di un locale pubblico, ma in quel tratto di strada non câera niente. Nel frattempo cominciai a scorreggiare, provocando lo schifo di mia moglie e, forse, dei bambini seduti dietro. La strada era dritta, in pianura con ampio prato e solo case isolate, alberi niente e neanche fossati ai lati della strada.
Lâurgenza incombeva. Ad un tratto vidi,
a destra, lâinsegna di un hotel su una
costruzione piccola ed elegante, fermo
subito e cerco lâentrata, che si trovava sul retro, dalla parte del prato, ma la porta era chiusa e non si percepiva presenza umana. Non ci ho pensato due volte: mi calo le braghe e
scarico tutto lì sulla soglia in brevissimo tempo. Ripulito con le salviette e soddisfatto, torno in macchina velocemente e parto subito fra
le proteste del coniuge.
Non ho mai saputo se quel piccolo hotel
fosse chiuso per ferie o momentaneamente chiuso per la siesta degli ospiti.

Replica

roberto 2 marzo 2009 alle 16:21
Ciao a tutti! A voi eâ mai capitato quello che credo sia il peggio che possa capitare in argomento, e cioeâ avere bisogno urgentemente di cagare a casa dâaltri e non riuscire a contenere i rumori?
A me si, e vi assicuro eâ stato uno dei momenti piuâ imbarazzanti della mia vita!
Avevo appuntamento a casa di una cliente; ero in macchina e ho cominciato a sentire dei movimenti preoccupanti in pancia, ma non ci ho fatto troppo casoâ. tragico errore! Infatti, mentro ero in ascensore che stavo salendo dalla cliente, sono stato colto da unâattacco di diarrea tremendo.
La situazione era veramente disperata e non avevo alternative; cosiâ ho suonato il campanello, la signora ha aperto, lâho salutata, non ero neanche entrato in casa che le ho subito chiesto di andare in bagno, con una mano sulla pancia e una faccia grondante di sudore.
La signora eâ rimasta un attimo perplessa poi, per fortuna, mi ha indicato il bagno; sono letteralmente corso in bagno (giaâ a questo punto la situazione era fortemente imbarazzante, ma il peggio doveva ancora venire), ho fatto in tempo solo a chiudere la porta e a sedermi sul vaso cheâ. drammaâ.. ho avuto unâesplosione di diarrea incredibile, una scarica pazzesca che si saraâ sentita non solo nellâalloggio, piccolo tra lâaltro, ma forse anche negli altri appartamenti!
Non avevo piuâ il coraggio di uscire, tra lâaltro la cagata eâ continuata e, tra una cosa e lâaltra, saroâ stato almeno 10 minuti in bagno.
Ho preso il coraggio e, finito tutto, sono uscito, con un imbarazzo che vi lascio immaginare.
Inutile dire che non riuscivo piuâ a guardare in faccia la signora, cosiâ le ho detto che non mi sentivo tanto bene e che lâavrei richiamata per un altro appuntamento, cosa che naturalmente non ho mai fatto! La signora mi ha detto di non preoccuparmi, che poteva capitare a tutti, ma lo diceva ridendo e io sarei voluto sprofondare; ho preso la borsa e sono scappato via! Che figura!
E a voi, eâ mai capitato nulla di simile?

Replica

simone 4 marzo 2009 alle 00:33
vi racconto il numero che mi sono fatto a casa della mia compagna dopo poco che ci frequentavamo,essendo lei turnista quando aveva la giornata libera andavo da lei da mattino a sera,quel giorno nella tarda mattinata siamo usciti per commissioni prima di andare a casa passiamo al bar a bere qualcosa e io vado in toilette a fare pipì quando ho quasi finito mi viene voglia della caccaâ attimo di imbarazzo comunque visto che non sarei andato a casa fino a sera decido di farla,mi chino sulla turca e maledizione, vedo il portarotolo vuoto! siccome lo stimolo si era calmato esco e andiamo a casa sua, dopo pranzo mentre lei sistema la cucina devo di nuovo urinare, ma appena ci provo ho di nuovo la cacca che spinge e siccome stavolta non ce la faccio proprio a tenere, controllo che ci sia la carta e spazzolino e vado a chiudere la porta che avevo lasciato socchiusa,accidenti non câe la chiave,imbarazzatissimo abbasso i pantaloni e mi siedo sul water e la faccio subito,finalmente rilassato chiudo gli occhi e faccio pipì quando ecco che entra lei e mi dice che pensava che siccome avevo chiuso e tardavo stessi vomitando ! che figura! a nessuno è mai capitato?

Replica

emanuele 7 marzo 2009 alle 13:47
ke skifo ogni volta ke andavo in un bagno pubbliko facevo quello ke qui si kiama PLOCK! grazie per il consiglio!!!!!!!!

Replica

nico 10 marzo 2009 alle 11:59
caro pallino, cerca de capì. è ovvio che se faccio la sospensione non disinfetto. e per quanto riguarda i colleghi: sono pochi e puliti allâapparenza. ma conosco un detto molto saggio. FIDATO Eâ MORTO.

Replica

Luciah 13 marzo 2009 alle 21:25
TI STIMO!

Replica

Cele 22 marzo 2009 alle 21:23
Che ridereââ
Mi sono fatto un sacco di risateâ.
A me personalmente non è successo niente di grave.
Ma una volta ero in un maneggioâ.
Stavo camminando e senza farlo apposta mi sono avvicinato senza farmi sentire (per via del fieno sul pavimento) ad una tipa. Molto carina, con un bel paio di pantaloni attillatiâAd un certo punto a mollato un petone molto rumorosoâ..Ho fatto un salto indietro (ero a circa un metro) e ho detto a voce altaâ..âMa ha pettato !!!â Questa si gira e diventa rossa come un peperone..Mi guarda e scappa viaâ Poverinaâ..Non lâho mai piu vistaââ

Replica

Maria 24 marzo 2009 alle 20:50
ha mollato, con lâacca.
La tipa molto carina ha fatto bene a scorreggiare in una stalla.
E dove si può scorreggiare liberamente se non in una stalla?
La scorreggione me la immagino chiara di pelle, bionda con i capelli a caschetto, lentiggini.
ciao

Replica

Hotel Viserbella 27 marzo 2009 alle 19:55
Mi hai commosso fino alle lacrime , dopo 451 commenti penso che sarà difficile scrivere qualcosa di inedito ma io ci provo.

inserito di diritto nel âmanuale delle giovani marmotteâ

Replica

pierdomenico 27 marzo 2009 alle 21:10
sono strafighe le immagini dei cessi

Replica

Cele 29 marzo 2009 alle 14:54
Ciao Mariaâ.
Come fai a dire che la ragazza era chiara di pelle, bionda con i capelli a caschetto, lentiggini.??????
Ciao..

