Login |  Registrati 

NB: La redazione di mininterno.net non si assume alcuna responsabilità riguardo al contenuto dei messaggi.

CONCORSO DS: ORALI IN CAMPANIA
75266 messaggi, letto 1389506 volte

Torna al forum  - Rispondi    


Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 2504, 2505, 2506, 2507, 2508, 2509

Da: Non voglio riformare la Costituzione 29/11/2016 08.34.12
Voglio che resti così com'è e che venga  rispettata e soprattutto  APPLICATA.
Rispondi

Da: NO al referendum del 4 dicembre 29/11/2016 20.46.26
Ma anche:
NO all'evasione fiscale
NO alla povertà
NO alle disuguaglianze sociali
NO all'emarginazione dei disabili e dei nuovi poveri
NO alla violenza contro le donne
NO alla scuola non inclusiva
NO dall'insufficiente finanziamento della scuola pubblica
NO ai contratti di lavoro atipici
NO al baronato negli ospedali e nelle università
NO a ogni tentativo di privatizzare scuola e sanità pubblica
NO alla costruzione del ponte sullo stretto
NO alla disoccupazione giovanile
NO a tutte le mafie storiche e quelle dei colletti bianchi
NO alla corruzione nella PA e nella politica
NO ai concorsi truccati
NO al blocco dei rinnovi dei contratti pubblici e privati
NO agli stipendi milionari dei manager pubblici
NO a tutti i trattamenti pensionistici netti superiori a 5000 euro
NO agli alti stipendi di deputati e senatori e dei politici di regioni, comuni e provivce
NO alle pensioni nette minori a 1000 euro
NO ai dirigenti pubblici incompetenti e inefficienti
NO a magistrati e a funzionari delle forze di polizia che si piegano al potere politico
NO allo strapotere bancario
NO ai funzionari di banca d'Italia che si piegano all'interesse privato dei banchieri
NO al finanziamento dei partiti
NO al potere politico corrotto
NO ai parlamentari e politici disonesti
NO alla lobby degli ordini professionali
NO al business delle sale bingo e di ogni altra forma di giogo d'azzardo legalizzato dallo Stato
e NO a tante  altre cose che accadono in questo paese e non dovrebbero accadere perché anti costituzionali.
Rispondi

Da: w la costituzione01/12/2016 09.05.07
assolutamente no
Rispondi

Da: NO al 01/12/2016 10.27.11
Rispondi

Da: Evviva la Costituzione 01/12/2016 10.30.50
Assolutamente SI SI SI !
Rispondi

Da: @ Evviva la Costituzione 01/12/2016 18.54.35
Come fa una persona a dire evviva la Costituzione sapendo che se vince il SI sarà fatta praticamente a pezzi? Coerenza ci vuole nella vita.
Rispondi

Da: @ ultimo post01/12/2016 19.18.04

Prima di farneticare STUDIA !!!!!!

Rispondi

Da: @ post 29/11/2016 20.46.2601/12/2016 19.19.32

Aggiungo io un altro No

NO ai coglioni come te !



Rispondi

Da: @ post delle ore 19.19.32 01/12/2016 20.15.16
Dovresti forse sapere che è meglio tacere e dare l'impressione di essere scemo, piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio.
Rispondi

Da: Il rottamatore05/12/2016 08.25.19
Ti avevamo creduto e dato fiducia. Poi abbiamo capito che volevi rottamare il buono ed il bello ed abbiamo capito.
Abbiamo approfondito quando quattro tue seguaci avevano scambiato la casa di tutti con la loro casa e nessuno li ha fermate. Uno di loro si scontrò, alle primarie, con un vecchio militante e vinse e, nonostante le contestazioni, tu non intervenisti. Entrambi furono sconfitti -non andarono neanche al ballottaggio-. Giuse un tuo alleato e sostenitore che voleva vigilare affinché fossero fatte le nomine ed oggi in tanti vigilano su di lui. E tu zitto. Uno dei quattro ha visto il suo amico e sostenitore autodimettersi.. e tu zitto.
Se davvero tu avessi voluto rottamare, questo concorso lo era e lo è ancora ? Meditare per piacere

F.to  Anonimo.
Rispondi

Da: @Il rottamatore05/12/2016 09.14.41
Con la 107 è stato l'avallatore di quell'abominino
Rispondi

