Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

Concorso Dirigenti scolastici 2011
3761 messaggi, letto 188851 volte

Torna al forum  - Rispondi  - 


Clicca qui per unirti al nuovo gruppo Facebook dedicato al concorso per dirigenti scolastici 2015!
Testi suggeriti per la preparazione, appena aggiornati:

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 121, 122, 123, 124, 125, 126

Da: no comment12/04/2015 15.14.14
Più che un Forum, un Corum.
Rispondi

Da: @ no comment12/04/2015 16.25.56
avimu 98 compiti nti mani, i canuscimu boni uno a uno, pirara e cirasara
Rispondi

Da: ds12/04/2015 22.25.42
se li canusci boni....pubblica il mio, sono proprio curiosa
Rispondi

Da: Bar Zelletta14/04/2015 16.31.11
Chi (cor)rompe paga...e i titoli sono suoi.
Chi si inferma è perduto.
Dimmi con chi vai e ti dirò... se vengo anch'io.
Dio, dammi un assegno della tua presenza.
Il mondo è fatto a scale, chi è furbo prende l'ascensore.
La legge è uguale per tutti. Basta essere raccomandati.
La rivoluzione si fa a sinistra, i soldi si fanno a destra.
Lunga la fila, stretta la via, fece un sorpasso e... così sia.
Nessuna nuora, buona nuora.
Non ho niente da dire, ma lo devo dire.

Io ho un pessimo ricordo dell'università. Successe che fui sbattuto fuori il primo anno perché copiavo agli scritti di metafisica: sapete, stavo sbirciando nell'anima del compagno accanto a me.
Woody Allen, in Io e Annie, 1977





Rispondi

Da: grande...14/04/2015 18.58.18
Bar
Rispondi

Da: Ma...18/04/2015 19.41.03
vannu mu sa pigghianu bonu bonu ntro CULU
Rispondi

Da: Copiare ai concorsi è un reato24/04/2015 1.20.01
http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2010-09-13/copiare-concorso-reato-080018.shtml?uuid=AY8w4RPC

Commette reato il soggetto che copia durante le prove di un concorso o di esame pubblico. A integrarlo - a prescindere dalla fonte (privata, scientifica o giurisprudenziale) dalla quale si attinga - è la circostanza di aver presentato, come frutto di una personale elaborazione, temi o dissertazioni non proprie. E non varrà a escludere la responsabilità penale l'aver citato la fonte presa a riferimento. Ad affermarlo è stata la Cassazione, sezione VI penale, con la sentenza n. 32368/10.
Il caso
Protagonista della vicenda, una candidata condannata - nel primo grado di giudizio - per avere, durante la prova scritta di un concorso pubblico, consegnato a suo nome un elaborato interamente trascritto da una sentenza del Tar. Non solo, la pronuncia dalla quale era stato preso spunto per la traccia d'esame, le era stata faxata due giorni prima da un membro della commissione.
Due i reati contestati: violazione degli articoli 1 e 3 della legge n. 475/1925 (che sanziona penalmente la falsa attribuzione di un lavoro altrui da parte di aspiranti al conferimento di lauree, diplomi, uffici o titoli) e concorso, con il commissario, nel tentato abuso d'ufficio (articolo 323 del Codice penale). Era evidente come l'imputata avesse posto in essere una condotta «diretta in modo non equivoco» a procurarsi l'ingiusto vantaggio patrimoniale conseguente al superamento della prova (intento non conseguito solamente per via del ricorso - accolto - promosso da un concorrente escluso). Contro la sentenza di condanna, confermata in appello, la donna ricorre per Cassazione tramite il suo difensore. Tra i motivi di impugnazione, spicca quello con il quale l'avvocato si lamenta della violazione della norma che impone l'esclusione del partecipante dal concorso solo in caso di «copiatura del compito sulla base di altro elaborato». Ma, quanto alla sua assistita - rileva il legale - il riferimento era ad una pronuncia del Tar ampiamente diffusa attraverso riviste specialistiche. Tra l'altro, aggiunge, la disposizione incriminatrice assunta come violata, si applicherebbe solo a lavori (dissertazioni, studi, pubblicazioni o progetti tecnici) che siano opera di altri e non certo a sentenze «pubblicate e conoscibili da ogni interessato».
Le conclusioni
Diverse le conclusioni cui giunge la Cassazione che boccia il ricorso. Nel motivare la decisione, i giudici ricordano che il reato in questione è integrato anche qualora il candidato faccia riferimento a opere intellettuali - tra cui la produzione giurisprudenziale di cui si citi la fonte - laddove la rappresentazione del suo contenuto sia «non il prodotto di uno sforzo mnemonico e di un'autonoma elaborazione logica, ma il risultato di una materiale riproduzione operata mediante la utilizzazione di un qualsiasi supporto abusivamente impiegato nel corso della prova».
Quanto alla configurabilità del concorso di persone nel reato in questione, la Cassazione si era già espressa con sentenza n. 36625/08 ravvisando tale ipotesi in caso di diretta collaborazione di due o più persone nella realizzazione di opere in comune, perfino laddove l'una avesse realizzato un lavoro in originale e l'altra, previa intesa, ne avesse fatto uso mediante copiatura e presentazione per la successiva valutazione.
Nella vicenda al centro della sentenza 32368/10 della Cassazione, l'elaborato scritto presentato dalla concorsista riproduceva in maniera puntuale, perfino nella punteggiatura, la parte di diritto della pronuncia che le aveva "passato" l'esaminatore. Circostanza che attestava l'illiceità della condotta del l'imputata. Quest'ultima in sede di esame aveva riportato fedelmente il testo della sentenza. Era, inoltre, ravvisabile anche il concorso nel reato perpetrato dal commissario, in quanto si era adoperato per determinare la vittoria della candidata «nonostante fosse consapevole che la stessa avesse copiato pedissequamente l'intera prima prova scritta dalla sentenza» fornitale.
Risulta pertanto ineccepibile la valutazione dei giudici di merito secondo cui la (...) nel corso della prova scritta effettuò, pur senza essere in quel frangente scoperta, una pedissequa copiatura del testo della sentenza trasmessole (...).
Consegue che il reato è integrato anche qualora il candidato faccia riferimento a opere intellettuali, tra cui la produzione giurisprudenziale, di cui citi la fonte, ove la rappresentazione del suo contenuto sia non il prodotto di uno sforzo mnemonico e di autonoma elaborazione logica ma il risultato di una materiale riproduzione operata mediante l'utilizzazione di un qualsiasi supporto abusivamente impiegato nel corso della prova.
Rispondi