Replica

Elisa 31 marzo 2009 alle 02:44
Ancora una volta ieri mi sono ritrovata in seria difficoltà alla ricerca di un bagno adatto alle mie condizioni di disabilità che non sono stata capace trovare in tempo
ancora una volta mi sono sentita disaggiata e molto amareggiata per non essere riuscita a non farmi la cacca addosso
ma sopratutto sono molto indignata con tutte quelle persone che parlano tanto di aiuto alle persone con disabilità ma poi in realtà non e cosâ difficilmente si trova un bagno adatto per disabili
mi vergogno da morire ogni qualvolta mi succede di farmi la cacca addosso
scusate il mio sfogo.

Replica

Matteo 31 marzo 2009 alle 09:08
Sei un genio Leonardo, non câè da dire altro!! Continua così un Blog fantastico!!!

Replica

Vane 2 aprile 2009 alle 13:44
Cele:Maria avrà sparato a caso.

Elisa:Mi dispiace,câè gente che non ha nè un cuore nè un cervello!!

Replica

Maria 2 aprile 2009 alle 20:44
Perché la SCORREGGIONA per antonomasia ha un volto angelico e un corpo tonico, atletico e muscolare.
Ma dal buco del sedere emette peti ROBOANTI e altamente tossici.

Replica

sara 7 aprile 2009 alle 18:35
come ti capisco elisa quante volte ho temuto di farmi la cacca addosso poi io sono una ragazza timida e se ho la diarrea ad esempio a scuola mi vergogno a chiedere a un prof di poter andare in bagno + di una volta, quindi aspetto sempre lâultimo minuto.
Soprattutto mi vergogno quando devo fare la cacca in quei bagni dove la porta di sotto ha un varco enorme e si sente ogni minimo rumore quindi di solito cerco di trattenermi e farla piano piano, apparte una volta ke me la stavo veramente facendo sotto, sono arrivata correndo ho socchiuso la porta mi sono tirata giu tutto velocemente e trrrrrrrrrrruuuuuuuuuuum prrrrrrr, vabbè lasciamo perdere, dico solo ke una ke si stava lavando le mani è scoppiata a ridere io invecie avevo un mal di pancia ke mi veniva da piangereâ

Replica

!!! 13 aprile 2009 alle 09:25
si! mi è servito lâultimo consiglio, quello della carta igienicaâgrazie! 

Replica

Io 4ever 17 aprile 2009 alle 20:46
che risate cn sto sito!!! mi ha ftt morire io avevo scritto così, tnt x , su google, âcaccaâ e mi e spuntato questo!!! XDXD specialmente cn le posizioniâ XDXD c e da morire!â cmq manca una posizioneâ

Replica

MARCO DA MILANO 18 aprile 2009 alle 22:34
ragazziâ.io con la posizione della sospensione stò facendo dei muscoli alle coscie paurosiâ.purtroppo mi vien sempre da cagare quando sono a scuola e tiro di quelle sgommate che fan paurA!!!

Replica

pallino 19 aprile 2009 alle 02:38
quale?

Replica

Elisa 22 aprile 2009 alle 06:26
oggi cercavo di migliorare la mia conoscenza del nuovo lavoro quando, ad un certo punto, ho sentito dei movimenti fluttuanti allâaddome e degli scoppietti che scorrevano bruscamente.
Arriva Ale, che mi piace un casino, e mi chiede di prendergli una pratica dalla libreria.
Quando salgo sulla scaletta ( sarà stato il movimento del bacino) mi parte una raffichetta umida e puzzolente. Ieri avevo i pantaloni bianchi di lino, e li ho macchiati proprio in corrispondenza del mio buco!
aiuto!

Replica

Ale 26 aprile 2009 alle 19:04
Elisa?
Ma sei quella con gli occhi azzurri e le lentiggini?

Replica

Tom 2 maggio 2009 alle 16:22
io invecie uso tipo la mummia però con le mani appoggiate sul water, poi io sulle mani mezzo in sospensione

Replica

ginetta 10 maggio 2009 alle 17:11
ho riso come una matta! simpaticissimo. Complimenti. Io faccio sempre la mummia mi sembra il metodo migliore, prima di fasciare il water lo lavo. Certo che consumo parecchia carta ma non mi importa. Ciao simpaticone.

Replica

296 13 maggio 2009 alle 06:56
qualche anno fa,dopo una serata con amici a base di cibo e alcool, al mattino mi sono alzato con uno stimolo fortissimo di andare in bagno
seduto sulla tazza lâho praticamente riempita ! che esperienza

Replica

Pietro 14 maggio 2009 alle 12:32
Esiste un quarto metodo ed è la mia invenzione più grande, la vera rivoluzione che ha cambiato la vita a molti: si chiama âLa mossa del cavalloâ ed è una variante della âsospensioneâ. Consiste nel creare un vincolo artificiale, (mentre si simula di sedersi, attraverso lâutilizzo del braccio(dx o sx che sivoglia) appoggiato perpendicolarmente al muro retrostante il cesso. Braccio ben teso, sguardo dritto e fiero in avanti, ed ecco che il gioco è fatto.
La simbiosi con il muro ci fa assumere una posizione ad L. (la posizione a forma di L ricorda la mossa del cavallo nel gioco degli scacchi (da cui il nome).

|
|
|
|_______

Replica

MA 19 maggio 2009 alle 16:08
PER ME è MEGLIO LA MUMMIA NUM3

Replica

giu 20 maggio 2009 alle 14:15
a me è successo mentre guidavo il furgone sono saltato al volo nel retro cassone e voilà tutta addosso. non avevo capi di ricambio e ho chiamato un amico e a correre a comprarmiun cambio di pantaloni. buffo ma vero.

Replica

MA 21 maggio 2009 alle 14:23
mi son trovato a digitare a caso una parola e ho digitato a caso la parola cacca come penso ad altri è successo.

Replica

vectro89 24 maggio 2009 alle 22:17
sn un abitudinario del 3° sistema (mummia), ma devo dire ke questo blog mi ha aperto il mondo e, nonostante sia consapevole della difficolta di sostenere tale posizione, credo ke nelle mie prossime esperienze cacatorie utilizzerò il metodo della sospensione, poichè + veloce del 3° e altrettanto sicuro. grazie mister shit.

Replica

chiara 27 maggio 2009 alle 21:03
ma io la cacca la fo come mi pare ognuno ca ca come glie pere

Replica

Rachele 28 maggio 2009 alle 14:18
Mentre disegnavo una cucina(urgentissima!)per una cliente mi viene uno stimolone irresistibile di fare la cacca.
In negozio câeravamo solo io e un mio collega più grande di me che mi piace tanto.
Il bagno era troppo lontano e allora ho preso un cestino, ho abbassato i pantaloni e le mutandine e mi ci sono accovacciata sopra. Dopo un paio di soffi puzzolentissimi è uscita una valanga marrone che ha riempito tutto il fondo del cestino. Stavo cercando i fazzolettiniâquando ecco davanti a me il collega che me li porge. Sono diventata viola!
ciao!