Da: @ Il rottamatore05/12/2016 10.31.07
Si concordo, egli è stato un convinto fautore della legge 107 e di fatto, si è reso complice di un abominio odioso, consumato ai danni di numerose autentiche professionalità della scuola campana, sebbene fosse consapevole del fuoco che stava ardendo in questa sciagurata regione, abilmente coperto con uno strato di cenere da un'atipica catena di "solidarietà" che dovrebbe sparire da questa regione per poter ritornare almeno a un po' di normalità.
Rispondi

Da: Riflettete05/12/2016 15.05.38
http://napoli.repubblica.it/cronaca/2016/12/05/news/referendum_napoli-153482044/
Rispondi

Da: A rimpiangere05/12/2016 18.10.00
questo governo, che ha varato la legge cosiddetta sulla "buona scuola" che, a mio avviso, andrebbe abrogata in toto, resteranno solo coloro che, dopo oltre dieci anni, grazie ai seguenti due commi, sono riusciti a diventare dirigenti scolastici, benchè bocciati nelle prove di un concorso pubblico. Un caso unico, tanto più grave nell'ipotesi che si accertasse che, in alcuni casi, le condizioni richiamate nella legge fossero inesistenti.

87. Al fine di tutelare le esigenze di economicità  dell'azione amministrativa e di prevenire le ripercussioni sul sistema scolastico dei possibili esiti del contenzioso pendente relativo ai concorsi per dirigente scolastico di cui al comma 88, con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università' e della ricerca, da emanare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono definite le modalità di svolgimento di un corso intensivo di formazione e della relativa prova scritta finale, volto all'immissione dei soggetti di cui al comma 88 nei ruoli dei dirigenti scolastici. Alle attività di formazione e alle immissioni in ruolo si provvede, rispettivamente, nei limiti delle risorse disponibili a legislazione vigente e a valere sulle assunzioni autorizzate per effetto dell'articolo 39 della legge 27 dicembre 1997, n. 449, e successive modificazioni.
88. Il decreto di cui al comma 87 riguarda:
a) i soggetti già vincitori ovvero utilmente collocati nelle graduatorie ovvero che abbiano superato positivamente tutte le fasi di procedure concorsuali successivamente annullate in sede giurisdizionale, relative al concorso per esami e titoli per il reclutamento di dirigenti scolastici indetto con decreto direttoriale del Ministero dell'istruzione, dell'università' e della ricerca 13 luglio 2011, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale, n. 56 del 15 luglio 2011;
b) i soggetti che abbiano avuto una sentenza favorevole almeno nel primo grado di giudizio ovvero non abbiano avuto, alla data di entrata in vigore della presente legge, alcuna sentenza definitiva, nell'ambito del contenzioso riferito ai concorsi per dirigente scolastico di cui al decreto direttoriale del Ministero dell'istruzione, dell'università' e della ricerca 22 novembre 2004, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale, n. 94 del 26 novembre 2004, e al decreto del Ministro della pubblica istruzione 3 ottobre 2006, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale, n. 76 del 6 ottobre 2006, ovvero avverso la rinnovazione della procedura concorsuale ai sensi della legge 3 dicembre 2010, n. 202.
Rispondi

Da: Tra le altre cose,06/12/2016 00.20.40
rimanendo nel campo dell'istruzione, l'attuale governo lascia senza che il ministro all'istruzione abbia risposto, dopo oltre un anno, alle domande poste nell'interrogazione a risposta scritta, presentata alla Camera dei Deputati dall'on. Marco Di Lello, con la quale, in relazione ai concorsi banditi nel 2004 e nel 2011, per alcuni dirigenti scolastici, poi nominati, che avevano partecipato al concorso bandito nel 2004, alla luce di sentenze emesse dal Consiglio di Stato, con le quali si respingevano in via definitiva alcuni ricorsi, si chiedeva di verificare l'effettivo possesso dei requisiti previsti dall'articolo 1, comma 88, della legge n. 107 del 2015, laddove quest'ultima legge, peraltro, introducendo gravi e ingiustificate disparità, non aveva invece tenuto conto dei partecipanti al concorso bandito nel 2011 che, a seguito di provvedimenti cautelari, benché avessero superato tutte le prove concorsuali, erano stati poi esclusi dalla graduatoria di merito.
L'on Di Lello segnatamente chiedeva al Ministro della Pubblica Istruzione:
" quali iniziative urgenti il Ministro interrogato abbia intenzione di assumere al fine di verificare i fatti esposti in premessa in ordine al possesso dei requisiti previsti dall'articolo 1, comma 88, della legge n. 107 del 2015;
quali iniziative urgenti abbia intenzione di assumere, qualora riscontrasse una errata interpretazione delle disposizioni previste per l'espletamento della procedura concorsuale, per verificarne la correttezza in tutte le sedi di concorso;
quali iniziative, anche di carattere normativo, intenda assumere al fine superare la situazione di disparità di trattamento tra i partecipanti ai vari corsi-concorsi per dirigenti scolastici banditi negli anni ".
E' auspicabile, a questo punto, che il nuovo inquilino di viale Trastevere, non appena s'insedierà, voglia colmare la lacuna lasciata dal suo predecessore.
Questo il testo integrale dell'interrogazione, disponibile al seguente link:
http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=43651
Rispondi