Da: ORIGINALISSIMO24/04/2015 15.23.18
"...La depressione di un'economia agricola, che, nonostante grandi risorse, non riesce 'a fare impresa' e la crisi di importanti insediamenti di sviluppo, che avrebbero dovuto essere il volano della crescita industriale, come nel caso del Porto di ..., non offrono rosee prospettiva di futuro alle giovani generazioni".
"La mission che persegue, dunque, è quella di fornire standard qualitativamente alti e professionali per creare una futura classe dirigente che possa spostare l'asse economico della nostra zona (la piana di ...) partendo dalla forza delle idee".
La metodologia dell'IFS consiste nell'acquisire quell'atteggiamento problematico e quelle capacità che stimolano un uso attivo delle nozioni apprese, di scoprire risposte specifiche e soluzioni predefinite, di trasformare il docente in un mediatore promotore di apprendimento, promuovendo l'operatività come dimensione specifica dell'apprendimento".
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH


Rispondi

Da: @ AHAHAH25/04/2015 14.36.56
per soli 2 compiti plagiati come questo in Basilicata la giustizia sta facendo a pezzi il concorso!
Rispondi

Da: riccardina 26/04/2015 16.40.49
Il protocollo è del 22 aprile â" Ecco finalmente il VIDEO con la consegna al Quirinale della PETIZIONE e delle 68.000 FIRME. Ora il Presidente Mattarella potrà valutare i profili di INCOSTITUZIONALITÀ del Ddl "La Buona Scuola". E se il Ddl verrà dichiarato incostituzionale, sarà la vittoria di tutti Gruppi, di tutti i Docenti, di tutte le Persone che credono nella libertà e nella trasparenza della Scuola Pubblica Italiana. Diffondi il video a tutti i tuoi contatti. E' l'unico modo per farci sentire in massa visto che i media tradizionali ignorano la nostra protesta.
http://www.metronews.it/15/04/24/"riforma-incostituzionale"-consegnate-le-firme-video.html
Rispondi

Da: Sput-nick26/04/2015 17.10.18
Per riccardina

copiando il link il sistema non mi trova la pagina...
Rispondi

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 121, 122, 123, 124, 125, 126


Aggiungi la tua risposta alla discussione!

Il tuo nome
Testo della risposta
Aggiungi risposta
 
Avvisami per e-mail quando qualcuno scrive altri messaggi
  (funzionalità disponibile solo per gli utenti registrati)