Replica

Giovanna 28 maggio 2009 alle 20:41
Io la cacca in piedi non riesco a farlaâdevo essere sedutaaaa..e se mi scappa in giro me la tengo finchè non arrivo a casaaaa

Replica

mumu 30 maggio 2009 alle 13:50
io faccio sia la pipi che la cacca con lo stile rana e una volta ho fatto cosi in gita scolastica e si e rotta la tavoletta ed in qel momento e entrata la prof e io gli ho detto che tirando giu il coperchio si e rotta

Replica

Anonimo55 30 maggio 2009 alle 15:29
ciao a tutti vi racconto di una volta in cui io e il mio fida eravamo sul lettoâstavamo facendo lâamore quando lui dice:mi vuoi fare un p*****o????Io dico si e mentre facciamo gli viene da cagare e allora stiamo x alzarci quando il pirsing sulla mia lingua rimane incastrato e nn riesco a staccarmi lui nn ce la fa + e decide di andare in bagno cmq xke nn resiste e io cerco di togliermi il pirsing ma lui si avvia x il bagno e nn riuscendo a trovare rimedi rimango attaccata al suo c***o mentre caga nn sapete ke orrore!!!!!!!!!!!!!Ma in fondo é stato forteâprovateâhihi

Replica

coprolino 31 maggio 2009 alle 07:23
espertissssimo!

Replica

angelo 31 maggio 2009 alle 16:06
troppo forte!!!

Replica

Serena la caccologa 1 giugno 2009 alle 13:00
oggi ho avuto una esperienza traumatizzante con la rara e temutaââââ.attenzioneâ.
CACCA SODA E LUNGA TRASVERSALE!
che male che male!

Replica

simon 3 giugno 2009 alle 14:35
bellissimo..lui sarà stato felicissimo

Replica

simon 3 giugno 2009 alle 21:12
serena..potevi fotografarla..bella!

Replica

elisa 9 giugno 2009 alle 19:07
utilissimo!!! ahahahha..sei grande!!

Replica

Anonimo 10 giugno 2009 alle 16:03
letteralmente caccoso

Replica

692 11 giugno 2009 alle 07:22
questa la voglio raccontare. Alcuni anni fa con amici abbiamo deciso di andare a vedere un arrivo di tappa del tour de france. arrivati nel luogo, pienissimo di tifosi di ogni nazionalità, ci siamo sistemati in una posizione strategica. In seguito, io che già sentivo qualche borbottio nella pancia, ho incominciato a girovagare nei paraggi alla ricerca di un posto tranquillo. essendo in montagna il problema non si è posto: a poca distanza mi sono arrampicato in una pineta e dopo aver battezzato un posto consono ho fatto i miei bisogni in tutta tranquillità. mentre stavo per tornare dagli amici ho intravisto a poca distanza arrivare una donna sulle cui intenzioni diceva tutto il rotolo di scottex che portava in mano.spinto da curiosità e anche da un po di voyeurismo mi sono fermato ad osservare ad una certa distanza. la signora, il classico donnone di origine nordica tirata su a crauti wurstel e birra, intanto con assoluta naturalezza aveva iniziato le manovre di svuotamento del suo intestino, che devo dire sarà stato parecchio pieno, perchè al termine dellâoperazione è rimasta sul terreno una così grande quantità di cacca che sembrava fatta da una mucca

Replica

bea 11 giugno 2009 alle 16:06
una vera forza !!!!!!! è stato ultra caccoso !!!!!! tra le 3 posizioni quella + bella è quella a rana â..!!! una sola parola : caccoso!!!ciao ciao !!!!

Replica

Svevas85 13 giugno 2009 alle 12:49
vi giuro ragzzi,appena arrivata su questo sito,mi è venuto da cagare!Adesso vado a fare i miei bisogni e torno!

Replica

silvia 14 giugno 2009 alle 11:38
troppo forte

Replica

peppe bory 14 giugno 2009 alle 17:09
sospensione unica soluzione!

Replica

Sara88 17 giugno 2009 alle 00:06
Ieri ho fatto una station wegon demmerda a casa de nâamica mia.
Dopo aver espulso il fagotto demmerda lâamica mia mi ha esclamato âA Sarè, già che ce sei e che la pizzeria sta chiusa, vamme a preparà ânpanino coa merda vaâ, che câho fameâ.
Bella esperienza!!!

Replica

milesaway 18 giugno 2009 alle 16:19
Guarda, io sono 7 anni che per lavoro son costretto a cagare in giro per lâItalia, in cessi più o meno affollati, con turche o vasi con e senza ciambelle e da sempre ho anche avuto lâaccortezza di evitare rinculi di acqua merdognola con la tecnica del pezzettino di carta in fondo al cesso abbinando inoltre allo stesso la tecnica della mummia a quella della rana al momento del PLOFF, ho limitato sempre anche i vapori scatenati dal mio culo tirando tempestivamente lo sciacquone abbinando allâazione anche lâutilità di nascondere rumori maligniâ devo dire che tutte queste tecniche le conoscevo già, e le hai illustrate in maneira impeccabile, non avevo però mai pensato al non toccare il rotolo di carta igienica allâinterno per evitare batteri. Alla mia prossima diarrea sanguinolenta provvederò a seguire anche questo consiglioâ Grazie di cuore per migliorare il nostro stile di cagare. Alex.

Replica

Serena di Cecina 19 giugno 2009 alle 13:35
Ero in spiaggia. cinque minuti fa.
A pranzo, di solito, mangio poco:
una fetta di pane e qualche foglia di insalata.
Oggi la mia mamma mi ha preparato anche una irresistibile macedonia di frutta, temibilmente sovrabbondante di kiwi.
Come dicevo prima ero in spiaggia e stavo ascoltando il mio I-pod.
Ho sentito, alla fine del primo brano, un rimescolio alla pancia e la cacca scorrere verso lâapertura.
Terrorizzata mi sono precipitata in acqua ho abbassato lo slip e ho lasciato andare il tutto.
Dopo 2 secondi, intorno a me, câera una poltiglietta piena di semi di kiwi che galleggiava intorno a me!!
occhio se venite a Marina di Cecina!!!!!!!!!!!!!

Replica

Carmine 19 giugno 2009 alle 15:16
Senza parole xD
Io sono un esperto nel cagare e chi mi conosce lo sa! [non sto a spiegarvi tutti i dettagli], ma il stile a ranaâehm, credo che lo proverò, non ci avevo mai pensato.
Per quanto rigurda la carta igienica xD nn ho di questi problemi perchè ovunque io vada ho sempre come minimo 2 pacchi di fazzoletti XD.