Da: Vergognatevi !06/12/2016 18.45.56

Secondo qualcuno...
Rispondi

Da: Vergognatevi !06/12/2016 18.50.45

Secondo qualcuno il governo avrebbe dovuto fare parti diseguali fra uguali !

Non c'è niente da fare ed è inutile spendere parole !

L'Italia ha dimostrato di essere quello che è !

Beccatevi pure l'armata brancaleone dei Salvini, dei Berlusconi, dei pentastellati, dei miracolati dell'ultima spiaggia... ben vi sta !

Ma poi, quando vi inculerXXXX senza lubrificante, non ricominciate con i soliti piagnistei !

Intanto Renzi è uscito di scena da vero signore, ammettendo di aver perso in un paese di meXXX in cui nessuno ammette mai di perdere ma nel quale tutti vincono.....
Rispondi

Da: Stupidaggini più stupidagini06/12/2016 19.33.10
di quelle che dicevano che se avesse vinto il sì ci sarebbe stato il diluvio universale.
Parliamo di politica e non di stupidaggini.
L'Italia ha mostrato al mondo di essere un popolo che sa decidere ed ha scartato una riforma dispotica ed inconcludente.
L'affluenza al voto è paragonabile al Piave che resiste e vince, o alla resistenza contro le malefatte e le sciagure.
Non si è votato per dare al paese un governo o una maggioranza di governo, benchè questo tentativo veniva portato in atto da chi sapeva della debolezza e della arretratezza culturale e politica della riforma che andava propagandando.
Il quaranta per cento ottenuto dal sì è da attribuire per una parte sostanziosa al voto di coloro che si son spaventati per gli eventi che venivano annunciati nel caso avesse vinto il no e non sono voti della forza di governo. Si è votato per la costituzione ed il popolo sovrano ha detto ai suoi delegati che non intende rinunciare alla sua sovranità. Una parte dei dirigenti del PD ha preso atto che una parte della base del partito si sentisse "partigiana" della costituzione ed ha interpretato il loro bisogno di cambiamento che si è manifestato con il no secco e deciso alla riforma costituzionale. Il popolo si dovrebbe vergognare di rivendicare la sua sovranità ? Credo proprio di no ! Si dovrebbe vergognare il delegato che invece di servire il popolo vorrebbe che la gente segua lui.
Rispondi

Da: Stupidaggini pi stupidagini06/12/2016 19.41.06
Per quanto riguarda l'appunto tra le uguaglianze... Credo che nessuno recrimini al governo ciò che dici o sostieni. Semmai avrebbe dovuto far cose uguali tra uguali e annullare le cose che rendono artificiosamente diseguali le cose uguali o che rovesciano l'uguaglianza.
Rispondi