Bellissimo post e ottimi consigli
Carmine

Replica

kneptr 23 giugno 2009 alle 12:54
troppo forte sto blog eâ finito subito nei preferiti e penso di nn aver mai riso tanto. io uso sempre la mummia â"troppo fico

Replica

lollo f 26 giugno 2009 alle 17:34
fighe ste cose come cagare ci devo provare

Replica

marcus 1 luglio 2009 alle 10:37
âdai la sospensione è la migliore, si rafforzano i muscoli delle gambe..peccato non aver descritto come spazzarsi..anche quello è stata fonte di studioâverso lâalto occhio a non incerare la maglietta..verso il basso..occhio a non infilarsi la carta nel culo..insomma ci vorrebbero pagine e pagineâcomunque complimenti a tutti quelliâche possono farla a casaâ

Replica

niko 12 luglio 2009 alle 14:45
haha

Replica

seaproderapo 12 luglio 2009 alle 19:56
una volta,finito di di depositare i miei frutti di stagione nel water,per sdebitarmi con la proprietaria del bar ordinai un caffè,Lei continuava a sorridere e non capivo il xkèâpensai che il mio âfascinoâavesse fatto unâaltra vittima!!!!invece,dopo aver consumato con tutta calma il caffè,appena uscito dal bar mi accorsi che rimase incastrato tra pantalone e mutanda un metro buono di carta igienica,scarto evidente della mummificazione del water,e per tutto il tempo ce lâavevo dietro che svolazzava in bella vista in mezzo al barâ.che figura demmerdaâ

Replica

seaproderapo 12 luglio 2009 alle 20:25
il peggio è quando ti scappa da scoreggiare mentre stai trombandoâ..non riesci più a fare niente,6 tutto concentrato a nn emettere rumori molesti al fine di evitare una figura di merda colossaleâ.per poi inventare una scusa ridicola per scappare da qualche parte a libararti di quel gas nervino che spinge sempre nel momento meno opportunoâ..

Replica

962 15 luglio 2009 alle 07:18
stamattina appena sveglia ho avuto subito uno stimolo fortissimo di andare in bagno. nonostante la mia dieta estiva preveda un forte consumo di frutta e verdura, erano alcuni giorni che non ero soddisfatta delle mie produzioni.
oggi no! sono veramente contenta di aver riempito la tazza

Replica

Eleonora 16 luglio 2009 alle 17:04
Non mi piacciono i bagni pubblici, preferisco fare la cacca nella natura.
Ogni mattina esco per fare footing al parco e a metà mi fermo nel mio posticino preferito, mi tiro giù la tuta e le mutandine e incomincio a spingereâ è uno dei momenti più belli della giornata, e ormai è da 10 anni che non faccio quasi più la cacca in un bagno.

Replica

marco 19 luglio 2009 alle 08:37
ho trovato questo post per caso ,cazzegiando sul pc.credo che si debba dare più attenzione a queste tematiche,che sono le basi della nostra civiltà,io proporrei un interrogazione parlamentare per portare a conoscenza tutte le nostre autorità politiche di quante e quali strade ci siano per andare a cagare da unâaltra parte.grazie per la pazienza e complimenti per il post.

Replica

David 19 luglio 2009 alle 14:29
ahahh Ti stimo! Non sai quanto! Santo SUBITO! Lâidea della carta dovresti brevettarla (se è tua) è veramente geniale! Grazie!!!

Replica

David 19 luglio 2009 alle 14:37
Per Serena (post 493): una nota lezione di vita che si interpreta anche come una metafora è: âlo stronzo viene sempre a gallaââ questo è bene saperlo perchè se sei in compagnia è una delle peggiori âfigure di merdaâ a cui puoi ambireâ essa allontanerà da te i tuoi amici nellâimmediato ma anche nel prossimo 

Mentre quando âuriniâ la puoi giustificare come una zona di alta pressione momentanea colpita dallâanticiclone delle Azzore quando âdefechi (si scrive così?) câè poco da giustificare! :O

Replica

962 23 luglio 2009 alle 14:00
per eleonora: ma se la fai tutte le mattine nel medesimo punto da quasi 10 anni chissa che spettacolo. sicuramente in quella zona le piante saranno più rigogliose!

Replica

spawn 29 luglio 2009 alle 15:22
Pazzi!!!!!!!!!!

Replica

quadraro 29 luglio 2009 alle 15:24
argomento stimolante

Replica

Cele 29 luglio 2009 alle 20:56
Per Eleonoraâ..Scusa ma dove abiti?
Anche io vado a correreâânon vorrei trovarmi con i piedi sopra una delle tueâââââCiao ciaoâ..

Replica

looooool 1 agosto 2009 alle 14:23
ma voi siete pazzi!!!

Replica

EL CORA 4 agosto 2009 alle 13:00
SALUTO IL BOCCOLO CHE MI HA MOSTRATO QUESTO SITOâCIAO..

Replica

Eleonora 5 agosto 2009 alle 09:53
Sono di Bologna e vado a correre ai giardini margherita, di solito la faccio dietro alcuni grandi cespugli. Comunque non sono lâunica, ho visto alcune altre persone che corrono andare dietro quei cespugli, e spesso ci trovo dei ricordini che non ho lasciato io.

Replica

Anonimo 5 agosto 2009 alle 13:25
Bene Eleonora,verremo a mettere delle telecamere nascoste ora che sappiamo il punto esatto 

Replica

gabriele 22 agosto 2009 alle 09:10
non mi ricordo hi ha scritto queste cose ma chi le ha scritte e una persona
che sputa pillole di saggiezza.ma devo
ringranziarti per avermi insegnato queste cose .

Replica

chiara 22 agosto 2009 alle 17:29
cioaâquesto sito m i fa ricordare un episodio imbarazzanteâero in discoteca quando sento che inizia a scapparmiâho resistito 2 ore ma poi lâho fatta nelle mutandineâi bagni erano sempre occupatiâche vergognaâ!!

Replica

Antony 5 settembre 2009 alle 19:32
sempre parlando di come fare la cacca, oggi mi sono trovato in ritorno dalle vacanze..ventimiglia â" milano in intercity 3h e qualcosaâarrivati a genova inizio a sentire mal di pancia, poi lo stimolo sempre piuâ forte finche â mi accorgo : attacco improvviso fulminante di cacarella.
siccome in stazione non si potrebbe cacare con la pressione a mille aspetto la partenza..dopo 20 minuti parte e mi precipito in bagno..primo bagno un ododre di pipiân insopportabile, secondo bagno e terzo chiusi, quarto bagno âpresentebile..di fretta e furia chiudo la porta del bagno , mi metto in sospensione e mentre rilascio i muscoli quel cavolo di treno fa una curva molto accentuata e schizzo tutta la cacca liquida sulla porta !!!!!
che figuraccia !!
tutta la porta aveva una chiazzona marrone e tutto il resto del bagno era candido e pulitoâ.allora dopo avermi lavato il sedere esco dal bagno e logicamente non si vedeva la porta sporca e con vergogna corro al mio postoâintanto entra uno..chiude la porta e dopo un secondo esceââchissa xcheâ????

Replica

Anonimo 10 settembre 2009 alle 16:55
grande guida
complimenti
sono tutti metodi provati personalmente?

Replica

Ale 12 settembre 2009 alle 22:24
fico, non avevo mai provato a mettere la carta igienica in mezzo al vater.
VAI LEO CONTINUA COSì

Replica

Antonio 14 settembre 2009 alle 21:07
Leonardo: sei un vero professionista!
grazie per avermi regalato secondi di allegria e di gioia.
Simpatico e divertente nonchè utile.
Grande Leonardo!
Leoanardo for president!

Replica

lallalla 5 ottobre 2009 alle 14:59
ciao a tutti, bellissimo questo sito!!!

vi voglio raccontare la mia + brutta esperienza di cacca fuori casa, premesso che io sono una frequentatrice abituale di bagni pubblici.
Peccato che quella volta combinai un disastro: era un sabato mattina di giugno di 4 anni fa e mi ero messa dâaccordo con degli amici di andare a prendere un caffè insieme, a circa 10 km da dove vivo e tra questi amici câera anche la mia immancabile best friend.
Specifico che in quellâoccasione io, nonostante sia regolare, non riuscivo a fare la pupù da 3 gg (infatti mi sentivo intoppata), beh, arriviamo in questo bar (io non ci ero mai stata, me lâhanno proposito loro) e decido di prendere caffè + briosche a cioccolato come colazione (una volta questo connubbio mi aveva fatta correre al cesso, quindi se avesse avuto questo effetto non sarebbe stata una brutta cosa visto che erano già 3 gg che non riuscivo a farla). beh, subito dopo la colazione niente, ma dopo qualche minuto, mentre eravamo fuori, sento un dolore alla pancia e un treno merDA (io lo stronzo lo chiamo in diversi modi in base a come si presenta) che vuole uscire, così dico alla mia best friend che vado in bagno ed, immancabilmente, deve venire anche lei. Arrivate in bagno câè antibagno e, a sinistra il bagno degli uomini (sono bagnetti piccoli, e anche lâantibagno lo è) a destra uello delle donne e di fronte lla porta dentrata dellâantibagno, quello dei disabili. Il bagno è libero e chiedo alla mia amica cosa deve fare, lei mi dice âla pipì e poi devo cambiami perché mi sono arrivateâ beh, per evitare che muoia x cola della mia puzza, la faccio passare avanti ma le dico di muoversi. Dopo pochi secondi entra un ragazzo fighissimo che va nel bagno degli uomini. La mia amica ci mette circa 3 minuti e sono i 3 minuti + lunghi della mia vita perché lo stimolo era fortissimo e la forza di gravità facva scendere la cacca e facevo fatica a tenerla, x fortuna era bella solida! Intanto sento che dal bagno degli uomini (era impossibile non sentire i rumori perché lâantibagno era piccolo) il classico rumore di âspinta da caccaâ e quello di alcuni stronzetti che cadevano nella tazza; chissà perché ma quasi sempre, quando faccio la cacca nei bagni pubblici, câè qualcun altro che la fa.
Beh, finalmente la mia best friend esce e io âera oraaaaâ ed entro, mi slaccio i pantaloni e pratico la sospensione; dopo 2 secondi sento un caccone grosso e semiduro (forse era la torta di riso del giorno prima che mi aveva un poâ intoppata) che esce.. non faccio fatica ma sento che è bello grande poi già essendo io una che fa dei âmonumentiâ pur facendola tutti i gg, immaginate dopo 3 gg di âbloccoâ.
Sono a metà stronzo e sento bussare ma, prima che possa farlo io, sento la mia amica che dice âè occupato, tra poco esceâ e intanto finisce di uscire quella roba lunga, almeno 30 cm, e grossa. Che liberazione! Mi pulisco e mi tiro su i pantaloni quando sento la mia amica che mi invita ad uscire perché câè una bambina con la mamma che hanno bisogno del gabinetto. Tiro lo sciacquone e incubo: ho intasato il cesso, lâacqua arriva fino al bordo e non accenna a scendere, nonostante lo scopino. La mamma della bambina bussa ancora e io esco, facendo finta di niente. Nel frattempo esce il ragazzo figo di prima e,dopo mezzo secondo anche la bambina con la mamma che, sconvolta, dice âQualcuno deve essersi dato da fare, è completamente intasatoâ; il ragazzo si accorge che divento rossa come un peperone e invita la bambina e la mamma ad usare il bagno degli uomini, da cui lui era appena uscito (magari ha lasciato anche lui un brutto odore, ma almeno è funzionante). Poi il ragazzo mi ha guardato male d è uscito. Non câè bisogno di dire che io e la mia best friend siamo scappate fuori, subito dopo aver pagato la nostra parte sâintende, e abbiamo gentilmente incoraggiato i ns amici ad andare altrove per evitare che qualcuno mi rincorresse e che lo venissero a sapere gli altri ns amici, perché già lâavrete immaginato. Beh, mentre andavamo mi sono accorta che il ragazzo figo si è messo a ridere guardandomi.. lâavrà anche raccontato ai suoi amici, sicuramente! Che figura!!!!!

Scusate per la lunghezza!

Replica

lallalla 5 ottobre 2009 alle 16:02
in biblioteca lâho fatta pure io. ci andavo con uan mia amica (non la mia best friend, unâaltra) con cui prendevo il treno quando facevo un corso scolastico, circa un anno fa.a dire la verità avevo lo stimolo già in stazione, poi sul treno, ma andava e veniva e non era impellente, poi in stazione sono andata in bagno ma non era ancora il momento e ho fatto solo uno stronzettino. poi siamo andate tranquillamente in biblioteca. arrivate là , dopo qualche minuto che leggiamo, sento lo stimolo della cacca e stavolta era quello giusto, vado in bagno e fuori câera lâinserviente â" uomo â" che aveva appena finito di pulire. io temevo che mi dicesse qualcosa (tipo di non entrare) stavo quasi x rinunciare ma mi scappava e non volevo âportarlaâ al corso visto che lâavevo fatta pure lì (ma vah? )ma câera un poâ di strada x arrivarci e poi câè sempre la fila, mentre in biblioteca non câera quasi nessuno e cmq ero già lì inbagno e non dovevo neanche aspettare. beh, entro, mi siedo e poco dopo mi escono 2 stronzi di misura media, ma stavolta non ho intasato il cesso come lâaltra volta, anche perchè un poâ ne avevo già fatta in stazione, quindi non è che ci fosse molta âmateriaâ. mi pulisco, tiro lâacqua, esco, mi lavo le mani e vado dalla mia amica che mi chiede se stessi bene perchè ci avevo messo diversi minuti.. beh, dopo che le ho raccontato ha preso anche lei lâabitudine di fare la cacca nei comodi e puliti (se ci vai verso quellâora, prima che arrivi la mandria di studenti, sono puliti eccome) bagni della biblioteca, pensate che prima di allora si vergognava. sono contagiosa!

x Elisa (la ragazza disabile): è vergognoso che in Italia ci siano ancora bar e altri luoghi pubblici non attrezzati x portatori di handicap. spero che le cose cambino presto!