Da: il resto di Renzi09/12/2016 19.21.07
Non mi pare che gli apocalittici siano stati quelli del SI'. Al contrario gli intolleranti e i sicuri proliferavano tra quelli del NO. Con tutte le paranoie, i deliri e l'intolleranza della vasta e disomogenea area di centrodestra (che si riconosce in un Salvini o un Brunetta), affondata l'unica persona che ha tentato di smuovere il pantano e le croste del nostro sistema, vedremo come ben saranno trattati i docenti e i dirigenti scolastici da chi da sempre considera l'impiego pubblico e la scuola pubblica una bolgia di parassiti, di furbetti o, per dirla alla Gelmini, un ammortizzatore sociale (in senso negativo). Dopo Renzi, per la scuola pubblica si profilano sonore mazzate (altro che precari assunti in ruolo che invece di essere riconoscenti, maledicono la buona scuola e si considerano dei deportati). Col Berlusca e company ne vedrete delle belle, con la riedizione dei bei tempi delle riforme del 2009 (meno 150000 insegnanti, se ben ricordo). Dio ci salvi, infine dai 5 stelle, pronti a criticare ogni cosa e a non fare null'altro. Anche nelle loro mani la scuola e gli insegnanti avranno il posto che (non) meritano. Renzi non mollare!
Rispondi

Da: Cosa resta ?09/12/2016 19.50.00
Purtroppo resta l'abominio della legge 107.

Potere ai dirigenti rispondente ad una logica indecorosa e autoritaria, figlia della costruzione dispotica dello stato, organizzato dalle piccole cellule di potere sostenuta dall'attribuzione del merito, verso il quale non resta agli insegnanti che far valere i propri diritti in sede giurisdizionale. Non i più bravi hanno avuto il merito.

Resta una violazione dello statuto del PD in tema di riforme costituzionali.

Resta il tradimento verso coloro che hanno avuto una storia politica di sinistra da parte del maggior partito di riferimento.

Resta l'incapacità di sapesi confrontare con la storia e con il presente di un partito che guardava da un'altra parte.


Questo post, che riprendo lo ritengo molto significativo:

" Il rottamatore    05/12/2016 08.25.19
Ti avevamo creduto e dato fiducia. Poi abbiamo capito che volevi rottamare il buono ed il bello ed abbiamo capito.
Abbiamo approfondito quando quattro tue seguaci avevano scambiato la casa di tutti con la loro casa e nessuno li ha fermate. Uno di loro si scontrò, alle primarie, con un vecchio militante e vinse e, nonostante le contestazioni, tu non intervenisti. Entrambi furono sconfitti -non andarono neanche al ballottaggio-. Giuse un tuo alleato e sostenitore che voleva vigilare affinché fossero fatte le nomine ed oggi in tanti vigilano su di lui. E tu zitto. Uno dei quattro ha visto il suo amico e sostenitore autodimettersi.. e tu zitto.
Se davvero tu avessi voluto rottamare, questo concorso lo era e lo è ancora ? Meditare per piacere

F.to  Anonimo."

Rispondi

Da: Interessante sentenza 09/12/2016 21.27.55
https://lookaside.fbsbx.com/file/ORDINANZA%20TAR%20CAMPANIA%20NAPPA-%20ALFIERI%20riesumati.pdf?token=AWzG6VhACT2AdI9kgNkis2JNhJAHd75F0YJb25FGPEMSzw8zY9jJUcSCEfK-K8Gn3ZHp3o2By1hCPZ7Fog7LbTpAk_wHzatRS5MRR9nsycrAiDmxI9G9F9BiSeiWp4OF94nUfvdGfA1vb2BjS4Hb-Yft9kByRxaROyH_nwARGREoe8xP98Z1QwH3mxxN95OelMQ
Rispondi

Da: Lal PD10/12/2016 13.13.51
è l'esito di una metamorfosi durata 70 anni, di un vino di classe in aceto.
Rispondi

Da: Lal PD10/12/2016 13.13.51
è l'esito di una metamorfosi durata 70 anni, di un vino di classe in aceto.
Rispondi

Da: Interessante sentenza 10/12/2016 22.52.41
Forse non l'avete letta con attenzione. Questa sentenza sospende fino all'udienza del 5 luglio tutte le assunzioni, comprese quelle già effettuate nel 2016.
Rispondi

Da: Si 11/12/2016 11.54.40
è un'altra presa in giro della giustizia amministrativa.
Rispondi

Pagina: 1, 2, 3, 4, 5, 6, ..., 2504, 2505, 2506, 2507, 2508, 2509


Aggiungi la tua risposta alla discussione!

Il tuo nome
Testo della risposta
Aggiungi risposta
 
Avvisami per e-mail quando qualcuno scrive altri messaggi
  (funzionalità disponibile solo per gli utenti registrati)