Replica

Elisa 7 ottobre 2009 alle 15:44
certo che è vergognoso lallalla siamo nel 2009 e pensare che parlano tanto di disabilità ma fanno ben poco per aiutare le persone con disabilità in molti casi manca del tutto i servizi igienici per i disabili in altri ci sono ma purtroppo ci sono anche barriere architettoniche da superare spessissimo la porta non permette il passaggio della carozzina oppure ci sono dei gradini da superare il altri casi il bagno e talmente piccolo che con la carrozzina non si riesce a girarsi per posizionarsi sul water il altri casi addirittura il water e troppo alto rispetto la carrozzina e quindi non riesco a fare il passaggio tutto questo molto spesso comporta a farmela addosso e tornarmene a casa sporca avvilita e rammaricata

Replica

Elisa 8 ottobre 2009 alle 03:07
Sono ancora qui eheh scusate voi direte ma che vuole questa rompiscatole, ehe vorrei poter trovare un bagno acessibile quando ne ho bisogno, per me e molte altre persone che si trovano in una carrozzina il problema non è solo la cacca ma e anche la pipì molte di noiabbiamo la vescica che non si vuota spontaneamente e quindi dobbiamo vuotarla ogni 4 ore mediante cateterismo vescicale e se non si fa ciòpossono venire delle ifezioni urinarie con febbre brividi ecc.
succede sovente che questi bagni non siano proprio puliti specialmente negli autogrill autostradali nelle stazioni ferroviarie ed ecco che le infezioni sono sempre in agguato, quei bagni io li evito e lo faccio seduta in carrozzina a fianco la macchina poi si getta il contenitore nel cestino delle immondizie e quindi sembrerebbe tutto sisolto, ma non e così spesso non riesco a trovare un posticino appartato dove la gente non ti possa vedere quindi devo per forza farla dove e come meglio puoi
certamente questo comporta un addio alla privacy
chiedo scusa a tutti della mia lunga lamentela
un cordiale saluto a tutti

Replica

Elisa 11 ottobre 2009 alle 03:15
vedo questa pagina strana oggi proviamo a vedere se si mette a posto

Replica

Elisa 11 ottobre 2009 alle 03:19
no non va ai responsabili del sito chiedo diano unâocchiata per vedere cosa e sucesso la pagina non è piu normale come ieri ma ingrandita

grazie infinite
cordiali saluti

Replica

lorenza 12 ottobre 2009 alle 14:10
a me è capitato di cacare fuori e mi è successo anche mentre facevo sesso mentre baciavo pierluca mi è venuto da cacare e lâho fatta ma subito dopo è dovuto andare anche lui e così lâabbiamo fatto prima sul cesso e poi nella doccia ciao e vi consiglio di farlo nella doccia anche voi

Replica

lallalla 15 ottobre 2009 alle 21:01
è vero, la pagina è cambiata!

cmq la settimana scorsa ho fatto vedere questa pagina al mio ragazzo e si è fatto anche lui 4 risate. poi stamattina era in università e gli scappava a lezione, così è uscito (prima considerava la cacca fuori casa un tabù) e lâha fatta col metodo della mummia (la tazza non era sporchissima, altrimenti ha detto che avrebbe usato la sospensione). ha detto che allâinizio ci stava ripensando e voleva fare solo pipì, ma poi sâè seduto e ha fatto anche pupù, pentendosi di tutte le le volte che, ai tempi di elementari, medie e superiori, se lâè tenuta x ore a scuola con dolori e fastidi atroci, solo x paura che qualcuno lo prendesse in giro. ha detto che quando è uscitocâera un ragazzo che va uni con lui e che è antipaticissimo, che ha dovuto anche annusare quello che il mio raga aveva appena âprodottoâ (insommaâ nessuno caga violette e in questi bagni non ci sono deodoranti o altro)  ) da come il mio ragazzo lâha raccontato, penso he stia già diventando un abitudinario della cacca nei bagni pubblici!

Replica

Uno nuovo 20 ottobre 2009 alle 14:10
Mi sono innamorato di Lorenza.

Replica

scotty 20 ottobre 2009 alle 19:07
wow!! belli i video della telecamera nascosta!!! 6 un genio! e dire ke ho saputo di te solo oraâ °_____° seguirò il tuo consiglio della mummia e tirare la carta igenica in modo strategico; priorità assolute: evitare il bidet istantaneo assolutamente e anke le puzze invadenti, possibilmente ricordare a tutti che sono una femmina ke non si chiama scotty ma non le piace il suo nome quindi scriverà una cavolata dicendo che si chiama Rosa di nome e Sederino di cognome  un nome e un cognome in meno è un bel vantaggio non credete?

Replica

lara 20 ottobre 2009 alle 20:21
ciao a tutti! inanzitutto questo sito è fighissimo!! molto divertente, però pensate che câè gente come me che vive in bagno e non, che non è bello!!! ve lo posso assicurare.
Vi dico solo che soffro di intestino irritabile a detta del mio medico, ma sono arrivata al punto di sentirmi quasi incontinente!!
vi racconterò una delle mie tantissime avventure vissute in giro e x giro intendo IN GIRO: questa mi è accaduta un pò di anni fa, quando ero ragazzina. Per fortuna quel giorno ero con mia sorella più piccola!!! i miei genitori quella domenica erano usciti x andare a cena fuori, io e mia sorella siamo uscite di casa pensando di aver preso le chiavi di casaâ e invece no! indovinate un pò??? la porta ha la chiusura a scatto! Fatto sta che ad una certa ora facciamo ritorno a casa già consapevoli di dover aspettare i genitori e ci mettiamo nellâandrone del palazzo x non stare fuori. Ad un tratto sento una gran voglia di cagare e quando dico cagare, intendo CAGARE E SUBITO!!!ma come fare se la porta è chiusa???oh porca miseria! come faccio adesso?dove la faccio? mia sorella ovviamente rideva perchè io ho iniziato a sudare freddo e a dire il vero faceva ridere anche un pò a me la situazione, e più ridevo trattenendomi più la fece era alle porte! voleva uscire a tutti i costi! mi viene in mente unâidea: scavalcare in cortile e passare sul balcone che x fortuna è al piano terra. Scavalco e con me mia sorella che x la cronaca si è pisciata addosso dalle risate, prendo dal cestello della frutta e verdura un sacchetto di pomodori, la svuoto e di corsa arriva il sollivo!!ahhhhhhhhhh finalmente!!!! abbandoniamo il pastello e ritorniamo nel pianerottolo di casa. Dopo un pò arrivano i miei con i loro amici al seguito stupiti di trovarci lìâbellissima idea: facciamogli vedere la casa!!no mamma non fargli vedere il balcone!!e invece sìììâ
questa è una delle mie storie dimmmmerda!
ciao a tutti!! pregate x me oooooooo x il mio culo!

Replica

berto 23 ottobre 2009 alle 00:13
siete delle balliste le donne non fanno la cacca, vanno in bagno solo per pettinarsi o per incipriarsi il naso

Replica

Cele 23 ottobre 2009 alle 20:36
X laraâ
Bellissima storia. Molto divertenteâ.
NE racconti altre?????
Ciao Ciao..

Replica

alissa 25 ottobre 2009 alle 16:57
questo sito è fortissimo anchâio racconterò presto qualcosa!!!

Replica

lara 29 ottobre 2009 alle 17:10
x cele:
NON POSSO, MI VERGOGNO! 

Replica

Cele 29 ottobre 2009 alle 21:15
x Lara.
Suvvia un po di coraggioâ.
Non ti vediamo, potresti essere chiunqueâ..

Replica

Elisa 31 ottobre 2009 alle 07:53
Ero con il mio amante in un lussuoso maniero in Toscana. Ad un certo punto, ho avvertito degli impetuosi borborigmi che mi scuotevano in basso.
Lui stava per versarmi una flute di Krug (ottima annata) , le sue splendide mani da pianista rendevano la gestualità prodromica di splendide sensazioni gustative e OLFATTIVE.
Ma ecco che, mentre versa il delizioso Champagne, non riesco a trattenermi e mi scappa una scorreggina ( piccolina, piccolina, per la verità) ma densa di un odorone davvero pregnante. Esco dal letto ( poco vestita) e non riesco a trattenere altre scorreggine fino al bagnoâ.e proprio prima che aprissi la porta un piccolo caccolino fa capolino e va a cadere su quello splendido pavimento di cotto dellâImpruneta. Che figura!
Lui galantuomo, dopo avere aperto la finestra che dava sulla corte del Castello, ha anche pulito il pavimento! Mio marito non lo avrebbe fatto. Ciao!

Replica

giulietta 1 novembre 2009 alle 18:28
mileyy 6 1 idolooooooooooooooo

Replica

629 10 novembre 2009 alle 21:33
anni fa, durante un inverno freddissimo , fui vittima anche io di quelle maledette influenze intestinali. purtroppo ero fuori casa e dovetti espletare i miei bisogni nei bagni di un supermercato.la cosa triste fu che gli stessi bagni non erano illuminati o per lo meno le luci erano molto mal temporizzate. in breve, per evitare di sporcare i pantaloni che indossavo, ho depositato una torta fumante e maleodorante sul bordo del cesso alla turca, senza riuscire poi a cancellare del tuto le tracce.

Replica

692 13 novembre 2009 alle 20:51
Beh nessuno scrive più?

Replica

elisa disabile 14 novembre 2009 alle 16:43
Nel mio nome ho scritto Elisa disabile perche ho visto che câè unâaltra elisa qui
avrei moltissimi episodi da scrivere ma e meglio che eviti di farlo altrimenti potrei diventare troppo lagnosa. e a qualcuno potrebbe non andare bene.
dico soltanto che con i problemi della cacca ma anche della pipì sto lottando da una vita purtroppo a causa della mia patologia come già ho scritto più volte la faccio sempre addosso con conseguenze che tutti potete immaginare, la cosa peggiore e di non essere autonoma e quindi devo dipendere da altre persone chi mi lavino cambiano ecc e questo mi rende sempre più demoralizzata ed avvvelita.
Per quanto riguarda i bagni nei luoghi pubblici ho già descritto precedentemente quanto sia difficile usarli a chi si trova come la sottoscritta in una sedia a rotelle

cordialità a tutti

Replica

Serena 16 novembre 2009 alle 14:17
Scusa Elisaâ.dove sarebbe il maniero toscano nel quali ti saresti appartata con il tuo amante? Anche il mio porta sempre il Krug! Pensa che mi è capitata una cosa simile tra le lenzuola, un vero disastro! Mio marito mi avrebbe presa a schiaffiâinvece lui è stato un tesero. P.S. il Pianoforte lo suona davvero e bene!

Replica

John 16 novembre 2009 alle 23:52
x Elisa (disabile): non preoccuparti, è una cosa normale nelle tue condizioni, quelli che si dovrebbero vergognare sono gli altri. Comunque se proprio sei demoralizzata riguardo a questo, ti posso dire che ci sono persone a cui piacciono ed eccitano sessualmente questi comportamenti in una donna, quindi donât worry!

Replica

elisa disabile 17 novembre 2009 alle 16:42
X John farsi la cacca addosso per eccitarsi sessualmente con non trovo che sia cosa normale ,provabile che ci siano anche queste persone io no sicuramente ogni volta che mi succede preferirei sprofondare , mi sento tanto abbattuta

Replica

Marcolino 18 novembre 2009 alle 02:18
IL PLOCK!!!
MI HAI RISOLTO IL PROBLEMA DEL PLOCK!!!
GRAZIE MILLE!!
COMâEâ FASTIDIOSO QUEL RINCUL DâACQUA CHE TI VA DRITTO SULLE PACCHE :s

SEI UN GRANDE

Replica

kryssy 26 novembre 2009 alle 18:34
vorrei solamente dire ke 1 volta io ero a fare sesso con il mio raga e dovevamo andare in bagno siamo andati a cercarlo e abbiamo trovato un bagno da skifoâvorrei solo un consiglio su cosa fare in questi casi
baciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii a tuttiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!!!

Replica

629 26 novembre 2009 alle 22:31
lâaltro giorno mi scappava di fare il bisogno grosso ed ero dentro un grande magazzino- outlet. sono andato nei bagni e non essendoci lâacqua, ho preferito farla dentro il sacchetto porta assorbenti che era in dotazione. dopo sono uscita e con molta naturalezza ho depositato il tutto nel bidone. nonostante lâattenzione prestata devo dire che comunque un po di odore si sentiva..

Replica

kryssy 27 novembre 2009 alle 12:26
;)
656 è davvero divertente ma ora non si vedono + i suoi messaggi!!!!!!!!!!!!!!:);):p

Replica

M 28 novembre 2009 alle 03:28
Ma voi donne come fate a farla senza far rumore?? Mi spiegate Il trucco??

Replica

Elisa la pallavolista 29 novembre 2009 alle 19:22
Gentile M, io ho un sistema. Quando non voglio essere sentita basta un colpo di tosse:
uno in occasione di una scorreggina ( o scorreggiona) una in occasione del plock se ho preferito non âimbottireâ il fondo del water con la carta.
ciao!

Replica

paolos 30 novembre 2009 alle 14:08
caco in questo momento ke bello

Replica

merdonio 1 dicembre 2009 alle 01:06
se ci si ritrova senza carta la soluzione è quella indicata da henry charles bukowski: pulirsi il culo con le mutande e poi usarle per ingorgare la tazza del cesso come rappresaglia. mi è capitato di farlo, a parte la parte del sabotaggio perchè ero a caccia lungo le sponde del cecina e non in qualche bar.

Replica

__Gàìà__THè__BèST__ 2 dicembre 2009 alle 13:09
salveâio di solito cago a mummia xò câè sn contro alla disboscazioneâ.ho provato a fare la sospensione maâ un brutto risultato.. e nntâbacini!

Replica

jhon 3 dicembre 2009 alle 15:08
ma se nessuno si siede sui bagni pubblici allora saranno puliti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!hahahahahahahaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Replica

Serena 4 dicembre 2009 alle 19:10
Caro Merdonio ( mi fanno impazzire i nick pregni di nostalgia post-romantica) ma in riva al Cecina hai incontrato qualche beccaccia?

Replica

LeLlA e LoRy CuGi X sEmPrE 5 dicembre 2009 alle 11:27
SCS K VOLGARI PEROOOâââ EDDAIE MI FATE SCHIFO PURE VOI FEMMINE CHE SCRIVETE CHE ANNATE A CACA PERKè VE SIETE MAGNATE LE LENTICCHIE IATEVE A AMMAZZA TOKKA ANZI MEJU JATEVENNE A CACA

Replica

onnet 7 dicembre 2009 alle 18:55
questa estate ero in campeggio e per errore sono entrato nel bagno delle donne, dove con enorme stupore non solo ho scoperto che anche le donne scorreggiano, ma la cosa che più di tutte mi ha meravigliato è stato aver trovato un enorme scremento (stronzo) lunghissimo. Ma una donna può davvero arrivare a tanto??âihihihi

Replica

Sara 10 dicembre 2009 alle 03:38
ma che pensate voi uomini, che siete i soli a farla?
Anche il mio ragazzo qualche giorno fa mentre eravamo al parco mi ha accompagnata dietro dei cespugli perchè dovevo andare in bagno e volevo che guardasse che non arrivasse nessuno, e lui ha cominciato a dire âma stai scoreggiando?â âehi ma stai cagando!â e poi âma quanta ne fai?â, stupito come se stesse vedendo un alieno. Cosa dovremmo fare una pallina di cacca profumata e in silenzio?

Replica

bellaporcellina* 9 dicembre 2009 alle 14:31
cazzo* a me quando me scappa la CACCA ,se sn a kasa mia la faccio nel mio bagno , e se sn a casa o di amici o di parenti â. sinceramente me vergogno xkè nn me sento a mio agio infatti nn la faccio mai nei bagni ke nn konosco nn se sa mai â.. . na volta ero a casa de na mia amika e io je diko :, lei mi disse: ,.Andai in bagno era bellissimo bianko pulito è PROFUMATO,mi sedetti ne vater e in quel secondo mi venne un maldipancia atroce e li pensai mo je caco tutto il bagno ââ vabbe alla fine vi dico solo una cosa :in quel bagno nn se poteva stà da la puzza ke câera jelavevo skakazzato tutto poraccia ho dovuto aprire le 2 finestre ke cerano hahaha ke figagata haha ââ.. naturalmente poi ho fatto finta ke nn ero stata io NEGAVO LâEVIDENZA hahaha â..
LEGGETE E MUORIRETE DALLE RISATE
XD bacini da monika citaâ.. by vi amo a tuttiiiiiii 

se ci si ritrova senza carta la soluzione è quella indicata da henry charles bukowski: pulirsi il culo con le mutande e poi usarle per ingorgare la tazza del cesso come rappresaglia. mi è capitato di farlo, a parte la parte del sabotaggio perchè ero a caccia lungo le sponde del cecina e non in qualche bar.

Replica

__Gàìà__THè__BèST__ 2 dicembre 2009 alle 13:09
salveâio di solito cago a mummia xò câè sn contro alla disboscazioneâ.ho provato a fare la sospensione maâ un brutto risultato.. e nntâbacini!

Replica

jhon 3 dicembre 2009 alle 15:08
ma se nessuno si siede sui bagni pubblici allora saranno puliti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!hahahahahahahaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Replica

Serena 4 dicembre 2009 alle 19:10
Caro Merdonio ( mi fanno impazzire i nick pregni di nostalgia post-romantica) ma in riva al Cecina hai incontrato qualche beccaccia?

Replica

LeLlA e LoRy CuGi X sEmPrE 5 dicembre 2009 alle 11:27
SCS K VOLGARI PEROOOâââ EDDAIE MI FATE SCHIFO PURE VOI FEMMINE CHE SCRIVETE CHE ANNATE A CACA PERKè VE SIETE MAGNATE LE LENTICCHIE IATEVE A AMMAZZA TOKKA ANZI MEJU JATEVENNE A CACA

Replica

onnet 7 dicembre 2009 alle 18:55
questa estate ero in campeggio e per errore sono entrato nel bagno delle donne, dove con enorme stupore non solo ho scoperto che anche le donne scorreggiano, ma la cosa che più di tutte mi ha meravigliato è stato aver trovato un enorme scremento (stronzo) lunghissimo. Ma una donna può davvero arrivare a tanto??âihihihi

Replica

Sara 10 dicembre 2009 alle 03:38
ma che pensate voi uomini, che siete i soli a farla?
Anche il mio ragazzo qualche giorno fa mentre eravamo al parco mi ha accompagnata dietro dei cespugli perchè dovevo andare in bagno e volevo che guardasse che non arrivasse nessuno, e lui ha cominciato a dire âma stai scoreggiando?â âehi ma stai cagando!â e poi âma quanta ne fai?â, stupito come se stesse vedendo un alieno. Cosa dovremmo fare una pallina di cacca profumata e in silenzio?

Replica

bellaporcellina* 9 dicembre 2009 alle 14:31
cazzo* a me quando me scappa la CACCA ,se sn a kasa mia la faccio nel mio bagno , e se sn a casa o di amici o di parenti â. sinceramente me vergogno xkè nn me sento a mio agio infatti nn la faccio mai nei bagni ke nn konosco nn se sa mai â.. . na volta ero a casa de na mia amika e io je diko :, lei mi disse: ,.Andai in bagno era bellissimo


Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 1180, 1181, 1182, 1183, 1184, 1185, 1186, 1187, 1188, 1189, 1190, ..., 3936, 3937, 3938, 3939, 3940, 3941 - Successiva >>


Torna al forum